Passa ai contenuti principali

I MIGLIORI RISTORANTI DI LUSSO IN ITALIA

Italia

Il modo ideale per apprezzare la cucina italiana d’eccellenza è conoscere quali sono i ristoranti stellati di maggior prestigio, dove gli chef più famosi esprimono la propria creatività attraverso piatti inimitabili e abbinamenti geniali, trasformando una cena in un’esperienza gastronomica di altissimo livello, che consente di scoprire sapori nuovi e rielaborazioni di alimenti noti in una veste inedita.

Iniziamo perciò un viaggio tra i ristoranti top in Italia, da prenotare e visitare come se ospitassero opere d’arte, si tratta pure sempre di luoghi speciali che racchiudono il meglio delle identità gastronomiche locali.

Ristorante Gualtiero Marchesi, le nuove alchimie del gusto

Il Maestro Gualtiero Marchesi è il più celebre chef italiano, da sempre alla ricerca del semplice, del buono e del bello, un vero artista che si esprime unicamente in cucina e dal 1993 nel Ristorante che porta il suo nome presso. 

L’Albereta a Erbusco, in provincia di Brescia. L’area geografica in cui si trova il ristorante è la Franciacorta, nota per i vigneti e per la produzione di spumante, un buon pretesto per visitare una zona ricca di vini DOC immersa nel verde e fare tappa al Ristorante Marchesi, il luogo in cui la grande cucina diventa un linguaggio universale.

Il suo stile prevede anche creazioni denominate “art food”, piatti ispirati alle opere di Warhol, Pollock e Fontana, se invece volete provare i classici dello chef scegliete l’antipasto di pesce, l’uovo all’uovo, il riso oro e zafferano, il raviolo aperto, le penne asparagi e tartufo e il filetto alla Rossini, capolavori del gusto che amalgamano bellezza, armonia e poesia.

All’Albereta risiede anche la Scuola di Formazione di Marchesi, da dove provengono i più prestigiosi chef del momento e nascono nuove proposte d’alta cucina. 

Lo staff del ristorante è composto da 18 cuochi e tutti i menù sono concepiti non solo come ideazioni originali ma anche come declinazioni della cucina salutista tramite il minimalismo, ovvero la riscoperta della pura essenza di ogni pietanza.

Fantasia e talento, la cucina di Davide Scabin

Siete mai stati in un ristorante all’interno di un museo d’arte contemporanea? 

Quello che vi consigliamo non è un luogo in cui fare una sosta dopo la tappa a una mostra, bensì un ristorante innovativo in cui si sperimentano continuamente rivisitazioni di piatti tradizionali piemontesi e tentazioni moderne, stimolati dalla cornice del Museo d’Arte Contemporanea del Castello di Rivoli, vicino Torino. 

Il nome del Ristorante è Combal.Zero e lo chef è Davide Scabin: se amate la cucina di ricerca questo è il posto giusto per l’art & food design.

Resterete sorpresi dai piatti elaborati da Scabin, chef rinomato anche all’estero in virtù delle sue intuizioni, come il Cyber Egg, non un semplice uovo bensì una doppia camera d’aria di cellophane trasparente riempita con aria da una parte e dall’altra con caviale, rosso d’uovo, vodka e scalogno, oppure il Rognone al gin, piatti di grande successo che attestano l’elevato standard raggiunto dal Combal.Zero.

A proposito di inventiva, Scabin ha brevettato lo Scabin Salt System, un sistema per salare le pietanze in base ai tempi di cottura usando pasticche, liquidi e gelatine in luogo del classico “quanto basta”. 

Gustate le ricette all’avanguardia di questo ristorante piemontese il cui motto è “se non c’è il rischio di sbagliare non c’è il bisogno di esporsi con l’anima”, scoprirete il volto più moderno della gastronomia Made In Italy.

La classe di Heinz Beck a Roma

Heinz Beck è uno chef tedesco che sin dal 1994 guida il ristorante La Pergola, all’interno dell’Hotel Rome Cavalieri, Waldorf Astoria Hotels & Resorts conosciuto per i premi ricevuti e per i libri dedicati alla gastronomia, un punto di riferimento per tutti i gourmet in Italia. 

Beck è riuscito nell’impresa di rendere semplice ogni piatto adoperando materie prime e metodi di cottura esclusivamente italiani e La Pergola rappresenta il non plus ultra della sua creatività: un ristorante che si distingue per i menù che sintetizzano tradizione e modernità e che pone la scelta degli ingredienti al primo posto.

Per garantirsi un’esperienza di puro lusso prenotate con largo anticipo alla Pergola, elegantissimo ristorante caratterizzato da porcellane di Sèvres, da candelabri di bronzo del Settecento, pregiati mobili Impero e da una collezione di vetri soffiati di Emile Gallé.

Le guide più autorevoli hanno assegnato il massimo punteggio a questa location, che fra l’altro dispone di una wine cellar con oltre 53.000 bottiglie, perciò nel vostro prossimo viaggio a Roma non può mancare La Pergola, è qui che Heinz Beck lancia le sue sfide alla gastronomia convenzionale, riuscendo sempre a vincere e a far trionfare il gusto sopra ogni cosa.

Idee in collisione, l’arte di Massimo Bottura

Modena, nel cuore dell’Emilia-Romagna, riserva ai food lover un piccolo tesoro dove è d’obbligo fermarsi a cena, l’Osteria Francescana in via Stella 22, dimora dello chef Massimo Bottura. 

Solo 12 tavoli per offrire ai clienti più esigenti qualcosa di unico, gastronomia d’eccellenza nel rispetto dei sapori tipici del nostro Paese.

Bottura è uno chef che ama rompere le regole, dosare con mano sicura l’irriverenza nelle proprie ricette e contaminarle con suggestioni che fanno pensare a un quadro piuttosto che a un piatto da assaporare. 

L’Osteria è senza dubbio uno dei posti maggiormente consigliati per conoscere la cucina italiana, provate ad esempio i menù degustazione intitolati Tradizione, Classici e Sensazioni, sarà come fare un viaggio nella storia del Belpaese.

Carlo Cracco, gourmet a Milano

Chi ha visto Masterchef sa già di chi parliamo: lo chef Carlo Cracco è il patron dell’omonimo ristorante nel cuore di Milano, aperto nel 2001 e oggi incluso nella lista dei migliori 50 ristoranti del mondo.

Cracco è uno dei precursori della cucina sperimentale in Italia, infatti qui potrete assaggiare oltre al menù classico e creativo anche uno che riepiloga le creazioni più celebri realizzate negli ultimi 10 anni. 

La location è molto accogliente e le pareti si distinguono per la boiserie di ciliegio che conferisce un tocco di raffinatezza aggiuntivo alle deliziose portate presenti nei menù.

In questo itinerario in 5 tappe sono rappresentate sia le proposte più tradizionali sia le ricette più coraggiose, poiché i veri buongustai non temono la novità e si affidano ai massimi esperti, gli chef, interpreti genuini della grande gastronomia italiana.

Articoli più letti:

LE MIGLIORI COMPAGNIE AEREE LOW COST IN EUROPA NEL 2018

Una guida ai più importanti vettori a basso costo in Europa con tutte le informazioni utili sulle destinazioni servite nel 2018, per sapersi orientare fra le migliori offerte di voli low cost nel Vecchio Continente.
Tuttavia l’aumento vertiginoso negli ultimi anni dei vettori e il moltiplicarsi delle offerte e delle destinazioni può facilmente disorientare il viaggiatore alla ricerca di un volo economico. 
Come orientarsi allora nell’era delle offerte e dei voli low cost?
Ecco le 20 migliori compagnie low cost d’Europa: 
1. Ryanair, Irlanda, (RYR)
Fondata nel 1985, il vettore irlandese è la compagnia che inaugurato le tariffe aeree low cost ed oggi conta oltre 200 destinazioni servite da/per 31 Paesi europei, oltre che da/per Marocco, Giordania, Israele. Ryanair è inoltre la compagnia aerea con più rotte e traffico passeggeri in Italia con ben 14 basi nelle principali città della Penisola. La sua grande popolarità deriva dalla politica dei prezzi estremamente conveniente, che ne fa il vett…

PIANA DI GIZA: LE PIRAMIDI E LA SFINGE

Nulla del mondo antico si avvicina per fama alla Piana di Giza e alle Piramidi di Giza. 
Basti pensare che la sola Piramide di Cheope (o Grande Piramide) è l’unica tra le Sette Meraviglie del Mondo Antico giunta sino ai giorni nostri.
La Piramide di Cheope è la più grande delle tre piramidi della Piana di Giza. 
Costruita secondo le fonti dell’archeologia ufficiale intorno al 2570 a.C., è rimasta l’edificio più alto del mondo per circa 3800 anni. 
Fu eretta come monumento funebre da Cheope, faraone della IV dinastia dell’Egitto antico e realizzata su disegno dell’architetto reale Hemiunu.
L’intera necropoli è una testimonianza della gloria e della potenza dei faraoni dell’Antico Regno. 
Appena fuori del Cairo, sull’altopiano sorgono, oltre la Piramide di Cheope, anche quelle minori di Chefren e Micerino, la Grande Sfinge, alcune piramidi di piccole dimensioni, la Barca Solare, il villaggio operaio e alcuni cimiteri. 
Fin’ora, scienziati e archeologi non sono stati in grado di capire esattame…

I DOCUMENTI INDISPENSABILI DA PORTARE IN VIAGGIO

Le tanto attese ferie estive sono finalmente arrivate, se state per partire in vacanza, non vi resta che preparare la valigia. 
Ma quali sono i documenti utili che dovrete portare con voi in viaggio?
Il documento che non dovrebbe mai mancare nei vostri viaggi è quello di identificazione.
In caso di viaggi sul territorio nazionale, il DPR n. 445 del 2000 stabilisce che è sufficiente la carta d’identità o uno dei documenti equipollenti (“il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato”).
Per i viaggi nei paesi dell’Unione Europea o all’interno dello spazio Schengen (e in tutti quei Paesi con cui sono in vigore particolari accordi di reciprocità) è sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio.
Per tutti gli altri Paesi ric…

COME E QUANDO VISITARE IL CENACOLO DI LEONARDO DA VINCI

Oggi parliamo del capoluogo della Lombardia, dedicando un articolo a tutti coloro che cercano informazioni in merito a come e quando visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano.
Ammirabile nel periodo che va dal 16 Marzo al 30 di Giugno, lo splendido dipinto di Leonardo richiede a tutti i suoi ospiti una prenotazione obbligatoria, da effettuare chiamando al numero telefonico +39 0292800360
Lo stesso numero, ovviamente, è utilizzabile per l’acquisto dei biglietti.
Se vi state chiedendo dove recarvi per visitare il Cenacolo Vinciano a Milano, vi informiamo che esso è custodito presso il refettorio del Convento di Santa Maria delle Grazie a Milano.
Quando visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano:
Per visitare il Cenacolo basta recarsi, venti minuti prima e a seguito di opportuna prenotazione, presso il Convento di Santa Maria delle Grazie (sito nell’omonima piazza) durante le seguenti fasce orarie: Ingresso alle 9,30 – Ingresso alle 15,30 (visita guidata in lingua inglese)In…

VIAGGIO A KIEV: COSA FARE E VEDERE

Kiev è la capitale dell’ Ucraina, una metropoli cosmopolita e affascinante molto simile e così diversa dalle altre città europee. 
La città è molto sicura (anche di notte), ricca di parchi e sono moltissimi e caratteristici i sottopassaggi che ci sono come attraversamenti stradali, che a volte si allungano per centinaia di metri sottoterra e ospitano moltissimi negozi.
La strada principale del centro è Khreschatyk, un lungo viale alberato costeggiato da antichi palazzi, al termine del quale si trova Piazza Maidan con l’obelisco dell’Indipendenza, la più grande e bella piazza della città. 
Questi due luoghi nei fine settimana vengono chiusi al traffico e vi si organizzano concerti e manifestazioni.
In questo ex paese URSS indipendente dal 1991, gli edifici più belli sono sicuramente le cattedrali e le chiese. 
Santa Sofia (1017-1037) con le sue 13 cupole, 260 mq di mosaici e 3000 mq di affreschi è davvero un portento; dalla piazza di fronte è già visibile la Cattedrale di San Michele (1881-…
Top