Passa ai contenuti principali

DUBLINO: ALLA SCOPERTA DELLA CAPITALE IRLANDESE

Irlanda

La capitale irlandese conta mezzo milione di abitanti e rappresenta il maggiore centro culturale ed economico della Repubblica d’Irlanda. 

A partire dagli anni ’90 la città ha registrato una grande crescita economica ed è diventata una destinazione molto amata soprattuto dai più giovani. 

In questa guida troverete tutti i consigli utili su cosa fare e vedere sotto il cielo d’Irlanda: 

Monumenti e luoghi d’interesse

Trinity College

La più antica università del Paese fu fondata nel 1592 ed è considerata ancora oggi una delle più prestigiose al mondo, non a caso qui studiarono Samuel Beckett, Oscar Wilde, Edmund Burke e Oliver Goldsmith; le statue degli ultimi due si trovano all’esterno dell’ingresso. Al suo intorno si trova inoltre il Libro di Kells, antico e prezioso manoscritto dell’800 d.C.

Cattedrale di Cristo

La Cattedrale di Cristo è consacrata al culto anglicano ed è una delle più belle chiese presenti nella capitale. Le origini di questa chiesa risalgono all’XI° secolo, distrutta in seguito da un incendio fu ricostruita dai Normanni due secoli dopo. L’attuale struttura risale invece al 1870.

Birrificio Guinness Storehouse

Se siete cultori della famosa birra Guinness non potete perdervi questa attrazione: parliano del birrificio Guinneess Storehouse, situato presso la birreria St James Gate. Il birrificio si sviluppa su una struttura di 7 piani in vetro, a forma di pinta di….Guinness naturalmente. All’interno del birrificio-museo potrete ripercorrere la storia del fondatore Arthur Guinness, scoprire il metodo di preparazione della celebre birra e soprattutto godere di una spettacolare vista panoramica sulla città dal Gravity Bar che si trova all’ultimo piano.

Musei

Galleria Nazionale

La Galleria Nazionale d’Irlanda è una delle pinocoteche più importantui del Paese ed ospita quadri di importanti pittori irlandesi ed europei come Yeats, Caravaggio, Velasquez, Rembrandt. Ingresso gratuito.

Museo Irlandese di Arte Moderna

Conosciuto anche come IMMA (acronimo di Irish Museum of Modern Art) si trova all’interno dell’ex Royal Hospital Kilmainham e vanta una collezione di 4.500 opere d’arte di maestri del calibro di Jack B. Yeats, Rebecca Horn, Marina Abramovice tanti altri, al pari di opere di grandi artisti del passato, tra cui Rembrandt, Goya e Hogarth. Ingresso gratuito.

Chester Beatty Library

Questo museo ospita una collezione impressionante di arte, libri e manoscritti storici, tra cui i Biblical Papyri, una delle copie più antiche dei quattro vangeli, dipinti giapponesi del 17° secolo e tanto altro ancora. Ingresso gratuito.

Prigione-museo di Kilmainham Gaol

La prigione di Kilmainham Gaol, costruita nel 1796, ha rivestito un ruolo importante nella storia patria locale: qui infatti furono imprigionati i patrioti irlandesi coinvolti nelle rivolte indipendentiste contro la corona britannica. Abbandonata pochi anni dopo la creazione dello Stato Libero d’Irlanda, la prigione è diventata alcuni decenni fa un museo molto suggestivo, resa tra l’altro famosa dal film Nel nome del padre del 1993.

Vita notturna e pub irlandesi

Temple Bar

Dublino, come tutta l’Irlanda è famosa per i suoi caratteristici e bellissimi pub, luoghi ideali dove assaggiare una delle deliziose birre locali in un’atmosfera tipicamente irlandese. La zona più famosa per i pub e la vita notturna in città è la celebre Temple Bar, lungo i cui vicoli si esibiscono spesso talentuosi artisti di strada.

I pub più antichi

Se cercate pub ancora più autentici, il nostro consiglio è di visitare quelli più antichi ancora esistenti. Su tutti spicca il Brazen Head, il pub più antico della città, la cui apertura risale addirittura al 1198 (20, Bridge street Lower, Dublin 8); altri pub suggestivi che meritano certamente una visita sono i ben più “giovani” Mulligan, inaugurato nel 1782 (8, Poolbeg street, Dublin 2) e The Stag’s Head, aperto nel 1780 (1, Dame Court, Dublin 2), che spesso vede musicisti locali cimentarsi in jam session improvvisate di musica tradizionale irlandese.

La musica irlandese

La musica irlandese è conosciuta in tutto il mondo ed è parte fondamentale dell’identità irlandese. Non occorre cercare un luogo in particolare a Dublino per ascoltare vituosi musicisti locali, semplicemente perchè la musica troverà voi in ogni angolo della città: vi basterà ad esempio passeggiare per Temple Bar o lungo Grafton Street, per trovare ad ogni ora del giorno talentuosi cantanti e musicisti di ogni età impegnati in grandi performance di strada. Se invece volete ascoltare musica in un luogo chiuso ancora una volta le vostre mete saranno i pub, fra cui vi segnaliamo il Foggy Dew (frequentanto soprattuto da locali e pochi turisti), il Globe per la musica blues rock e il O’Donoghue’s per la musica folk.

Parchi e natura

Phoenix Park

Se la natura è uno degli elementi che ha reso l’Irlanda una destinazione così popolare, non è un caso che la sua stessa capitale offra alcuni dei più grandi e bei parchi cittadini d’Europa, come ad esempio l’enorme Phoenix Park: oltre 700 ettari di natura lussureggiante che ne fanno una vera e propria riserva all’interno della città, dove ci si può imbattere facilmente in cervi e scoiattoli. Il parco ospita inoltre al suo interno il Palazzo del Presidente della Repubblica d’Irlanda e uno zoo.

Ti potrebbe anche interessare:

REGOLE BAGAGLIO A MANO E DA STIVA CON EASYJET

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 
Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.
Se volate solo con il bagaglio a mano
Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 
Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.
Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) …

QUALI SONO I 7 EMIRATI ARABI UNITI

Terra di contrasti e contraddizioni, ultramoderna ma allo stesso tempo legata alle più antiche tradizioni locali. 
Gli Emirati Arabi Uniti (EAU), perla del Medio Oriente al confine con l’Oman e l’Arabia Saudita, sono tutto e il contrario di tutto. 
Al loro interno convivono i grattacieli più alti del mondo e le distese del deserto con i beduini, i centri commerciali ultramoderni insieme agli antichi villaggi dei pescatori. 
Di solito si identifica il Paese con la città di Dubai, ma sono sette gli emirati che compongono la federazione: 
Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujairah, Ras al-Khaima, Sharjah e Umm al-Qaywayn.
Tra le nazioni più ricche al mondo, trovano la loro principale fonte di guadagno nel petrolio ma anche, perlomeno a Dubai, nel turismo e nel commercio visto che è Abu Dhabi a detenere il 90% delle risorse di oro nero nel Paese.
Cosa deve aspettarsi chi fa un viaggio negli EAU?
Se la meta è Dubai sicuramente il lusso, l’esagerazione e l’abbondanza (negli hotel, nei negozi, nel cibo). 
Ma…

COME PARCHEGGIARE IN AEROPORTO

L’aereo è il mezzo più comodo, sicuro e veloce per viaggiare ma come si suol dire non sono tutte rose e fiori, ecco tutti i consigli su come parcheggiare in aeroporto.
Considerato infatti il largo anticipo con cui ci si deve presentare per il check-in, l’automobile risulta di certo il mezzo di trasporto più comodo e pratico per raggiungere l’aeroporto, ove parcheggiare in uno dei numerosi parcheggi, che servono lo scalo, per il periodo del viaggio.
Un servizio quello dei parcheggi, presente ormai in tutti gli aeroporti ed attivo 365 giorni l’anno, 24h su 24, che permette ai viaggiatori di snellire i pensieri e di non accrescere ulteriormente, le ore per il volo.
Perché scegliere di andare all’aeroporto in auto
Quando per i più svariati motivi ci si ritrova a dover prendere un volo, si hanno fondamentalmente quattro possibilità:
ricorrere alla comoda ed economica (spesso free) navetta, posta in genere in punti strategici e ben collegata con le stazioni ferroviarie e dei bus;utilizzare la pr…

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…
Top