I VULCANI PIÙ AFFASCINANTI E SPETTACOLARI AL MONDO

Monte Fuji Giappone

Nel mondo sono presenti migliaia di vulcani e di questi moltissimi sono considerati attivi.

Se vuoi scoprire quali sono i più affascinanti e se stai valutando di visitarne qualcuno, lasciati condurre in questo viaggio al centro della Terra, dove tutto ha origine.

Tra i vulcani più spettacolari, attivi e pericolosi al mondo, troviamo:

Monte Fuji, Giappone

Considerato una delle tre montagne sacre del Giappone, assieme al Monte Haku e al Monte Tate, è anche meta di pellegrinaggi, soprattutto per i seguaci della dottrina shintoista, il Monte Fuji o Fujiama si trova nell’area di Tokyo ed è considerato uno dei vulcani più alti al mondo e sicuramente tra i più raggiungibili.

Riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, il Monte Fuji è sicuramente uno dei simboli del Giappone. 

Il suo cratere è formato da ben 8 creste, che si estendono per mezzo chilometro circa.

Caratterizzato da un clima alpino, il cocuzzolo del Monte Fuji è innevato dieci mesi all’anno ed è considerato un vulcano attivo. 

Per questa ragione, meglio visitarlo nel corso dei mesi più caldi, luglio e agosto, quando le temperature sono meno glaciali.

Monte Mayon, Filippine

Situato sull’isola di Luzon, nelle Filippine il Monte Mayon è un vulcano attivo, dalla forma perfetta a cono. 

Negli ultimi anni è stato iscritto, a ragione, nella lista delle 7 Meraviglie del Mondo, sebbene sia un vulcano molto temuto, essendo tra i vulcani più potenti al mondo.

L’ultima volta che si è risvegliato, si sono registrate oltre 400 scosse al giorno, e si è reso necessario evacuare oltre 47.000 persone dall’area circostante.

Assolutamente vietato visitarlo, a causa della sua attività, è obbligatorio tenersi a una distanza minima di 8 km.

Eyjafjöll, Islanda

Posto a sud dell’Islanda, il vulcano Eyjafjöll è parte di un ghiacciaio e appartiene a una piccola catena di monti.

Nel corso della sua ultima eruzione, nel 2010, mandò letteralmente in tilt il traffico aereo, a causa dell’enorme nube di cenere che si sprigionò per giorni cieli sovrastanti non solo l’Islanda ma anche l’Irlanda, la Gran Bretagna e le zone limitrofe.

Puoi andare a visitarlo ma obbligatoriamente sotto la guida di personale autorizzato, che organizza escursioni in jeep.

Quando visitarlo? Possibilmente durante i mesi più caldi, perchè le temperature sanno essere davvero molto rigide.

Vesuvio, Italia

Il Vesuvio è uno dei Vulcani più belli al mondo. Situato in Italia, e più precisamente a Napoli, domina l’intero golfo si staglia sul mare. 

Nel tempo è diventato un simbolo della città ed è uno dei due vulcani attivi in Europa continentale.

Meta di turismo tutto l’anno, il Vesuvio è visitabile a piedi, arrivando fino al cratere, dove si possono scorgere geiser spettacolari.

Il clima mite della città, permette di raggiungere questo incantevole luogo praticamente 365 giorni all’anno.

Monte Kilimanjaro, Tanzania

La più alta vetta africana, il Kilimanjaro svetta dal cuore della Savana, in Tanzania. 

Oggi è un vulcano dormiente ed è per questa ragione una meta molto gettonata dagli escursionisti di tutto il mondo.

Molto suggestiva la visuale di questo imponente vulcano, quando si riescono a scorgere elefanti e zebre alle sue pendici.

Il momento migliore per visitarlo è sicuramente il periodo che corre da giugno a ottobre. 

Meglio se accompagnati da guide autorizzate e se attrezzati in maniera adeguata.

Etna, Italia

L’Etna è un vulcano super attivo italiano, dislocato nell’isola della Sicilia, a sud dell’Italia. 

Gli abitanti delle zone limitrofe sono ormai abituati a convivere con questo vulcano in costante attività, sebbene conceda occasionalmente momenti di pausa e tregua.

Per visitarlo, è possibile raggiungerlo durante la primavera e l’autunno. L’estate rischia di essere una stagione troppo calda per poterne ammirare la bellezza.

Il vulcano Etna si staglia sul mare ed è alto 3.329 m.

Pinatubo, Filippine

Il Pinatubo è un vulcano ritenuto dormiente, sebbene nella primavera del 1991, fece tremare le Filippine, a causa della violenta esplosione di gas e fumi che sembravano volerne preannunciare il risveglio.

Durante questo evento, si levò in cielo una colonna di fumo di ben 19 chilometri, che fece disporre un immediato piano di evacuazione delle aree limitrofe.

Teide, Spagna

Il Vulcano Teide si trova sull’isola vulcanica di Tenerife, arcipelago delle Canarie. 

Alto quasi 4000 metri, è la terza vetta vulcanica più alta del mondo.

Oggi meta di visitatori che decidono di scalarlo durante tutto l’anno. L’ultima eruzione risale al 1909 e da allora il vulcano è ritenuto dormiente.

Thera, Grecia

Thera è un vulcano millenario della Grecia, dalle cui ceneri è sorta l’isola di Santorini. 

Oggi meta di turismo giovanile, è un’isola vulcanica dalle spiagge nere, a ricordare la storica colata lavica di alcuni millenni fa.

Santorini è raggiungibile con circa due ore di aereo dall’Italia ed è perfetta da visitare soprattutto durante i mesi estivi.

Kelimutu, Indonesia

Il suggestivo vulcano Kelimutu si trova in Indonesia e la sua spettacolarità consiste nel cratere, caratterizzato dalla presenza di un lago glaciale, i cui colori spaziando dal turchese al verde smeraldo, lasciando davvero a bocca aperta.

Merita sicuramente una visita, considerando che un domani, quando dovesse risvegliarsi, il lago scomparirebbe per sempre. 

Il momento migliore per un’escursione, è da maggio a settembre inoltrato.