Passa ai contenuti principali

INTERAIL: VIAGGIARE IN TRENO NEGLI USA

Interail

Il concetto di InteRail è da sempre associato ai viaggi in Europa, ma in pochi conoscono l’USA Rail Pass, la versione americana dell’InterRail del Vecchio Continente.

Scopriamo meglio di cosa si tratta con alcuni suggerimenti utili per viaggiare in treno negli USA, un modo sicuramente orginale per scoprire in maniera autentica questo immenso ed affascinante Paese.

USA Rail Pass

Gran parte del trasporto ferroviario extraurbano negli USA è gestito dagli anni ‘70 dall’Amtrak, nome commerciale della National Railroad Passenger Corporation, azienda pubblica americana che mette a disposizione speciali pacchetti USA Rail Pass, biglietti ferroviari di vario tipo che consentono di viaggiare nei diversi Stati della federazione e fra le principali metropoli statunitensi.

Se come regola generale tutti i viaggiatori che acquistano questi pass ferroviari sono tenuti a completare il loro viaggio entro 330 giorni dall’acquisto del biglietto, esistono tuttavia diverse tipologie di pacchetti viaggio a seconda del numero di giorni e di “segmenti” di viaggi che si vogliono acquistare: è considerato un “segmento” ogni tratto di viaggio compreso fra il momento in cui si sale sul treno fino a quello in cui si scende dal vagone.

I pricipali USA Rail Pass offerti dall’azienda pubblica americana sono:

- Pass per 15 giorni e 8 segmenti al costo di 459 $

- Pass per 30 giorni e 12 segmenti al costo di 689 $

- Pass per 45 giorni e 18 segmenti al costo di 899$.

Consigli di viaggio

Ecco alcuni suggerimenti utili del Magazine del Viaggiatore una volta acquistato il vostro pass.

1. Siate selettivi e datevi delle priorità

Il primo impulso quando si acquista un biglietto del genere è quello di voler visitare quanti più posti possibili. E’ un approccio naturale e comprensibile che noi tuttavia vi sconsigliamo: non c’è niente di peggio alla fine di un viaggio della sensazione di aver visitato molti luoghi, ma troppo di fretta e nessuno di questi sino in fondo.

Per questo vi consigliamo di decidere le vostre tappe dandovi della priorità, studiando bene le città e le destinazioni che vi interessano maggiormente, per capire quanti giorni di sosta richiederà ogni tappa del vostro viaggio: se infatti per visitare bene alcune località possono bastare uno o due giorni, scoprire a fondo altre città potrebbe richiedere 5 giorni o anche un’intera settimana di soggiorno.

Insomma approfittate della grande quantità di luoghi che il pass vi consente di raggiungere e visitare, ma non trascurate nemmeno la qualità del vostro viaggio, prendendovi il tempo necessario che richiede ciascuna destinazione.

2. Sedetevi sempre vicino al finestrino

Per godere appieno del vostro viaggio e sfruttare ogni momento dei vostri spostamenti per ammirare i luoghi che attraversate, non c’è niente di meglio che sedersi davanti al finestrino e tenere bene aperti gli occhi di fronte al paesaggio e all’architettura che scorre sotto i vostri occhi.

In questo modo apprezzerete anche quelli che solo superficialmente possono apparire come i tempi morti del viaggio, ma che in realtà è un altro modo per scoprire nuovi luoghi. E, se sarete fortunati e il treno non correrà troppo veloce, potreste anche avere la fortuna di scattare una delle vostre migliori foto di viaggio!

3. Viaggiate leggeri

Può sembrare il più ovvio dei consigli, ma poi si sa che all’atto pratico, quando si fa una valigia prima di partire, è sempre in agguato il pericoloso pensiero “e se nel caso anche questo dovesse servirmi in viaggio?”. 

Fate lo sforzo di essere brutali con voi stessi, mettete in valigia solo le cose strettamente necessario e lasciate a casa tutto ciò che potrete acquistare in viaggio in caso di necessità: quando vi accorgerete durante le vostre settimane di viaggio in treno quant’è comodo e rilassante viaggiare con uno zaino leggero in spalla, sarete ripagati della severità che vi siete autoimposti e siamo sicuri che vi vorrete molto bene.

4. Personalizzate il vostro viaggio

Nell’immaginario collettivo l’idea del viaggio in InteRail è sempre legata all’immagine di studenti o backpakers ventenni con pochi soldi in tasca, che fanno tappa tra una festa in ostello e l’altra. Questo perché si crede che la scelta di un simile viaggio sia soltanto legata all’idea di risparmio.

Mettete da parte questi schematismi mentali e pianificate il vostro viaggio ascoltando soltanto i vostri desideri, le vostre esigenze e le vostre aspirazioni personali: chi l’ha detto che fra una tratta e l’altra in treno non potete alloggiare in un hotel 5 stelle o mangiare in un ristorante di lusso? 

Sfruttate appieno l’assoluta libertà con cui potete organizzare il vostro viaggio grazie all’USA Rail Pass.

Articoli più letti:

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO A MANO

Il bagaglio a mano dovrebbe esser quello che dà meno preoccupazioni, invece sempre più spesso è quello che ci mette più dubbi. Ce ne togliamo alcuni? 
Bene, cominciamo dalle misure.
Le misure consentite dalle compagnie aeree sono come segue: 55 cm di lunghezza, 25 cm di altezza, 35 cm di profondità, le misure comunque non devono superare i 115 cm in totale. 

Soprattutto l’altezza, perché è quella fondamentale affinché il bagaglio possa entrare nello scompartimento apposito sopra i sedili. (overhead locker)

Và però detto che alcune compagnie low cost richiedono queste misure: 56 x 45 x 25 cm, che come vedrete supera la somma di 115 cm. 

Quindi il consiglio è quello di mantenersi comunque sulle misure di un classico trolley di quelli piccoli, che non abbia un’altezza (con questo intendo lo spazio dal retro al fronte del trolley, mentre per altezza si intende dalla ruote alla maniglia superiore) superiore ai 35 cm. 

Ed eventualmente controllare le misure specifiche sui vari siti web delle comp…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.
Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. In realtà il ‘centro’ vitale…

QUALI SONO I 7 EMIRATI ARABI UNITI

Terra di contrasti e contraddizioni, ultramoderna ma allo stesso tempo legata alle più antiche tradizioni locali. 
Gli Emirati Arabi Uniti (EAU), perla del Medio Oriente al confine con l’Oman e l’Arabia Saudita, sono tutto e il contrario di tutto. 
Al loro interno convivono i grattacieli più alti del mondo e le distese del deserto con i beduini, i centri commerciali ultramoderni insieme agli antichi villaggi dei pescatori. 
Di solito si identifica il Paese con la città di Dubai, ma sono sette gli emirati che compongono la federazione: 
Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujairah, Ras al-Khaima, Sharjah e Umm al-Qaywayn.
Tra le nazioni più ricche al mondo, trovano la loro principale fonte di guadagno nel petrolio ma anche, perlomeno a Dubai, nel turismo e nel commercio visto che è Abu Dhabi a detenere il 90% delle risorse di oro nero nel Paese.
Cosa deve aspettarsi chi fa un viaggio negli EAU?
Se la meta è Dubai sicuramente il lusso, l’esagerazione e l’abbondanza (negli hotel, nei negozi, nel cibo). 
Ma…
Top