Passa ai contenuti principali

COSA FARE E VEDERE A BUDAPEST

Budapest

La guida essenziale di Budapest per sapere cosa fare e vedere nell’incantevole capitale ungherese.

Monumentale, ma anche economica e divertente, la metropoli magiara è una delle grandi destinazioni turistiche del Vecchio Continente, ecco 10 cose imperdibili da fare e vedere nella perla del Danubio.

Il Parlamento ungherese


Qualsiasi visita nella bella capitale ungherese non può prescindere dal suo monumento più rappresentativo, il Parlamento magiaro. Costruito tra la fine del XIX secolo e i primi anni del Novecento, questo magnifico edificio in stile neogotico, da annoverare sicuramente tra i parlamenti più belli al mondo, fu progettato per celebrare nel migliore dei modi l’anniversario del millennio di esistenza della nazione magiara (896 d.C.), la recente conquista dell’autonomia all’interno dell’Impero Asburgico (che sancì la nascita la duplice monarchia austroungarica) e la riunificazione delle tre parti prima indipendenti della città (Pest, Buda e Obuda) in un’unica grande capitale, che proprio in quegli anni visse il periodo di maggior splendore e sviluppo.

E’ possibile visitare il Parlamento magiaro anche all’interno (dove tra le altre cose è conservata la leggendaria corona di Santo Stefano), grazie a visite guidate anche in italiano. Se volete godere della vista migliore del Parlamento vi consigliamo di raggiungere nelle ore serali la fermata della metro rossa Batthyány tér, dove vi ritroverete dalla sponda di Buda ad ammirare il magnifico Parlamento illuminato a sera.

Il Bastione dei Pescatori e il Castello di Buda

Uno dei luoghi più visitati in città è questo splendido bastione in stile neogotico e neoromanico, che si trova sulla riva di Buda, da dove domina il Danubio nella sezione più monumentale della città.

Oltre a godere di un magnifico panorama, merita sicuramente una visita anche la Chiesa di S. Mattia (la chiesa più importante in città, insieme alla Basilica di S. Stefano, situata a Pest) e il vicino Castello di Buda, meraviglioso edificio, una delle residenze preferite della principessa Sissi, che ospita al suo interno la Biblioteca Nazionale e l’importante Galleria Nazionale Ungherese.

La città delle terme

La città, fondata dai Celti intorno al I° secolo a.C., era già nota fin dai tempi antichi per le sue numerose sorgenti termali e non è un caso se i Romani fondarono qui Aquincum, capitale regionale della provincia pannonica. Per coloro che volessero usufruire dei bagni termali budapestini, consigliamo in particolare le terme Rudas (Döbrentei tér 9), risalenti al periodo turco, come si deduce chiaramente dall’architettura dei bagni; gli eleganti bagni Gellért all’interno dell’omonimo albergo, e le terme Széchenyi (fermata Széchenyi Fürdő della metro gialla), uno dei più grandi complessi termali al mondo, costruito in pieno stile Belle Epoque. Dunque non dimenticate costume e ciabatte prima di volare nella capitale danubiana.

La Parigi dell’Est: Piazza degli Eroi ed Andrassy ut

Proprio le terme Széchenyi si trovano in prossimità di una delle piazze più belle della città, Hősök ter (Piazza degli Eroi). La piazza, situata al termine del viale di Andrássy út, presenta le statue dei sette capi tribù che fondarono l’Ungheria ed altri importanti personaggi della storia magiara, ed è situata tra due dei più importanti musei cittadini: il Museo delle Belle Arti e la Galleria d’Arte Moderna. Dopo aver visitato la piazza e i musei, vi suggeriamo un giro nel bellissimo parco che si trova giusto dietro Hősök ter ed una passeggiata per Andrássy ut, il grande viale che ricorda i boulevard di Parigi e dove non è difficile imbattersi in concerti di musica classica che hanno luogo lungo la strada.

La Grande Sinagoga

La Grande Sinagoga di Budapest, situata nel VII distretto (Dohány utca n.2), è una tappa irrinunciabile per i visitatori. Si tratta infatti della sinagoga più grande d’Europa (la quarta al mondo), uno splendido edificio, visitabile anche all’interno. Nello stesso complesso di edifici, adiacente al vero e proprio luogo culto, si trova un piccolo museo dedicato alla storia degli ebrei di Budapest.

Il Novecento ungherese: Terror Haza e Memento Park

Il Novecento ungherese è stato segnato da diverse tragedie, dal regime autoritario filofascista di Horthy, alleato di Hitler, che portò il Paese alla catastrofica sconfitta nel secondo conflitto mondiale, ai quasi 50 anni di dittatura comunista all’interno del blocco sovietico. Per coloro che fossero interessati a capire e conoscere di più sulla convulsa storia del Paese nel secolo scorso nulla è meglio di una visita alla Terror Haza (Andrássy út n.60), una prigione utilizzata prima dai nazisti locali e in seguito dalla polizia politica del regime comunista magiaro, che oggi si presenta ai visitatori come un interessante museo e memoriale, molto curato dal punto di vista storico, monito alle future generazioni sulle tragedie del secolo dei totalitarismi.

Abbastanza distante dal centro cittadino, ma ben collegato dai mezzi pubblici, si trova invece il Memento Park, un luogo dove sono state raccolte la maggior parte delle statue d’epoca comunista che erano disseminate per la città fino al 1989. Un altro interessante tuffo nel passato non troppo lontano del Paese danubiano.

L’Isola Margherita

L’isola che si trova al centro del Danubio, tra Buda e Pest, è uno dei luoghi di relax preferiti dai budapestini. L’isola offre stupendi parchi, complessi termali e piscine come il Palatinus, giardini e la possibilità di fare sport. Il nostro suggerimento? Affittare una bicicletta per girare l’isola (2,5 km) ed attendere il pomeriggio, quando ad intervelli di un’ora la grande fontana (poco dopo l’ingresso nell’isola, venendo dall’omonimo ponte Margherita) offre seducenti giochi d’acqua e di luci al ritmo di note musicali.

Vita notturna: i romkocsma

Il quartiere ebraico non è famoso soltanto per la sinagoga ma anche per essere uno dei distretti più alla moda per quanto riguarda i locali e la vita notturna in città. Qui troviamo infatti alcuni dei migliori romkocsma della città, i tipici locali budapestini, famosi in tutto il mondo, ricavati da vecchi edifici in disuso, riadattati a locali alternativi ed underground dalla creatività artistica dei giovani budapestini. Vi segnaliamo in particolare il Szimpla Kert (Kazinczy utca n.14) e il Fogasház (Akácfa utca n.51), due tra i romkocsma più celebri ed amati dai giovani. Se poi volete, potete continuare la vostra serata in uno dei tanti rooftop della capitale ungherese.

Punti panoramici

Se siete giunti fino al castello di Buda vi accorgerete da soli della vista mozzafiato dalla terrazza del castello che si affaccia sul fiume. Un altro punto panoramico che merita di essere menzionato è quello che offre la Cittadella, nucleo originario di Buda, nato come ultimo bastione contro le invasioni mongole, dov’è situata la Statua della Libertà. Infine, vi consigliamo di recarvi la sera sul ponte Margherita, da dove potrete ammirare uno scorcio magnifico della città con il Parlamento, il Castello di Buda e il Bastione dei Pescatori illuminati a sera.

Cibo, mercati e shopping

Dopo aver assaggiato diverse imitazioni, finalmente a Budapest potrete gustare l’autentico gulash ungherese (gulyás in magiaro). Oltre a questo piatto tipico, la gastronomia magiara propone una grande quantità di deliziose minestre e piatti a base di carne. Potete trovare buoni ristoranti nella via pedonale di Ráday utca (nei pressi della fermata metropolitana della linea blu di Kálvin tér), nel quartiere ebraico e in molti altri punti del centro cittadino. 

Per gli appassionati dello street food suggeriamo inoltre di provare il lángos, una grande frittella condita con formaggio ed altri ingredienti.

Se volete poi acquistare prodotti tipici della tradizione gastronomica magiara, nulla è meglio di una visita al Mercato Centrale di Budapest (Nagycsarnok), il più grande ed antico mercato coperto della città, ospitato in un suggestivo edificio di fine Ottocento, divenuto negli anni un’importante attrazione turistica.

Coloro che infine volessero condersi un po’ di shopping, devono soltanto imboccare la strada pedonale che si dipana di fronte al mercato, Váci utca, via dello shopping ed uno dei migliori salotti della città.

Articoli più letti:

LE MIGLIORI COMPAGNIE AEREE LOW COST IN EUROPA NEL 2018

Una guida ai più importanti vettori a basso costo in Europa con tutte le informazioni utili sulle destinazioni servite nel 2018, per sapersi orientare fra le migliori offerte di voli low cost nel Vecchio Continente.
Tuttavia l’aumento vertiginoso negli ultimi anni dei vettori e il moltiplicarsi delle offerte e delle destinazioni può facilmente disorientare il viaggiatore alla ricerca di un volo economico. 
Come orientarsi allora nell’era delle offerte e dei voli low cost?
Ecco le 20 migliori compagnie low cost d’Europa: 
1. Ryanair, Irlanda, (RYR)
Fondata nel 1985, il vettore irlandese è la compagnia che inaugurato le tariffe aeree low cost ed oggi conta oltre 200 destinazioni servite da/per 31 Paesi europei, oltre che da/per Marocco, Giordania, Israele. Ryanair è inoltre la compagnia aerea con più rotte e traffico passeggeri in Italia con ben 14 basi nelle principali città della Penisola. La sua grande popolarità deriva dalla politica dei prezzi estremamente conveniente, che ne fa il vett…

PIANA DI GIZA: LE PIRAMIDI E LA SFINGE

Nulla del mondo antico si avvicina per fama alla Piana di Giza e alle Piramidi di Giza. 
Basti pensare che la sola Piramide di Cheope (o Grande Piramide) è l’unica tra le Sette Meraviglie del Mondo Antico giunta sino ai giorni nostri.
La Piramide di Cheope è la più grande delle tre piramidi della Piana di Giza. 
Costruita secondo le fonti dell’archeologia ufficiale intorno al 2570 a.C., è rimasta l’edificio più alto del mondo per circa 3800 anni. 
Fu eretta come monumento funebre da Cheope, faraone della IV dinastia dell’Egitto antico e realizzata su disegno dell’architetto reale Hemiunu.
L’intera necropoli è una testimonianza della gloria e della potenza dei faraoni dell’Antico Regno. 
Appena fuori del Cairo, sull’altopiano sorgono, oltre la Piramide di Cheope, anche quelle minori di Chefren e Micerino, la Grande Sfinge, alcune piramidi di piccole dimensioni, la Barca Solare, il villaggio operaio e alcuni cimiteri. 
Fin’ora, scienziati e archeologi non sono stati in grado di capire esattame…

I DOCUMENTI INDISPENSABILI DA PORTARE IN VIAGGIO

Le tanto attese ferie estive sono finalmente arrivate, se state per partire in vacanza, non vi resta che preparare la valigia. 
Ma quali sono i documenti utili che dovrete portare con voi in viaggio?
Il documento che non dovrebbe mai mancare nei vostri viaggi è quello di identificazione.
In caso di viaggi sul territorio nazionale, il DPR n. 445 del 2000 stabilisce che è sufficiente la carta d’identità o uno dei documenti equipollenti (“il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato”).
Per i viaggi nei paesi dell’Unione Europea o all’interno dello spazio Schengen (e in tutti quei Paesi con cui sono in vigore particolari accordi di reciprocità) è sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio.
Per tutti gli altri Paesi ric…

COME E QUANDO VISITARE IL CENACOLO DI LEONARDO DA VINCI

Oggi parliamo del capoluogo della Lombardia, dedicando un articolo a tutti coloro che cercano informazioni in merito a come e quando visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano.
Ammirabile nel periodo che va dal 16 Marzo al 30 di Giugno, lo splendido dipinto di Leonardo richiede a tutti i suoi ospiti una prenotazione obbligatoria, da effettuare chiamando al numero telefonico +39 0292800360
Lo stesso numero, ovviamente, è utilizzabile per l’acquisto dei biglietti.
Se vi state chiedendo dove recarvi per visitare il Cenacolo Vinciano a Milano, vi informiamo che esso è custodito presso il refettorio del Convento di Santa Maria delle Grazie a Milano.
Quando visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano:
Per visitare il Cenacolo basta recarsi, venti minuti prima e a seguito di opportuna prenotazione, presso il Convento di Santa Maria delle Grazie (sito nell’omonima piazza) durante le seguenti fasce orarie: Ingresso alle 9,30 – Ingresso alle 15,30 (visita guidata in lingua inglese)In…

VIAGGIO A KIEV: COSA FARE E VEDERE

Kiev è la capitale dell’ Ucraina, una metropoli cosmopolita e affascinante molto simile e così diversa dalle altre città europee. 
La città è molto sicura (anche di notte), ricca di parchi e sono moltissimi e caratteristici i sottopassaggi che ci sono come attraversamenti stradali, che a volte si allungano per centinaia di metri sottoterra e ospitano moltissimi negozi.
La strada principale del centro è Khreschatyk, un lungo viale alberato costeggiato da antichi palazzi, al termine del quale si trova Piazza Maidan con l’obelisco dell’Indipendenza, la più grande e bella piazza della città. 
Questi due luoghi nei fine settimana vengono chiusi al traffico e vi si organizzano concerti e manifestazioni.
In questo ex paese URSS indipendente dal 1991, gli edifici più belli sono sicuramente le cattedrali e le chiese. 
Santa Sofia (1017-1037) con le sue 13 cupole, 260 mq di mosaici e 3000 mq di affreschi è davvero un portento; dalla piazza di fronte è già visibile la Cattedrale di San Michele (1881-…
Top