LE CITTÀ EUROPEE PIÙ DIVERTENTI ED ECONOMICHE DEL 2019

LE CITTÀ EUROPEE PIÙ DIVERTENTI ED ECONOMICHE DEL 2019

Salisburgo Austria

Se avete già visitato le grandi capitali e sognate nuovi lidi, qui trovate 10 destinazioni europee fuori dalle solite rotte, adatte a tutte le stagioni.

Abbiamo selezionato le località più divertenti, suggestive ed economiche del 2019 per passare 2 o 3 giorni tra paesaggi spettacolari, ristorantini tipici, musei e vicoli fuori dal tempo.

Ecco le migliori città dove rigenerare mente e corpo senza spendere un patrimonio:

Porto, Portogallo

I viaggiatori di 174 paesi del mondo hanno votato questa splendida cittadina a nord del Portogallo come European Best Destination già tre volte (2012, 2014, 2017).

Affacciata sull’Oceano Atlantico e sulla foce del fiume Douro, Porto sorge in alto su una collina che regala scorci mozzafiato. 

Il centro storico, patrimonio mondiale dell’umanità per l’UNESCO, è un dedalo di stradine, monumenti storici, chiese barocche e quartieri abbarbicati uno sull’altro.

Lo spirito cordiale degli abitanti, le gustose specialità gastronomiche e le spiagge ideali per gli sport acquatici, ne fanno una meta adatta ai viaggiatori di tutte le età. 

Che qui possono trovare una vivace vita notturna e un clima mite tutto l’anno la temperatura scende raramente sotto i 13°C. 

Salisburgo, Austria 

La fiabesca città natale di Mozart, si trova vicino al confine con la Germania, circondata dalle Alpi.

La magia del luogo, che offre storia, natura incontaminata, musica, teatri, negozi e ogni genere di prelibatezze, attrae migliaia di visitatori in ogni periodo dell’anno.

Oltre al centro storico barocco, dichiarato dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità, Salzburg offre dintorni incantevoli, come la romantica Salzkammergut: la regione dei laghi, con 76 specchi d’acqua da visitare in bicicletta o in battello, leminiere di sale di Hallstatt, i monti e i castelli.

Lucerna, Svizzera 

Questa cittadina nel cuore della Svizzera, è ideale per chi cerca relax, tradizioni e una boccata d’aria fresca nella natura incontaminata. 

Affacciata sul lago dei Quattro Cantoni, Luzern è incorniciata da foreste, pascoli, vallate e dalle cime scoscese delle Alpi.

Il suo piccolo centro medievale, ben conservato, si gira a piedi in un paio d’ore. 

Passeggiando tra ponti di legno, fontane, stradine e piazze antiche si possono raggiungere velocemente tutte le attrazioni principali, come il Ponte della Cappella (Kapellbrücke), simbolo della città, il commovente Leone Morente scolpito nella roccia, e la Torre d’Acqua, il monumento più fotografato del Paese.

Per gli amanti delle escursioni in montagna, è quasi d’obbligo una visita al Monte Pilatus (2132), raggiungibile direttamente con la funivia. 

Da qui, nelle giornate limpide, è possibile scorgere ben 73 vette alpine! Chi è in vena di un po’ di movimento, può scegliere tra itinerari di diversa lunghezza e difficoltà, oppure cimentarsi su una pista per slittini lunga 6 km.

Mostar, Bosnia–Erzegovina

Tra le mete europee per un week end al miglior rapporto qualità prezzo, non può mancare la storica cittadina di Mostar, situata a circa 130km a sud-ovest di Sarajevo.

Il passato travagliato di questo centro urbano, fondato nel XV secolo dagli Ottomani e finito sotto la dominazione austro-ungarica nel 1878, si respira ad ogni passo. 

Tra le moschee e le chiese cattoliche e ortodosse, spuntano i ruderi abbandonati e gli scheletri degli edifici devastati dai bombardamenti.

Simbolo della città, è lo Stari Most: questo ponte lungo 30 metri, distrutto e ricostruito dopo la fine del conflitto tra croati e musulmani, oggi fa parte dei Patrimoni dell’Umanità di UNESCO. 

Il ponte di Mostar unisce le due sponde del fiume Neretva, che rappresentano ancora oggi le due anime del luogo.

Innsbruck, Austria

Meraviglie naturali, sport invernali, edifici principeschi, negozi alla moda e un calendario ricco di eventi culturali: la capitale delle Alpi accoglie i viaggiatori con un’ospitalità impeccabile, uno spirito cosmopolita che fonde antico e moderno e una cucina prelibata all’insegna delle specialità tirolesi.

Qui gli amanti delle attività in alta quota hanno l’imbarazzo della scelta: la catena montuosa di Nordkette, raggiungibile in funivia in 20 minuti partendo dal centro della città, è il luogo ideale per praticare sci, escursionismo, arrampicata, mountain bike e l’avventuroso downhill.

Tornati a valle, l’elegante centro cittadino offre innumerevoli luoghi d’interesse: dal Tettuccio d’Oro, la loggia asburgica che illumina il cuore della città con le sue 2.657 tegole di rame, al Palazzo Imperiale, residenza Rococò dei conti del Tirolo.

La Valletta, Malta

Questa affascinante località dell’isola di Malta, fondata nel XVI secolo dai Cavalieri dell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme, è stata premiata come Capitale Europea della Cultura 2019, titolo che condivide con la città olandese di Leeuwarden.

La cittadina fortificata, bagnata dalle acque calde del Mediterraneo, combina siti archeologici, spiagge sabbiose, grotte e scogliere con un centro storico ben conservato, ricco di edifici medievali e barocchi, e un programma di mostre, concerti ed eventi degno delle mete più famose d’Europa.

Tra le attrazioni più gettonate, la fontana di Tritone e la Concattedrale di San Giovanni, gioiello dell’architettura barocca che ospita La decollazione di San Giovanni Battista di Caravaggio, oltre al sepolcro del Gran Maestro Jean Parisot de la Vallette.

Granada, Spagna 

Questa millenaria città andalusa, che si erge a 700 metri sul livello del mare ai piedi della Sierra Nevada, è un tesoro a cielo aperto che conserva il fascino esotico delle Mille e Una Notte.

Visitare Granada in 2 giorni è un vero tour de force, e non solo per i vicoli tortuosi del centro. 

Qui c’è così tanto da fare e da vedere, che consigliamo di dedicare a questa meta almeno 3 giorni.

Da dove partire? Se siete in dubbio, andate direttamente all’Alhambra: la città fortezza ‘’rossa’’ che svetta dalla collina della Sabika, lungo il fiume Darro. 

Questo capolavoro dell’arte musulmana (IX secolo) è il monumento più visitato di tutta la Spagna e, dal 1984, è tutelato dall’UNESCO come patrimonio dell’Umanità. 

La visita del complesso, che comprende i giardini del Generalife, i Palazzi Nazaríes e la roccaforte militare dell’Alcazaba, dura almeno 3 ore.

Bled, Slovenia 

Se vi piacciono le mete fresche, romantiche e poco costose, questa pittoresca località di villeggiatura ai piedi delle Alpi Giuliepotrebbe regalarvi un fine settimana da favola.

Le acque glaciali del Lago di Bled, circondato da foreste, colline e montagne, attirano gli amanti del relax e degli sport all’aria aperta, come trekking, bicicletta e canottaggio. 

Anche il benessere qui regna sovrano, grazie al clima mite (circa 18°C a luglio) e alle acque termali a 23°C convogliate nelle piscine del Grand Hotel Toplice.

Al centro del lago, vi aspetta un’isoletta naturale, raggiungibile con la tradizionale barca a remi. 

Qui sorge la chiesa gotica di S. Maria Assunta, famosa per la sua ‘’campana dei desideri’’. 

Secondo la leggenda, facendola suonare per tre volte, è possibile realizzare i propri sogni nel cassetto… prima però bisogna salire tutti i 99 gradini del santuario.

Tromsø, Norvegia

Paesaggi innevati, fiordi, isole, volpi polari, foche e le spettacolari luci del nord, benvenuti a Tromsø! 

La capitale dell’Artico, a nord della Norvegia, è la meta ideale per un’avventura di 3 giorni. 

A patto che si apprezzino le basse temperature (14°C in agosto) e non si temano i prezzi norvegesi (30-40 euro circa per un posto letto in ostello).

L’attrazione principale della cittadina è sicuramente l’aurora boreale, la "signora del cielo" che in questa zona si può avvistare con buone probabilità di successo da ottobre a marzo. 

Per ammirare al meglio il fenomeno naturale, è possibile partecipare a un’escursione notturna con le racchette da neve, la motoslitta o una slitta trainata dai cani.

Kamares, Grecia

Dal freddo della Norvegia, al caldo sole della Cicladi. 

Tra le migliori località europee da visitare in 3 giorni, c’è anche Kamares, caratteristico paesino di mare a nord dell’isola di Sifnos.

Le casette bianche del porto si affacciano su una baia di sabbia dorata, ampia e tranquilla, ideale per coppie e famiglie in cerca di relax. 

Qui il mare è cristallino e in estate raggiunge addirittura i 27°C! Gli ombrelloni costano poco e i fondali sono bassi, facilmente accessibili dai bambini.

E chi, a pinne e boccaglio, preferisce due passi nella natura, non resterà deluso. 

Fare trekking nei dintorni lunari del villaggio, regala scorci magici della costa e del monte Agios Simeon. 

Il miglior tramonto dell’isola, si ammira dalla Chiesa di Santa Marina, appollaiata su un’altura rocciosa.

LE SPIAGGE PIÙ BELLE DEL MONDO

LE SPIAGGE PIÙ BELLE DEL MONDO

spiagge mare

Se passate tutto l’anno a sognare paesaggi marini incantevoli e onde mozzafiato, siete sulla pagina giusta. 

Infatti, se state già pensando alla vostra prossima vacanza al mare ma non avete ancora deciso per quali splendide spiagge idilliache optare quest’anno, ci abbiamo pensato noi!

Questi incantevoli lidi sparsi per il globo hanno sicuramente qualcosa di speciale, un fascino unico e irresistibile che saprà senza dubbio lasciarvi letteralmente a bocca aperta una volta che li avrete visti da vicino. 

Ecco le spiagge più belle al mondo, quelle dove vale la pena prendere il sole e nuotare almeno una volta nella vita:

Cala Mitjana, Spagna

Tra le tante spiagge bellissime del pianeta, Cala Mitjana, sull’isola di Minorca, è sicuramente in cima alla lista delle migliori. 

Il motivo per cui è considerata tra le spiagge più belle d’Europa e del mondo, è dovuto alla colorazione bianchissima della sua sabbia fine e delicata e alle scogliere di roccia candida che la circondano, rendendola molto pittoresca.

Questo paradiso terrestre nascosto da pini marittimi e alti speroni rocciosi è apprezzabile in tutta la sua bellezza soltanto dal mare. 

Inoltre, da questa spiaggia perfetta si possono ammirare panorami incredibili, resi ancora più unici dal fatto che la caletta in cui si trova non è facilmente raggiungibile. 

Si tratta perciò di un luogo discreto e appartato, il posto ideale dove trascorrere una vacanza romantica.

Playa de Cancun, Messico

Parlando di luoghi paradisiaci, non si può certamente dimenticare la Playa de Cancun, incastonata in uno dei tratti di costa più incredibili della penisola dello Yucatán, in Messico. 

Questa lunga distesa di sabbia bianca affacciata sul Mar dei Caraibi infatti, è dichiarata unanimemente una delle spiagge migliori al mondo.

Il suo candore indescrivibile la rende la scelta ideale per la vostra vacanza nel 2019. 

Playa de Cancun è probabilmente tra i luoghi più paradisiaci a cui si possa ambire quando si è alla ricerca di una sabbia bianca e pulita. 

Inoltre, può essere raggiunta a piedi senza problemi e dista poco dalle principali località della movida messicana.

Ancora, Chichén Itzá, l’antica città Maya considerata una delle sette meraviglie del mondo moderno, si trova ad appena due ore di distanza. 

Champagne Beach, Vanuatu

Lambita da acque cristalline color azzurro pastello, Champagne Beach si trova sull’isola di Espiritu Santo, nello stato di Vanuatu. 

Questa affascinante nazione arcipelago è situata nell’Oceano Pacifico meridionale, a metà strada tra l’Arcipelago della Nuova Caledonia e le Isole Salomone.

Grazie all’incredibile finezza della sua sabbia bianca che si estende per metri dal bagnasciuga all’intricata e lussureggiante vegetazione tropicale, Champagne Beach merita senza dubbio un posto fra le spiagge migliori al mondo.

Questo lido celestiale inoltre, è probabilmente anche tra le spiagge più incontaminate al mondo e merita sicuramente il lungo viaggio necessario per poter essere esplorata e goduta. 

Inoltre, poiché è poco battuta dal turismo di massa, si tratta della meta ideale per chi è alla ricerca di privacy e tranquillità.

Ramla Bay, Malta

La spiaggia di Ramla Bay, la più spettacolare dell’isola di Malta, si trova ad appena due ore di viaggio dall’Italia e può essere considerata a pieno titolo tra le spiagge più belle d’Europa se non del mondo. 

Conosciuta anche come Spiaggia di Sabbia Rossa, la sua caratteristica principale è il colorito rossiccio della sua sabbia, che la rende unica e affascinante.

Perfetta per gli amanti dello snorkeling, della vela e del relax, Ramla Bay è circondata da una vegetazione mediterranea selvaggia, perfetta per chi è alla ricerca di un contatto con la natura e vuole allontanarsi dalla vita frenetica e dalla modernità della città.

Navagio, Grecia

Tra le spiagge più belle e affascinanti del mondo non si può non menzionare Navagio, sull’isola greca di Zante. 

Questo romanticissimo lido di ciottoli bianchi è probabilmente una delle spiagge più fotografate dagli amanti del mare di tutto il mondo ed è caratterizzata da un’altissima scogliera che ne rende l’accesso impossibile se non dal mare.

Ancora, il mare che la circonda è caratterizzato da un’intensissima tonalità di turchese che ne risalta ancor di più la bellezza. 

La spiaggia è raggiungibile soltanto dal mare e per poterla scoprire e ammirarla da vicino è necessario salire a bordo di una delle imbarcazioni turistiche che organizzano escursioni alla cala, oppure noleggiare una barca privata. 

Eagle Beach, Aruba

Tra le spiagge bellissime non poteva mancare Eagle Beach, la spiaggia più grande e famosa di Aruba. 

Caratterizzata da uno splendido paesaggio incontaminato, Eagle Beach si trova nel Mar dei Caraibi, precisamente nelle Antille olandesi, al largo delle coste venezuelane.

Considerata una delle spiagge migliori al mondo, Eagle Beach è indubbiamente la perla di Aruba. 

La sua caratteristica principale, oltre alla finissima e soffice sabbia bianca, è la presenza degli alberi Fofoti (o Divi-divi) le curiose piante simbolo dell’isola. 

I loro tronchi contorti, piegati verso il mare dai forti venti alisei, sono una grande attrazione per viaggiatori e turisti.

Sede di tornei settimanali di tennis, Eagle Beach è una spiaggia vivace e gettonata dai visitatori internazionali. 

Inoltre, è la meta preferita dagli abitanti del posto per trascorrere la settimana di Pasqua. 

In questo periodo, amano raggiungerla per pic-nic sulla sabbia e giornate in compagnia.

One Foot Island, Isole Cook

Situata nell’Oceano Pacifico meridionale, sul margine esterno dell’incantevole laguna Aitutaki nelle Isole Cook, la celestiale One Foot Island (chiamata anche Tapuaetai) è conosciuta come uno dei luoghi di mare più paradisiaci al mondo.

Grazie alle sue spiagge bianche di sabbia finissima, le palme ondeggianti al vento e la spettacolare barriera corallina appena al di sotto della superficie, One Foot Island è identificata a ragione come una delle spiagge migliori al mondo. 

Questo luogo incantevole non si dimentica facilmente, ed è la meta ideale per una luna di miele da favola.

In più, Tapuetai è completamente disabitata ed è raggiungibile solamente con un viaggio in barca dalle altre isole dell’arcipelago. 

Inoltre, questa magnifica spiaggia offre i panorami più sensazionali ed indimenticabili dell’azzurrissima laguna centrale dell’atollo tropicale. 

Grazie a queste caratteristiche, si tratta di una location ancora più esclusiva, in grado di trasmettere emozioni uniche.

Cala Goloritze, Italia

Unica spiaggia italiana a figurare sulla nostra lista, l’incantevole Cala Goloritze è indubbiamente una delle destinazioni di mare più belle del mondo, una di quelle da non farsi assolutamente mancare nella vita. 

Situata in una piccola baia dalle acque cristallinenella parte orientale della Sardegna, sul Golfo di Orosei, questa magica spiaggia andrebbe considerata a tutti gli effetti un angolo di paradiso.

Infatti, questa meravigliosa spiaggia nostrana è caratterizzata da piccoli sassolini bianchi e, soprattutto, dalle scoscese falesie calcaree che la circondano e che culminano in una strabiliante guglia di roccia alta ben 147 metri.

Tuffarsi tra le acque blu intenso di Cala Goloritze è una delle esperienze più indimenticabili che l’Italia possa offrire. 

Inoltre, la baia marina in cui è incastonata è considerata monumento nazionale ed è una delle più belle del Mediterraneo.

Tunnels Beach, USA

Sull’isola Kauai, nell’arcipelago delle Hawaii, si trova la meravigliosa spiaggia vulcanica di Tunnels Beach, una delle mete più agognate e sospirate al mondo. 

Affacciata sull’Oceano Pacifico e circondata da una giungla lussureggiante, questa incantevole locationtropicale è caratterizzata soprattutto dalla sabbia dorata e dalla presenza di moltissime palme e alberi centenari di legno ferro. 

Tunnels Beach inoltre, è la destinazione ideale per gli amanti del surf e del kitesurf, ma anche dei sub e degli appassionati di snorkeling. 

Gli splendidi fondali marini delle sue acque limpide infatti, hanno pochi eguali nel mondo. 

In più, la spiaggia è circondata da grotte vulcaniche che la rendono unica e suggestiva allo stesso tempo.

Se avrete la fortuna di andare a visitare questo luogo paradisiaco, non perdetevi assolutamente gli incantevoli tramonti hawaiani, che da questo luogo assumono un fascino ancora più unico e particolare.

Anse Source d’Argent, Seychelles

Tra le spiagge da visitare almeno una volta nella vita, non dovrebbe assolutamente mancare Anse Source d’Argent, nell’arcipelago delle Seychelles. 

Si tratta della spiaggia più famosa dell’isola di La Digue, nonché una delle più rinomate e immortalate del pianeta.

Questa spiaggia da sogno è il luogo attorno al quale è stato costruito l’immaginario collettivo delle Seychelles: sabbia candida, palme ondeggianti a ridosso del mare, e grandi scogli granitici levigati dalle forze della natura. 

Il lungo lido sabbioso ed il perfetto paesaggio da cartolina, rendono Anse Source d’Argent la meta perfetta per un viaggio di coppia, all’insegna del romanticismo e del relax.

Inoltre, le acque limpide, turchesi e poco profonde, la barriera corallina appena sotto la superficie e le sensazionali formazioni rocciose che contraddistinguono la spiaggia, rimarranno impresse nei vostri ricordi per sempre.
Pubblicità

LE 12 MONARCHIE IN EUROPA

LE 12 MONARCHIE IN EUROPA

Comunità Europea

Potrebbe sembrare per certi versi anacronistico, eppure ancora oggi in Europa esistono Paesi che hanno come forma di governo la monarchia, sebbene con un regime molto meno autoritario rispetto a quello di un tempo. 

Infatti, se fino a qualche secolo fa questi regnanti avevano poteri assoluti, al giorno d’oggi, se si sente parlare di principi, re e regine, è molto più probabile che si tratti di gossip o notizie curiose piuttosto che di concreti fatti di governo.

Per quanto riguarda la maggior parte degli stati europei, la presenza del sovrano è soprattutto simbolica, anche se molto spesso la sua esistenza e le sue vicissitudini sono parte integrante del bagaglio culturale di un paese e dei suoi abitanti.

Infatti, conoscere alcune notizie sul re (o la regina) e sulla famiglia reale di uno stato, è un modo interessante e un po’ diverso dal solito per approfondire la storia e la cultura del paese. 

Proprio per questo motivo, abbiamo stilato per voi un elenco con le nazioni europee che ancora sono rette da re o principi. 

In totale, sono ben 12, eccole qui di seguito:

Gran Bretagna

Tra i Paesi europei retti da una monarchia, il Regno Unito è sicuramente il più famoso. 

La forma di governo è una monarchia parlamentare, in cui il Capo del Governo è il Primo Ministro. 

Nonostante questo, la figura della Regina Elisabetta II ha un’importanza fondamentale, non solo nel processo legislativo (può garantire o negare il proprio assenso alle leggi) ma anche e soprattutto nelle menti e nei cuori degli abitanti del paese.

La monarchia inglese è una delle più antiche al mondo, tanto che secondo alcuni storici risale addirittura all’anno 927. 

Inoltre, è impossibile visitare il regno unito senza sentire parlare della colorata famiglia reale, del divorzio tra il principe Carlo e Lady Diana, o degli attuali principi e delle relative famosissime consorti. 

Insomma, le più o meno eccentriche chiacchiere di palazzo fanno parte integrante di ogni viaggio oltre la Manica.

Città del Vaticano

Ebbene sì, lo Stato della Città del Vaticano è considerato a tutti gli effetti una monarchia. 

Non solo, si tratta di una monarchia assoluta, l’ultima attualmente esistente in Europa. 

L’attuale pontefice e capo del governo è Papa Francesco e gode di poteri pressoché illimitati all’interno del suo piccolo Paese.

Tuttavia, quella della Città del Vaticano è una forma di monarchia un po’ particolare quasi unica nel suo genere: si tratta infatti di una monarchia elettiva, secondo la quale l’attuale regnante non può scegliere il proprio successore che deve essere invece designato dal Collegio cardinalizio. 

L’elezione avviene alla morte del pontefice (o alla sua abdicazione) durante una cerimonia apposita chiamata Conclave.

Il Papa inoltre, è protetto da un corpo armato speciale a sua difesa personale, la Guardia svizzera pontificia: la peculiare uniforme colorata in foggia rinascimentale delle guardie è molto amata da viaggiatori e turisti di ogni sorta.

Principato di Monaco

Tra le monarchie europee non può non essere menzionato il Principato di Monaco. 

Questo minuscolo stato sovrano si trova affacciato su un’incantevole baia, in una piccola area di territorio a sud della Francia.

Organizzato come monarchia costituzionale ereditaria, il Principato di Monaco, che ha come capitale Montecarlo, è retto dalla Famiglia Reale Grimaldi, una nobile famiglia di origini genovesi. 

Alberto II di Monaco è l’attuale principe e capo dello stato, famoso non solo per la carica politica ma anche per le numerose passioni sportive. 

A titolo di esempio, Alberto II è l’unico regnante esistente ad aver mai raggiunto il Polo Nord.

La famiglia reale di Monaco è molto conosciuta anche per i numerosi rotocalchi televisivi e giornalistici che hanno seguito il memorabile matrimonio dei genitori di Alberto II: il principe Ranieri III è la splendida attrice di Hollywood Grace Kelly. 

Infine, il Principato di Monaco è uno degli stati più ricchi del mondo, così come il suo sovrano: si stima che l’attuale patrimonio superi il miliardo di dollari.

Belgio 

Tra i paesi europei con monarchia spicca anche il Belgio, una monarchia federale parlamentare, basata su una costituzione che risale al 1831. 

Si tratta infatti di una monarchia piuttosto recente rispetto agli standard del continente.

L’attuale regnante del Belgio è re Filippo, sposato con la regina Matilde e discendente dalla rinomata casata di Sassonia-Coburgo-Gotha. 

Questa nobile famiglia di origine germanica è una delle più antiche e altolocate d’Europa, tanto da essere strettamente imparentata con la dinastia reale del Regno Unito. 

L’attuale famiglia Windsor infatti, non è altro che la stessa casata di Sassonia-Coburgo-Gotha con un nome anglicizzato per volere di re Giorgio V durante la prima guerra mondiale.

Danimarca

Nella lista dei paesi europei monarchici figura anche la Danimarca, una monarchia parlamentare antichissima, tra le più vecchie del mondo. La casata reale infatti, venne fondata nel 933 con l’incoronazione di Aroldo I Dente Azzurro.

L’attuale sovrana è la Regina Margherita II, molto amata ed apprezzata dal popolo danese. 

Assieme alla Regina Elisabetta II, Margherita di Danimarca è l’unica regnante di sesso femminile d’Europa. 

Inoltre, è la prima regina del paese, salita al trono non molto tempo dopo la promulgazione della legge che permetteva anche alle donne di sangue reale di poter regnare.

Liechtenstein

Il Principato del Liechtenstein è un piccolissimo stato dell’Europa centrale, tra la valle del Reno e le Alpi austriache. 

Il paese conta meno di 40.000 abitanti e, nonostante il paesaggio idilliaco il cui è immerso, è visitato molto poco dai turisti europei ed è pressoché sconosciuto a quelli mondiali.

Il Liechtenstein fa parte delle monarchie europee a carattere costituzionale, anche se in forma di Principato. La reggenza del regno iniziò nel 1608 e l’attuale sovrano è principe Giovanni Adamo II. Tuttavia, i poteri decisionali e i doveri rappresentativi sono passati al figlio Luigi nel 2004.

Il principe padre Giovanni Adamo II è uno scrittore oltre che un regnante: nel 2009 infatti, ha pubblicato un volume dal titolo Lo Stato nel terzo millennio. 

Il principe è anche il presidente del gruppo bancario LGT Bank e possiede lo strabiliante patrimonio di circa 3 miliardi di euro.

Lussemburgo

A guidare il piccolo stato di Lussemburgo non è un re, bensì un Granduca. 

Si tratta di Enrico Alberto Gabriele Felice Maria Guglielmo della casata Borbone di Parma-Nassau-Weilburg. 

Il granduca Enrico, assieme al cugino re di Spagna, è l’ultimo Borbone a sedere su un trono europeo. 

Entrambi sono lontani discendenti, nonché ultimi eredi, di re Luigi XIV di Francia, il famoso Re Sole.

La monarchia in Lussemburgo è di tipo parlamentare ed esiste dal 963. 

Nonostante le sue ridotte dimensioni, questo staterello dell’Europa continentale offre diverse attrazioni turistiche, compresi il bellissimo Castello di Vianden e il Castello di Berg, residenza ufficiale della famiglia regnante.

Norvegia

Tra le famiglie reali europee troviamo anche quella di re Harald V, sovrano di Norvegia dal 1991. 

Si tratta di una monarchia parlamentare con origini antichissime: il regno vichingo di Norvegia infatti, risale all’872. 

In realtà, spesso questa monarchia viene considerata la più giovane d’Europa, in quanto dopo secoli di dominio estero ottenne l’indipendenza assoluta solo nel 1905. 

Ad oggi il re ha soprattutto funzioni cerimoniali, anche se formalmente nomina ancora i ministri. 

Harald V è secondo cugino della regina Margherita II sovrana di Danimarca.

Andorra

Altra città-stato europea, Andorra è un piccolissimo paese montuoso abbarbicato sui Pirenei, a cavallo tra Francia e Spagna. 

Pur trattandosi di una monarchia, la forma di governo di questa minuscola nazione ha in realtà alcune caratteristiche decisamente peculiari: a capo dello stato infatti, non si trova un solo regnante, bensì due.

Andorra è a tutti gli effetti un co-principato di tipo parlamentare, retto contemporaneamente da due figure complementari: il vescovo della diocesi catalana di Urgell in Spagna e il presidente della Repubblica francese. 

Di fatto, la successione al trono del paese avviene ex officio, ovvero in virtù della posizione occupata all’interno degli stati confinanti.

Ad oggi quindi, a capo dello stato di Andorra, si trovano Monsignor Joan Enric Vives i Sicília ed Emmanuel Macron, il presidente francese. 

Assieme alla Repubblica di San Marino, Andorra è l’unico paese al mondo ad avere due capi di stato.

Paesi Bassi

Tra i Paesi con monarchia costituzionale in Europa, troviamo i Paesi Bassi. 

Oggi il sovrano è Guglielmo Alessandro, ultimo erede della casata Orange-Nassau, una dinastia di origine francese che risale al 1747. 

Proprio da questo deriva il colore arancione intenso simbolo del paese. Il potere esecutivo spetta al Governo e il re ha funzioni strettamente cerimoniali.

Curiosamente, Guglielmo Alessandro è il primo sovrano di sesso maschile a sedere sul trono dei Paesi Bassi dal 1890. 

Inoltre, in quanto lontano discendente di Giorgio I di Gran Bretagna, è anche presente nella linea di successione alla corona del Regno Unito, anche se al 1161° posto.

Spagna

Tra le monarchie in Europa c’è anche la Spagna. 

Si tratta di una monarchia parlamentare, fondata nel 1479 e tornata al potere molto di recente, dopo la fine del regime di Franco nel 1978.

Il re Filippo VI, succeduto al padre nel 2014, è attualmente il sovrano più giovane del continente. 

Egli ha funzioni di garantire la democrazia nel Paese, oltre a un ruolo di rappresentanza. 

In più, appartiene alla dinastia dei Borbone, la stessa antica famiglia nobiliare che governa anche lo stato di Lussemburgo.

Pensate poi che la famiglia reale spagnola è in grado di ricostruire la propria ascendenza paterna fino a Roberto di Hesbave, uno sconosciuto duca franco del VII secolo. 

Per questo motivo, può fregiarsi del titolo di seconda linea reale più antica al mondo, seconda solo a quella giapponese.

Svezia 

Infine, tra i Paesi europei monarchici c’è anche la Svezia, il cui sovrano è Carlo XVI Gustavo. 

La monarchia, oggi di tipo costituzionale, è iniziata nel 945 e negli anni si sono alternati diversi casati. 

La famiglia attualmente al potere è la dinastia Bernadotte, istaurata da Napoleone Bonaparte nel 1810.

Re Carlo XVI Gustavo è conosciuto a livello internazionale soprattutto per la consegna del Premio Nobel, un’incombenza reale a cui il monarca tiene particolarmente e che compie annualmente di persona durante la cerimonia che si tiene a Stoccolma. 

Il regnante è anche un grande appassionato di auto d’epoca.
Pubblicità

COME RINNOVARE IL PASSAPORTO NEL 2019

COME RINNOVARE IL PASSAPORTO NEL 2019

Rinnovo Passaporto 2019

Siete in partenza per una destinazione esotica e avete appena realizzato di avere il passaporto scaduto o di doverlo rinnovare prima del termine? 

Volete partire per un viaggio all’estero e desiderate capire cosa sia il passaporto elettronico? 

Oppure avete un’avventura in programma e non siete sicuri di quale documento valido per l’espatrio abbiate bisogno?

In questa guida, vi spiegheremo passo per passo come rinnovare il vostro passaporto nel 2019 o, se non ne avete mai fatto uno, come richiederlo per la prima volta. 

Infatti, che viviate a Milano o a Palermo, non avete di che preoccuparvi: la procedura è identica in tutta Italia ed è piuttosto semplice da sbrigare. 

Tutto quello che dovrete fare sarà recarvi presso l’ufficio passaporti della Questura più vicina e richiedere il nuovo documento elettronico.

Inoltre vedremo alcuni casi particolari, ad esempio le regole per l’immigrazione USA, e affronteremo la questione del passaporto elettronico e tutte le verifiche fondamentali da mettere in pratica prima di intraprendere il vostro viaggio. 

Ecco quindi le informazioni necessarie per ottenere un passaporto, dalla questura al bollettino, dalla richiesta al ritiro del documento.

Non ho il Passaporto o è Scaduto: Posso Comunque Viaggiare?

L’incubo di ogni viaggiatore è decidere di organizzare un viaggio all’estero e accorgersi all’improvviso che il proprio passaporto è in scadenza o addirittura già scaduto. 

In questi casi niente panico: se si ha poco tempo a disposizione per effettuare il rinnovo prima delle vacanze o se proprio non si possiede il documento, la scelta più semplice è optare per una destinazione che non richiede un passaporto per l’ingresso nel paese.

Infatti, fortunatamente, i cittadini italiani possono recarsi in ben 45 stati del mondo senza aver bisogno di un passaporto, utilizzando la carta di identità valida per l’espatrio come documento di ingresso nel paese. 

Vediamo dunque quali sono le destinazioni dove il passaporto non è necessario:

Paesi dell’Unione Europea aderenti al Trattato di Shengen: 

i cittadini italiani possono visitare tutti e i 22 paesi appartenenti all’area Shenghen con la sola carta di identità, più Bulgaria, Croazia, Cipro e Romania.

Dipendenze territoriali extra europee di stati UE: 

come ad esempio le Antille francesi, le Isole Canarie, le Isole Azzorre, Madeira e la Guyana francese.

Paesi non UE aderenti a Shengen: ovvero Norvegia, Islanda, Svizzera e Lichtenstein.

Paesi UE con controllo alla frontiera: Regno Unito e Irlanda.

Altri stati europei non UE: Andorra, Principato di Monaco, Città del Vaticano, San Marino, Bosnia-Erzegovina, Albania, Macedonia, Montenegro e Serbia.

Alcuni stati non europei: è possibile visitare anche Turchia, Egitto, Tunisia e Marocco con la sola carta di identità valida per l’espatrio. 

Tuttavia, in questo caso, vi consigliamo di informarvi in anticipo su eventuali eccezioni o restrizioni (ad esempio potrebbe essere possibile entrare senza passaporto solo in caso di viaggio organizzato).

Cosa Occorre nelle Destinazioni Dove Non è Ammessa la Carta di Identità?

Se invece sognate un viaggio più lontano dai confini nazionali, avrete quasi sicuramente bisogno di un passaporto individuale in corso di validità. 

Tuttavia, in alcune condizioni molto particolari, come ad esempio un viaggio di gruppo o alcune vacanze in crociera, potrebbe essere sufficiente un documento sostitutivo. 

L’esempio più classico è il passaporto collettivo, una carta valida per l’espatrio temporaneo richiedibile solo da Tour Operator specializzati e valida unicamente per il periodo di durata del viaggio.

In ogni altro caso, quando si affronta un viaggio all’estero, avere un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi è non solo fondamentale per la sicurezza, ma anche indispensabile per evitare di dover rientrare in Italia prima del dovuto e rischiare di terminare in anticipo l’avventura per un mero motivo burocratico.

Tuttavia tenete ben presente: se vi dovesse capitare di ritrovarvi all’improvviso con i documenti per l’espatrio smarriti, strappati, rubati o scaduti, potrete comunque fare richiesta per un passaporto d’urgenza prima della partenza. 

In questo caso però, sarà necessario dimostrare con la documentazione adeguata il motivo della fretta.

Invece, se lo smarrimento o l’eventuale furto si verifica all’estero, sarà necessario recarsi in ambasciata e richiedere il rilascio di un documento provvisorio di viaggio. 

Ma andiamo per ordine e cerchiamo di capire cosa è necessario fare per ottenere un passaporto.

Come e Dove Fare il Rinnovo del Passaporto?

Come prima cosa, è importante sapere che non è propriamente corretto parlare di rinnovo del passaporto. 

Infatti, alla scadenza del documento, è necessario sostituirlo con uno completamente nuovo. 

Ancora, dal 20 maggio 2010, tutti i passaporti rilasciati in Italia sono di tipo elettronico, dotati quindi di microchip, dati anagrafici, firma digitale, fotografia e impronte del proprietario.

Il documento ha una validità di 10 anni dalla data della sua emissione, per cui i passaporti di tipo tradizionale, rilasciati prima del 2010, sono ormai quasi scomparsi. 

Inoltre, solo con il passaporto elettronico è possibile aderire al programma ESTA che permette di entrare negli Stati Uniti senza visto.Ma dove richiedere il nuovo passaporto?

Quando il documento è scaduto o ha una validità residua inferiore a 6 mesi, è necessario procurare la documentazione necessaria per ottenerne uno nuovo e consegnarla presso i seguenti uffici:

  • La Questura della vostra città
  • La stazione dei Carabinieri
  • L’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza

Tuttavia, poiché per ottenere il passaporto elettronico è comunque necessario recarsi in Questura per farsi prendere le impronte digitali, noi vi consigliamo di seguire questa strada. 

Ancora, poiché i tempi per il rinnovo possono variare moltissimo a seconda dei periodi e dell’ufficio presso cui si è fatta richiesta, il nostro suggerimento è di intraprendere le pratiche necessarie con almeno sei mesi di anticipo rispetto alla data di partenza del vostro viaggio.

Infatti, le tempistiche vanno da circa una quindicina di giorni per la consegna presso la Questura di residenza, a due o tre mesi (o anche più) se si decide di rinnovare il passaporto nel comune di domicilio. 

Ancora, grazie ad una convenzione con le Poste Italiane, è possibile anche richiedere la spedizione del nuovo documento direttamente a casa, al costo di 9,05 euro.

Infine, per evitare lunghe code e inutili tempi di attesa presso gli uffici, è possibile utilizzare il servizio passaporti online della Polizia di Stato per fare richiesta online e prenotare ora, data e luogo di consegna della documentazione. 

Per ulteriori informazioni, consultate il sito della Polizia di Stato alla pagina dedicata, dove troverete tutti i dettagli relativi al passaporto.

Posso Richiedere il Passaporto all’Estero?

Per ragioni diverse, potrebbe essere necessario richiedere il vostro passaporto all’estero. 

Capita infatti di essere via per lavoro o di aver spostato il proprio domicilio in un Paese fuori dell’Italia e dover seguire la procedura per il rinnovo del passaporto internazionale. 

In questo caso, è necessario recarsi presso le rappresentanze diplomatico-consolari dello stato in cui cu su trova.

Fissando per tempo un appuntamento, gli impiegati del Consolato si prenderanno in carico il rinnovo del vostro passaporto. 

Per conoscere tutti i dettagli a riguardo, visitate la pagina dedicata della Farnesina

Ancora, alle pagine dei singoli paesi del portale www.viaggiaresicuri.it, potrete trovare i contatti della rappresentanza cui fare riferimento.

Costo del Passaporto

La spesa per ottenere il passaporto italiano ammonta a 116 euro ed è la stessa presso tutti gli uffici competenti. 

A questa cifra vanno aggiunti il prezzo per le fototessere (dai 5 ai 10 euro) ed eventualmente il costo della spedizione del documento al domicilio. 

Il costo totale è così ripartito:

  • 42,50 euro per il costo del libretto, da versare tramite bollettino postale
  • 73,50 euro di contrassegno amministrativo

Inoltre, è importante sottolineare che dal 24 giugno 2014 è stata abolita la tassa annuale del passaporto ordinario e, di conseguenza, è possibile utilizzare senza problemi e senza costi aggiuntivi tutti i passaporti (compresi quelli rilasciati prima di tale data) fino al momento della scadenza.

Documentazione Necessaria

Alla scadenza o in seguito allo smarrimento, al furto o al deterioramento del passaporto, occorre procurare i documenti necessariper ottenerne uno nuovo e consegnarli agli uffici competenti. 

A questo punto quindi, dopo aver conosciuto i costi da considerare, vediamo cosa serve per il rilascio del passaporto nel 2019:

  • Il modulo compilato e stampato con la richiesta di rilascio del passaporto (diverso per maggiorenni e minorenni) disponibile presso gli uffici della Questura o sul sito della Polizia di Stato.
  • 2 fototessere identiche e recenti, scattate frontalmente e a viso scoperto, con sfondo bianco e di dimensioni 35-40 mm.
  • Un documento di riconoscimento ed una fotocopia dello stesso (carta di identità, patente, ecc.);
  • Ricevuta di pagamento del bollettino postale che attesta l’avvenuto versamento della quota per il costo del libretto (42,50 euro) sul c/c n.67422808 intestato al Ministero dell’Economia e Finanze – Dipartimento del Tesoro, che abbia come causale “importo rilascio passaporto elettronico”;
  • Marche da bollo per un importo totale di 73,50 euro, che potete acquistare nelle rivendite autorizzate o presso i tabaccai;
  • Eventuale denuncia di furto o smarrimento.

Ora che sapete cosa serve per richiedere e rinnovare il passaporto, non vi resta che iniziare a predisporre tutti i documenti necessari, affinché possa esservi consegnato per tempo e prima di intraprendere la vostra nuova avventura di viaggio! 

Se avete ancora dei dubbi, date uno sguardo a questo video ufficiale della Polizia di Stato che spiega tutte le procedure necessarie per il rilascio del passaporto.

Tempi di Rilascio

Di solito, dalla richiesta del passaporto al rilascio dello stesso trascorrono alcune settimane. 

Tuttavia, le tempistiche possono variare in base all’ufficio presso il quale si decide di consegnare la documentazione.

Come dicevamo infatti, i tempi possono essere molto laschi: nella migliore delle ipotesi, potreste ottenere il vostro documento già dopo 2 giorni dalla richiesta, mentre nel caso peggiore sarà necessario aspettare fino a 2 o 3 mesi. 

Questo è particolarmente vero specialmente se la vostra richiesta è a ridosso dei mesi estivi e dei periodi di vacanza in genere, durante i quali si registra un carico di domande molto elevato. 

In ogni caso, la media delle tempistiche di rilascio del passaporto è comunque di circa 15 giorni.

Come Funziona la Richiesta del Passaporto per i Minorenni?

Per quando riguarda i figli minori, dal 2012 non è più possibile iscriverli sul documento di uno dei due genitori. 

Al contrario, ad oggi è necessario che tutti i cittadini italiani minorenni che viaggiano all’estero siano forniti di un passaporto individuale. 

Quindi, non esiste più un’età minima per il passaporto, ma è necessario richiederne il rilascio fin dalla nascita. 

Inoltre, la validità di questi documenti per l’espatrio ha una durata inferiore rispetto a quella degli adulti, in particolare:

Passaporto per bambini da 0 a 3 anni: validità 3 anni

Passaporto per bambini e ragazzi da 4 a 18 anni: validità 5 anni

I documenti necessari per il rilascio sono gli stessi richiesti per gli adulti, con la differenza che in questo caso è assolutamente necessario l‘assenso di entrambi i genitori del minore, i quali devono recarsi congiuntamente presso il Pubblico Ufficiale e firmare di comune accordo. 

La procedura non cambia anche in caso di genitori divorziati. Inoltre, ai minori di età superiore ai 12 anni, è anche richiesto di depositare le impronte digitali.

Cosa Succede se ho Bisogno di un Passaporto Urgente?

Nel caso si presenti un’improvvisa necessità di recarsi all’estero, dovuta a motivi di lavoro, familiari o di qualsiasi altra natura, potrebbe essere necessario il rilascio di un passaporto urgente. 

Cosa fare in questi casi? 

Niente panico! Esiste una procedura ad hoc, tramite la quale si riesce ad ottenere il passaporto in tempi rapidissimi.

La prima cosa da fare per velocizzare i tempi, è innanzitutto scegliere di recarsi direttamente in Questura o presso l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza e richiedere l’iter di richiesta rapida. 

Tuttavia, tenete presente che per ottenere la procedura d’urgenza dovrete presentare della documentazione che attesti il carattere d’urgenza della vostra richiesta. 

Solitamente la richiesta è accolta solo per comprovati motivi di salute, lavoro o studio.
Pubblicità