Passa ai contenuti principali

GUIDA AI DIRITTI DEI PASSEGGERI

Diritti dei passeggeri

Si avvicinano le vacanze, aumenta il numero di viaggiatori e inevitabilmente anche i possibili problemi relativi a ritardi e cancellazioni dei voli. 

Nel caso vi capiti di trovarvi in una situazione del genere, sapete quando avete diritto a un rimborso o a una compensazione?

Ecco una breve guida che riassume i diritti dei passeggeri, affinché abbiate chiaro cosa fare in caso di problemi con una compagnia aerea. 

Ci auguriamo vi sia di aiuto!

Ritardo, cancellazione di un volo e altri problemi: scoprite quando avete diritto a una compensazione, un rimborso o altre misure.

Qual è la legge di riferimento?

La legislazione europea CE261/2004 specifica diritti e doveri dei passeggeri che viaggiano da o verso uno stato della Comunità Europea o con una compagnia aerea di bandiera europea.

Quali sono i nostri diritti?

In caso venga negato l’imbarco o in caso di cancellazione o ritardo prolungato del volo, la compagnia deve fornire un trasporto alternativo (permettendo al passeggero di viaggiare gratuitamente su un altro volo) o un rimborso totale del biglietto entro i successivi 7 giorni. 

Inoltre, il passeggero ha diritto ad ulteriori compensazioni che dipendono dal caso in questione:

CANCELLAZIONE DEL VOLO

Se il vostro volo viene cancellato e non ricevete una notifica dalla compagnia aerea con almeno 14 giorni di anticipo i vostri diritti sono i seguenti:

- Diritto a ricevere informazioni, assistenza, rimborso del biglietto o trasporto alternativo (imbarco su un alto volo). La compagnia aerea deve garantire l’assistenza necessaria: cibo e bibite sufficienti, due chiamate telefoniche o accesso alla posta elettronica e, se fosse necessario, il pernottamento per una o più notti così come il trasporto dall’aeroporto al luogo dove avviene il pernottamento.

- Essere compensati con un importo compreso tra 250€ e 600€, a seconda della distanza del volo, tenendo presente che la compensazione è maggiore quanto più lontana fosse la destinazione da raggiungere. 

Queste somme possono ridursi al 50% se la compagnia aerea offre un servizio di trasporto alternativo o se diminuisce il ritardo per raggiungere la destinazione.

Tenete in considerazione che queste disposizioni non verranno applicate se la compagnia aerea giustifica la cancellazione con cause di forza maggiore come condizioni meteorologiche avverse, scioperi, instabilità politica o minacce alla sicurezza. 

Allo stesso modo, se il passeggero accetta un volo alternativo offerto dalla compagnia aerea, non sarà possibile richiedere un rimborso del biglietto originale.

RITARDI PROLUNGATI

Se il vostro volo subisce un ritardo prolungato i vostri diritti saranno i seguenti:

- Diritto ad assistenza, a partire dalle 2 ore di ritardo, per voli a corto raggio (1.500 km) e a partire dalle 4 ore di ritardo per voli a lungo raggio (3.500 km).

- Diritto a rimborso, quando il ritardo della partenza è uguale o superiore alle 5 ore.

- Quando si raggiunge la destinazione finale tre o più ore più tardi dell’ora prevista di arrivo comunicata inizialmente dalla compagnia aerea, il passeggero può avere diritto a un indennizzo di valore identico a quello che gli spetterebbe in caso di cancellazione del volo, a meno che la compagnia aerea sia in grado di dimostrare che il ritardo è stato provocato da una circostanza straordinaria.

NEGATO IMBARCO / OVERBOOKING

Nel caso in cui la compagnia aerea non disponga di posti sufficienti sull’aereo per trasportare tutti i passeggeri con prenotazione confermata (overbooking), la compagnia può accordare altre condizioni con passeggeri che si offrano volontari. 

In caso in cui non ci siano volontari e venga negato l’imbarco contro la volontà del passeggero i diritti a cui ci si può appellare sono:

- Diritto di informazione, che consiste nella consegna da parte della compagnia aerea di un modulo stampato con riportate le condizioni di assistenza e compensazione.

- Diritto ad assistenza. La compagnia aerea deve garantire l’assistenza necessaria: cibo, bevande sufficienti, due chiamate telefoniche o accesso alla posta elettronica e, se fosse necessario, un pernottamento di una o più notti così come il trasporto tra l’aeroporto e il luogo in cui pernottare.

- Diritto al rimborso o a un trasporto alternativo

- Diritto a venire compensato, con un importo compreso tra 250€ e 600€, a seconda della distanza del volo, tenendo presente che queste quantità si possono ridurre di un 50% se la compagnia aerea offre trasporto alternativo o se riduce il ritardo per raggiungere la destinazione.

SCIOPERI

Esistono due diverse possibilità, a seconda del tipo di sciopero:

- In caso di sciopero dei piloti o del personale della compagnia aerea: 

il passeggero può reclamare il rimborso alla compagnia aerea e ha anche diritto a un indennizzo.

- In caso di sciopero senza preavviso (dei controllori aerei o del personale dell’aeroporto): i passeggeri hanno diritto al valore del biglietto, ma le compagnie aeree non sono obbligate a indennizzare dato che si tratta di cause straordinare fuori dal loro controllo.

PROBLEMI CON I BAGAGLI:

La perdita, il deterioro o il ritardo nell’arrivo del bagaglio che si è fatto imbarcare possono dare diritto a reclamare alla compagnia aerea una compensazione di fino a 1.220€.

Avete 7 giorni di tempo (21 giorni in caso di ritardo dell’arrivo del bagaglio) per presentare un reclamo. Non esiste nessun modello universale di dichiarazione, dipende dalla compagnia aerea.

Come reclamare?

In caso di cancellazione del volo, dovete presentare il vostro reclamo direttamente alla compagnia aerea che opera il volo.

In qualsiasi caso, se avete qualche dubbio o volete avere chiarimenti riguardo a un caso specifico, non esitate a contattarci: cercheremo di aiutarvi.

Indirizzi utili:

Flightright: servizio che vi aiuterà a ottenere rimborsi

Articoli più letti:

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO A MANO

Il bagaglio a mano dovrebbe esser quello che dà meno preoccupazioni, invece sempre più spesso è quello che ci mette più dubbi. Ce ne togliamo alcuni? 
Bene, cominciamo dalle misure.
Le misure consentite dalle compagnie aeree sono come segue: 55 cm di lunghezza, 25 cm di altezza, 35 cm di profondità, le misure comunque non devono superare i 115 cm in totale. 

Soprattutto l’altezza, perché è quella fondamentale affinché il bagaglio possa entrare nello scompartimento apposito sopra i sedili. (overhead locker)

Và però detto che alcune compagnie low cost richiedono queste misure: 56 x 45 x 25 cm, che come vedrete supera la somma di 115 cm. 

Quindi il consiglio è quello di mantenersi comunque sulle misure di un classico trolley di quelli piccoli, che non abbia un’altezza (con questo intendo lo spazio dal retro al fronte del trolley, mentre per altezza si intende dalla ruote alla maniglia superiore) superiore ai 35 cm. 

Ed eventualmente controllare le misure specifiche sui vari siti web delle comp…

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.
Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. In realtà il ‘centro’ vitale…

REGOLE BAGAGLIO A MANO E DA STIVA CON EASYJET

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 
Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.
Se volate solo con il bagaglio a mano
Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 
Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.
Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) …
Top