EMIRATES PALACE ABU DHABI: COSA VISITARE, COME ARRIVARE, ORARI E PREZZI

Abu Dhabi Emirati Arabi Uniti

Emirates Palace è una delle principali attrazioni turistiche di Abu Dhabi: palazzo di rappresentanza degli Emirati e centro congressi, è anche uno degli hotel a sette stelle più strabilianti del mondo.

Le sette stelle, tuttavia, non sono ufficialmente riconosciute e qui viene il bello: contrariamente a quanto si creda, un soggiorno a Emirates Palace, soprattutto in determinati periodi dell’anno (nei torridi mesi estivi ma anche tra Settembre e Ottobre o tra Marzo e Aprile),L’hotel di Emirates Palace, di proprietà del governo di Abu Dhabi, è gestito dal gruppo Kempinski Hotels & Resorts.

Comprende 302 stanze e 92 suite, di cui 22 riservate a capi di stato e al loro entourage. 

Sei suite, all’ultimo piano, sono accessibili esclusivamente ai membri della famiglia reale degli Emirati Arabi.

Cosa visitare gratuitamente

Di Emirates Palace puoi visitare gratuitamente tutto il primo piano, dalle 10 alle 22.

Percorso esterno 

Da non perdere la scenografica scalinata, i giardini (un centinaio di ettari con almeno 8000 alberi), le 12 fontane con giochi d’acqua, e in generale la vista d’insieme su questo magnifico edificio, sormontato da più di 114 cupole, fra cui quella del Grand Atrium, più grande della cupola di San Pietro. 

L’hotel è dotato di una spiaggia privata di circa 1,3 km, accessibile solo ai clienti dell’hotel.

Percorso interno 

All’interno di Emirates Palace si possono visitare le “lobby”, ovvero le aree che compongono il monumentale ingresso: un tripudio di oro (tra cui la foglia a 22 carati che riveste la cupola del Grand Atrium), Swaroski e marmi di 13 differenti colori, corrispondenti alle sfumature del sole nel deserto, dal giallo dell’alba al rosso del tramonto. 

Tutto molto sfarzoso e opulento eppure incredibilmente armonioso ed elegante.

Al primo piano, fino a non molto tempo fa si trovavano i mitici Goldmat che dispensavano lingottini d’oro con prezzi a a partire da 500 AED (circa 100 euro). Lungo il percorso, impossibile non fermarsi di fronte alle vetrine della Barakat Gallery, che espongono collezioni di antichi manufatti greci, romani, cinesi, egiziani, negozi di iper-lusso e Rolex a parete.

Da questo piano, volendo e potendo, hai accesso a una decina di ristoranti con vari tipi di cucina (tra cui un raro locale con cucina arabo-emiratina e un pluripremiato ristorante cinese) e diversi bar.

L’illuminazione notturna di Emirates Palace è di struggente bellezza. La scelta dell’illuminazione si basa sulla tecnologia più innovativa: alta efficienza energetica, lampade a lunga durata.

Dove godersi tutta l’atmosfera

Se vuoi goderti l’atmosfera di Emirates Palace, il posto ideale per appostarsi è il bar Le Café, che si trova subito dopo l’entrata e il salone di ingresso, in posizione strategico-panoramica.

Qui puoi prendere il cappuccino con scagliette d’oro 24 carati commestibili (all’incirca 11 euro, servizio e tasse incluse), oppure un espresso senza fronzoli, ma incredibilmente buono che ti costa esattamente la metà (intorno ai 6 euro). 

Insieme all’espresso, ti porteranno un bicchiere di acqua, uno mini di succo di frutta, dei datteri e dei pasticcini, ed è tutto incluso nel prezzo. 

Se vuoi assaggiare qualcosa di locale veramente originale, puoi provare l’hamburger di cammello (il costo è di circa 30 euro). 

Oppure puoi farti tentare da un sontuoso tè all’inglese, accompagnato da scons e altre leccornie disposte su vassoi a più piani: equivalente calorico incalcolabile, costo tra 69 e 90 euro. 

Naturalmente puoi anche scegliere un tè più sobrio, la varietà è notevole e puoi farti consigliare, e insieme a un dolcetto te la cavi con circa 15-20 euro.

Indipendentemente dalla tua consumazione (il menù propone nel complesso una discreta scelta per tutte le tasche), sarai servito mentre sei comodamente spaparanzato su un soffice divano, temperatura ambientale perfetta, connessione Internet wireless gratuita, musica celestiale dal vivo in discreto sottofondo.

Particolare di infima quotidianità ma utile: in caso di necessità, puoi accedere liberamente alle toilette del primo piano. 

E posso assicurare alle signore che ne vale la pena, fosse solo per lavarsi le mani.

Naturalmente, per quanto la visita sia molto piacevole e interessante, soggiornare a Emirates Palace è “un’altra cosa”, e sentiamo davvero di consigliarvelo per celebrare occasioni molto speciali.

Come arrivare

Arrivare in taxi a Emirates Palace è facile: Emirates Palace è un landmark, cioè uno dei punti di riferimento o parola chiave, noto anche ai tassisti alle prime armi. 

Emirates Palace segna infatti un ideale confine ovest dell’isola principale che costituisce Abu Dhabi (il punto opposto, a est, è il porto di Al Mina).

In caso contrario, dai come parola chiave al tassista “Corniche”. 

Arrivati sul lungomare di Corniche, con il mare di fronte, guarda verso ovest e individuerai subito Emirates Palace.

Per arrivare in autobus a Emirates Palace, puoi prendere gli autobus: 007 o 010, diretti a Al Ras Al Akhdar.

Come vestirsi

Per visitare Emirates Palace non ti è richiesto un abbigliamento formale o particolare, basta rispettare il codice di abbigliamento richiesto nei luoghi pubblici di Abu Dhabi.

Per maggiori informazioni: Emirates Palace Hotel Abu Dhabi