Passa ai contenuti principali

PERDERE IL PROPRIO PASSAPORTO: ECCO COSA FARE

Passaporto

Se per i viaggi all’interno dell’Unione Europea e in generale nel Vecchio Continente spesso è sufficiente la semplice carta d’indentità valida per l’espatrio, per le destinazioni più lontane extraeuropee, a parte alcune eccezioni, è necessario dotarsi di un passaporto in corso di validità.

Può inoltre capitare la spiacevole disavventura di smarrire o, peggio ancora, vedersi rubare il proprio passaporto quando si è già all’estero.

Ecco cosa fare per ciascuna di queste eventualità.

Rilascio o rinnovo del passaporto

Dal maggio 2010 è disponibile il nuovo passaporto biometrico in formato digitale ( cioé dotato di microchip e firma digitale). Le quantità di informazioni a disposizione sull’argomento abbondano sul web. Com’è sempre, anche in questo caso le fonti più affidabili sono quelle istituzionali, come il sito della Polizia di Stato che corre in nostro aiuto nel fare sull’argomento.

Dove presentare domanda:

- Questura.

- Ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza.

- Stazione dei Carabinieri (per le impronte digitali, se previste, il cittadino si dovrà recare presso la questura o commissariato anche in tempi differiti).

- Rappresentanze diplomatico-consolari ( per i richiedenti residenti all’estero), per ulteriori approfondimenti si veda la pagina dedicata del sito del Ministero degli Esteri.

- Per evitare lunghe attese presso negli uffici di polizia, è possibile richiedere online il passaporto e prenotare ora data e luogo per presentare la domanda.

Documenti necessari per il rilascio del passaporto ordinario:

- Due foto formato tessera.

- Ricevuta di pagamento di €42,50. Il versamento va effettuato esclusivamente mediante bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro.La causale è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. Vi consigliamo di utilizzare i bollettini pre-compilati distribuiti dagli uffici postali.

- Il modulo stampato della richiesta passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto tra quello per maggiorenni e minorenni).

- Un documento di riconoscimento valido (suggeriamo di portare con sé, oltre all’originale, anche un fotocopia del documento).

- Un contrassegno amministrativo da € 73,50 (da richiedere in una rivendita di valori bollati o tabaccaio). L’importo è cambiato dal 24 giugno 2014 ed è valido per tutta la durata del passoporto, sostituendo la precedente tassa annuale.

N.B. Chi avesse in precedenza acquistato il contrassegno telematico da € 40,29 potrà integrarlo con un ulteriore contrassegno telematico da € 33,21.

La durata del passaporto ordinario è di 10 anni. Una volta scaduto il rinnovo consiste in realtà nella richiesta di emissione di un nuovo passaporto.

Esiste inoltre un passaporto temporaneo, dalla validità di 12 mesi o meno, ottenibile in casi eccezionali, quali l’urgenza di ottenere un passaporto in tempi ristretti. In tal caso, i documenti necessari al rilascio sono gli stessi, fatta eccezione per la ricevuta di pagamento di €42,50, sostituita da una ricevuta di pagamento di €5,20.

Ricordiamo inoltre che da alcuni anni anche i minori che viaggiano non possono più essere “inseriti” nel passaporto dei genitori, ma necessitano di un proprio passaporto individuale.

Dal 27 ottobre 2014, infine, è attivo il servizio Passaporti a domicilio attraverso cui il cittadino che ne fa richiesta, grazie ad una convenzione con Poste Italiane, potraà ricevere a domicilio il documento emesso con un costo di € 8,20 da pagare in contrassegno al momento della consegna, ovvero direttamente all’incaricato di Poste Italiane.

Avvertenza

Si noti che, alcuni paesi, non accetteranno il tuo passaporto se la validità residua è inferiore ai 3 mesi: meglio dunque rinnovare il passaporto prima di procedere all’acquisto dei biglietti aerei. Niente paura: il margine di validità residuo del tuo vecchio passaporto va a sommarsi con quella del nuovo documento, fino a un massimo di 9 mesi. Come sempre, prevenire è meglio che curare.

I tempi di elaborazione del passaporto possono essere piuttosto lunghi. Calcola in media 3 settimane. Tempi più lunghi durante l’alta stagione (da aprile a settembre).

Il documento provvisorio di viaggio (E.T.D.)

Se vi trovate all’estero in una situazione di emergenza, ad esempio in caso di furto o smarrimento del vostro passaporto, e non avete modo o tempo di richiedere l’emissione di un nuovo passaporto, le rappresentanze consolari italiane all’estero possono rilasciare il Documento Provvisorio di Viaggio (anche chiamato E.T.D. – Emergency Travel Document). E’ un documento che vale solo per il vostro viaggio di rientro in Italia (o nel Paese dove risiedete stabilmente). Solo in casi eccezionali puo’ essere rilasciato per una diversa destinazione.

Per ottenerlo, dovrai recarti presso il consolato del paese in cui ti trovi con i seguenti documenti:

- Denuncia di smarrimento o furto del passaporto
- Due foto formato tessera
- Titolo di viaggio
- €1,55 di contributo per i costi amministrativi

Generalmente, il documento viene rilasciato in tempi brevi o, in alcuni casi, il giorno stesso della richiesta.

Articoli più letti:

LE MIGLIORI COMPAGNIE AEREE LOW COST IN EUROPA NEL 2018

Una guida ai più importanti vettori a basso costo in Europa con tutte le informazioni utili sulle destinazioni servite nel 2018, per sapersi orientare fra le migliori offerte di voli low cost nel Vecchio Continente.
Tuttavia l’aumento vertiginoso negli ultimi anni dei vettori e il moltiplicarsi delle offerte e delle destinazioni può facilmente disorientare il viaggiatore alla ricerca di un volo economico. 
Come orientarsi allora nell’era delle offerte e dei voli low cost?
Ecco le 20 migliori compagnie low cost d’Europa: 
1. Ryanair, Irlanda, (RYR)
Fondata nel 1985, il vettore irlandese è la compagnia che inaugurato le tariffe aeree low cost ed oggi conta oltre 200 destinazioni servite da/per 31 Paesi europei, oltre che da/per Marocco, Giordania, Israele. Ryanair è inoltre la compagnia aerea con più rotte e traffico passeggeri in Italia con ben 14 basi nelle principali città della Penisola. La sua grande popolarità deriva dalla politica dei prezzi estremamente conveniente, che ne fa il vett…

PIANA DI GIZA: LE PIRAMIDI E LA SFINGE

Nulla del mondo antico si avvicina per fama alla Piana di Giza e alle Piramidi di Giza. 
Basti pensare che la sola Piramide di Cheope (o Grande Piramide) è l’unica tra le Sette Meraviglie del Mondo Antico giunta sino ai giorni nostri.
La Piramide di Cheope è la più grande delle tre piramidi della Piana di Giza. 
Costruita secondo le fonti dell’archeologia ufficiale intorno al 2570 a.C., è rimasta l’edificio più alto del mondo per circa 3800 anni. 
Fu eretta come monumento funebre da Cheope, faraone della IV dinastia dell’Egitto antico e realizzata su disegno dell’architetto reale Hemiunu.
L’intera necropoli è una testimonianza della gloria e della potenza dei faraoni dell’Antico Regno. 
Appena fuori del Cairo, sull’altopiano sorgono, oltre la Piramide di Cheope, anche quelle minori di Chefren e Micerino, la Grande Sfinge, alcune piramidi di piccole dimensioni, la Barca Solare, il villaggio operaio e alcuni cimiteri. 
Fin’ora, scienziati e archeologi non sono stati in grado di capire esattame…

I DOCUMENTI INDISPENSABILI DA PORTARE IN VIAGGIO

Le tanto attese ferie estive sono finalmente arrivate, se state per partire in vacanza, non vi resta che preparare la valigia. 
Ma quali sono i documenti utili che dovrete portare con voi in viaggio?
Il documento che non dovrebbe mai mancare nei vostri viaggi è quello di identificazione.
In caso di viaggi sul territorio nazionale, il DPR n. 445 del 2000 stabilisce che è sufficiente la carta d’identità o uno dei documenti equipollenti (“il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato”).
Per i viaggi nei paesi dell’Unione Europea o all’interno dello spazio Schengen (e in tutti quei Paesi con cui sono in vigore particolari accordi di reciprocità) è sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio.
Per tutti gli altri Paesi ric…

COME E QUANDO VISITARE IL CENACOLO DI LEONARDO DA VINCI

Oggi parliamo del capoluogo della Lombardia, dedicando un articolo a tutti coloro che cercano informazioni in merito a come e quando visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano.
Ammirabile nel periodo che va dal 16 Marzo al 30 di Giugno, lo splendido dipinto di Leonardo richiede a tutti i suoi ospiti una prenotazione obbligatoria, da effettuare chiamando al numero telefonico +39 0292800360
Lo stesso numero, ovviamente, è utilizzabile per l’acquisto dei biglietti.
Se vi state chiedendo dove recarvi per visitare il Cenacolo Vinciano a Milano, vi informiamo che esso è custodito presso il refettorio del Convento di Santa Maria delle Grazie a Milano.
Quando visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano:
Per visitare il Cenacolo basta recarsi, venti minuti prima e a seguito di opportuna prenotazione, presso il Convento di Santa Maria delle Grazie (sito nell’omonima piazza) durante le seguenti fasce orarie: Ingresso alle 9,30 – Ingresso alle 15,30 (visita guidata in lingua inglese)In…

VIAGGIO A KIEV: COSA FARE E VEDERE

Kiev è la capitale dell’ Ucraina, una metropoli cosmopolita e affascinante molto simile e così diversa dalle altre città europee. 
La città è molto sicura (anche di notte), ricca di parchi e sono moltissimi e caratteristici i sottopassaggi che ci sono come attraversamenti stradali, che a volte si allungano per centinaia di metri sottoterra e ospitano moltissimi negozi.
La strada principale del centro è Khreschatyk, un lungo viale alberato costeggiato da antichi palazzi, al termine del quale si trova Piazza Maidan con l’obelisco dell’Indipendenza, la più grande e bella piazza della città. 
Questi due luoghi nei fine settimana vengono chiusi al traffico e vi si organizzano concerti e manifestazioni.
In questo ex paese URSS indipendente dal 1991, gli edifici più belli sono sicuramente le cattedrali e le chiese. 
Santa Sofia (1017-1037) con le sue 13 cupole, 260 mq di mosaici e 3000 mq di affreschi è davvero un portento; dalla piazza di fronte è già visibile la Cattedrale di San Michele (1881-…
Top