Passa ai contenuti principali

CUBA: SPIAGGE E CULTURA DAL FASCINO UNICO

Cuba Caraibi

Il sole e le spiagge dei Caraibi, una cultura dal fascino unico, una storia leggendaria, il ritmo nel sangue della sua gente: se siete alla ricerca di una destinazione fuori dal comune e volete vivere un viaggio indimenticabile, ecco perché scegliere Cuba.

Le spiagge e il mare dei Caraibi

Dici Cuba e il pensiero corre subito al sole, al mare cristallino e alle spiagge mozzafiato. 

Sono queste fra le prime ragioni che spingono ogni anno milioni di visitatori a fuggire dal freddo inverno europeo, per rilassarsi sotto il sole nell’isola più grande dei Caraibi: Cuba infatti presenta un clima tropicale che ne fa una destinazione “estiva” (26-28° è la temperatura media annuale) in tutti i mesi dell’anno e in particolare nei mesi invernali quando più basso è il rischio di imbattersi in improvvise piogge torrenziali o uragani.

Con i suoi 5 700 km di costa, Cuba presenta soltanto l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda lidi e spiagge, spesso dalla sabbia finissima e bianchissima e circondate in mare da meravigliose barriere coralline per il piacere degli amanti delle immersioni e del diving. 

Fra i posti migliori per fare vita da spiaggia sull’isola vi segnaliamo Varadero (ricca di resort di buon livello e considerata la Ibiza di Cuba), la stretta e lunga isola minore di Cayo Largo, le spiagge della Baia di Baracoa (nell’estremità orientale dell’isola), Guardalavaca, Marìa la Gorda, senza dimenticare le belle Playas de Est, il lido cittadino di L’Avana che ospita spiagge spettacolari, come Santa Maria del Mar.

L’Avana

Non si può pensare di partire alla scoperta di Cuba senza programmare una visita di almeno qualche giorno nella capitale L’Avana, principale centro politico, culturale ed economico dell’isola, nonché la sua città più grande con oltre 2 milioni di abitanti, circa il 20% dell’intera popolazione cubana (11 milioni di abitanti sull’intera isola).

Impossibile non lasciarsi conquistare dalla sua atmosfera retrò, dove le macchine d’epoca sembrano aver fermato il tempo agli anni ’50.

Passeggiare lungo il famoso lungomare Malecón al tramonto è un’esperienza unica, come pure visitare Habana Vieja, il centro storico più grande e meglio preservato di tutto il Sudamerica, dichiarato fin dal 1982 Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco, grazie ai suoi tesori di architettura coloniale, barocca e neoclassica (Plaza de la Catedral, Plaza Vieja, Plaza San Francisco e Plaza de Armas, il vicino Campidoglio).

Immancabile poi un salto nel quartiere moderno del Vedado e nella mitica Plaza de la Revolución con la celebre gigantografia di Che Guevara sull’edificio del Ministero degli Interni e il Memoriale di José Martì, dalla cui torre si può ammirare una vista panoramica mozzafiato sull’intera città.

Consigli pratici: 

E per mangiare? 

A L’Avana troverete una grande offerta di ristoranti sia economici che più lussuosi. 

Il nostro consiglio è di provare i ristoranti più piccoli e tipici, spesso a conduzione familiare, accoglienti e dall’atmosfera allegra e rilassata, come ad esempio il ristorante Sevillas Paladar ( Calle Obispo n. 455), dove poter gustare le miglior prelibatezze di pesce, a poco prezzo, affacciati sui balcone del primo piano di questa casa-ristorante.

E per dormire? 

Vale più o meno lo stesso discorso: in viaggio la scelta dell’alloggio dipende certamente dalle esigenze personali di ciascun viaggiatore e se non si vuole rinunciare al comfort, l’albergo rimane la soluzione più adatta. 

Tuttavia anche in questo caso il nostro suggerimento è di alloggiare in una delle tante case private disseminate per la città: luoghi che vi permetteranno di entrare in contatto con i locali e di vivere più autenticamente il vostro soggiorno sull’isola, come nell’accogliente e pulita Casa Yaqui, nel cuore di L’Avana Vecchia a due passi dal Malecón.

Alla scoperta dell’isola

Non solo L’Avana: Cuba presenta anche altre città dall’indubbio fascino e con incredibili bellezze naturali, anche lontano dalla costa. 

Potete ad esempio decidere di visitare la Valle di Viñales, nella parte occidentale dell’isola, con la sua natura lussureggiante da lasciare a bocca aperta, oppure decidere di recarvi verso la parte centrale dell’isola dove si trovano le incantevoli città coloniali di Cienfuegos e di Trinidad, sulla costa meridionale. 

Non mancate inoltre di fare un salto a Santa Clara, dove si trova il Mausoleo Che Guevara che, che conserva dal 1997 i resti del leggendario combattente rivoluzionario.

Infine merita senz’altro una visita anche Santiago de Cuba, la seconda città dell’isola (mezzo milione di abitanti), che vanta una vivace scena culturale e musicale, numerosi festival e l’importante appuntamento del carnevale nel mese di luglio.

Consigli pratici: 

il modo più economico per muoversi all’interno dell’isola è attraverso i bus della compagnia nazionale Viazul, tuttavia non è sempre facile trovare disponibilità di posti e poiché lo spostamento con i taxi ufficiali, a seconda delle distanze, può risultare particolarmente dispendioso, il nostro suggerimento è quello di accordarvi privatamente con qualche cubano, concordando in anticipo il prezzo del viaggio. 

Se vi state chiedendo come trovare un potenziale accompagnatore, non preoccupatevi: saranno loro a venire da voi!

La salsa e la musica cubana

Prodotto delle diverse culture che hanno forgiato l’isola, la salsa affonda le sue radici nei tradizionali balli afrocubani ed è un elemento fondamentale dell’identità cubana. 

Per capirlo basta guardare la popolazione locale: ballerini nati con il ritmo nel sangue dalla più tenera età, i cubani non perdono occasione per mostrare la loro bravura ed eleganza di movimenti, accentuati dal fatto che la versione cubana è considerata lo stile di salsa è più ritmico, energetico ed aperto all’improvvisazione.

In ogni angolo dell’isola troverete locali dove cubani e stranieri passano le loro notti danzanti al ritmo di questo suggestivo e contagioso ballo. 

Tra i luoghi più consigliati vi segnaliamo il Restaurant 1830 (Malecón No.1252), uno dei migliori posti dove trascorrere a L’Avana una serata al ritmo di salsa. 

Inoltre, se siete ballerini alle prime armi, approfittate del vostro soggiorno sull’isola per frequentare una delle tante scuole di salse cubane dove apprendere i primi passi base del ballo, come ad esempio l’accogliente Casa del Son a L’Avana Vecchia (Empedrado n. 411).

Quando si parla di salsa si parla naturalmente anche di musica. Oltre al genere legato al celebre ballo caraibico (molto popolari sono anche il latin jazz e il reggaeton), la musica cubana in generale è un’altra componente fondamentale della vita e dello spirito dei cubani, riconosciuta universalmente come un patrimonio dall’inestimabile valore culturale e artistico.

Non è un caso se l’isola ha prodotto negli anni artisti di fama mondiale come il grande Compay Segundo e i Buena Vista Social Club, ma non solo, perché la scena musicale cubana continua a mostrarsi molto vivace con giovani band di valore, capaci di mescolare tradizioni e modernità e stili differenti con risultati apprezzabili, come dimostrano gli Aceituna Sin Hueso.

Il popolo cubano

Un crogiolo unico di etnie e culture (europea, caraibica, africana) che ha creato un popolo unico, che colpisce il visitatore per la bellezza estetica disarmante della sua gente, ma ancor di più per la sua bellezza d’animo. 

Vi accorgerete subito infatti del grande spirito di accoglienza dei cubani e della grande capacità di reagire alle condizioni di vita non sempre facili sull’isola con uno spirito positivo ed allegro, che mette le relazioni umane al primo posto e che ha fatto dell’arte di arrangiarsi una vera filosofia di vita. 

Vedrete così gente che fa 3-4 lavori, che si inventa nuove attività, che si aiuta a vicenda fra amici, parenti e vicini, in nome di una solidarietà che nasce dal basso. Gente che non rinuncia mai ad una chiacchierata, a socializzare, a ridere, a ballare, senza mai smettere mai di sognare.

Per questo vi consigliamo di parlare, conoscere, entrare in contatto con quanti più locali potete: sarà l’incontro con la gente di Cuba a rendere davvero unico il vostro viaggio in questa meravigliosa isola.

Articoli più letti:

LE MIGLIORI COMPAGNIE AEREE LOW COST IN EUROPA NEL 2018

Una guida ai più importanti vettori a basso costo in Europa con tutte le informazioni utili sulle destinazioni servite nel 2018, per sapersi orientare fra le migliori offerte di voli low cost nel Vecchio Continente.
Tuttavia l’aumento vertiginoso negli ultimi anni dei vettori e il moltiplicarsi delle offerte e delle destinazioni può facilmente disorientare il viaggiatore alla ricerca di un volo economico. 
Come orientarsi allora nell’era delle offerte e dei voli low cost?
Ecco le 20 migliori compagnie low cost d’Europa: 
1. Ryanair, Irlanda, (RYR)
Fondata nel 1985, il vettore irlandese è la compagnia che inaugurato le tariffe aeree low cost ed oggi conta oltre 200 destinazioni servite da/per 31 Paesi europei, oltre che da/per Marocco, Giordania, Israele. Ryanair è inoltre la compagnia aerea con più rotte e traffico passeggeri in Italia con ben 14 basi nelle principali città della Penisola. La sua grande popolarità deriva dalla politica dei prezzi estremamente conveniente, che ne fa il vett…

PIANA DI GIZA: LE PIRAMIDI E LA SFINGE

Nulla del mondo antico si avvicina per fama alla Piana di Giza e alle Piramidi di Giza. 
Basti pensare che la sola Piramide di Cheope (o Grande Piramide) è l’unica tra le Sette Meraviglie del Mondo Antico giunta sino ai giorni nostri.
La Piramide di Cheope è la più grande delle tre piramidi della Piana di Giza. 
Costruita secondo le fonti dell’archeologia ufficiale intorno al 2570 a.C., è rimasta l’edificio più alto del mondo per circa 3800 anni. 
Fu eretta come monumento funebre da Cheope, faraone della IV dinastia dell’Egitto antico e realizzata su disegno dell’architetto reale Hemiunu.
L’intera necropoli è una testimonianza della gloria e della potenza dei faraoni dell’Antico Regno. 
Appena fuori del Cairo, sull’altopiano sorgono, oltre la Piramide di Cheope, anche quelle minori di Chefren e Micerino, la Grande Sfinge, alcune piramidi di piccole dimensioni, la Barca Solare, il villaggio operaio e alcuni cimiteri. 
Fin’ora, scienziati e archeologi non sono stati in grado di capire esattame…

I DOCUMENTI INDISPENSABILI DA PORTARE IN VIAGGIO

Le tanto attese ferie estive sono finalmente arrivate, se state per partire in vacanza, non vi resta che preparare la valigia. 
Ma quali sono i documenti utili che dovrete portare con voi in viaggio?
Il documento che non dovrebbe mai mancare nei vostri viaggi è quello di identificazione.
In caso di viaggi sul territorio nazionale, il DPR n. 445 del 2000 stabilisce che è sufficiente la carta d’identità o uno dei documenti equipollenti (“il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato”).
Per i viaggi nei paesi dell’Unione Europea o all’interno dello spazio Schengen (e in tutti quei Paesi con cui sono in vigore particolari accordi di reciprocità) è sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio.
Per tutti gli altri Paesi ric…

AFFASCINANTE OMAN: TRA MUSCAT E DESERTO

Il Sultanato di Oman è uno dei paesi più affascinate del Medio Oriente ed una meta turistica in piena espansione.
Dalla baia di Musandam a nord alle spiagge di Salalah a sud, passando per i deserti dell’entroterra centrale, l’Oman vi lascerà senza parole. 
Se avete pochi giorni a disposizione ovviamente non potrete visitare tutto, quindi vi consiglio la zona di Muscat e dintorni, con over night nel deserto.
Quando andare
Il periodo migliore per visitare l’Oman e la penisola araba è da Ottobre a Marzo, quando il clima è piacevole e non fa caldo. 
Al contrario gli altri mesi saranno bollenti. Informatevi sul periodo del Ramadan ed evitate di andare durante quel periodo per non incorrere in divieti che non vi farebbero godere appieno della vacanza.
Dove alloggiare
Se decidete di fermarvi nel deserto per una notte potrete dormire come dormono i beduini nelle tende. 
L’esperienza è pazzesca ed estremamente emozionante. Vi verranno a prendere nella cittadina più vicina e vi guideranno nel deserto, …

VISITARE LA CITTA' DEL VATICANO

Per chi trascorre una vacanza a Roma, ecco un itinerario nella Città del Vaticano, il più piccolo Stato del mondo, una visita che vale assolutamente fare almeno una volta nella vita. 
Dalla Basilica di San Pietro ai Giardini Vaticani, dalla Cappella Sistina alle aree archeologiche, il Vaticano è un concentrato di bellezze artistiche che non ha eguali.
Una volta arrivati, non potrete non restare affascinati da Piazza San Pietrocon le sue colonnate, realizzata dal Bernini nel 1600, dominata dalla Basilica la cui facciata è larga 115 m e dal ‘cupolone’. 
Dalla finestra centrale, la cosiddetta Loggia delle Benedizioni, si affaccia il Papa per rivolgere il messaggio augurale urbi et orbi (‘alla città e al mondo’) subito dopo l’elezione e in occasione delle festività religiose.
L’interno della Basilica è un condensato di opere d’arte e di architettura: da Michelangelo al Canova, qui si possono apprezzare i migliori capolavori italiani, come il Baldacchino e la cupola. 
Oltre alla Basilica di San…
Top