Passa ai contenuti principali

I MUSEI PIU' STRANI AL MONDO

I musei puù strani al mondo

Dalla stregoneria ai gabinetti, dagli oggetti inutili alle insegne al neon socialiste, dal mondo dei folletti a quello della psichiatria, ecco i 10 musei più orIginali al mondo!

Museum of Witchcraft ( Boscastle, UK)

Il più importante museo al mondo dedicato alla stregoneria fu fondato nel 1951 originariamente nell’isola di Man da una collezionista e appassionata di libri occulti, pozioni ed artefatti di stregoneria. Oggi il museo si trova nella cittadina inglese di Boscastle, in Cornovaglia.

Neon Muzeum ( Varsavia, Polonia)

Non pecca certamente d’originalità il museo polacco dedicato alle insegne al neon e più precisamente a quelle risalenti al periodo della Guerra Fredda e legate al mondo socialista. Parliamo del Neon Muzeum di Varsavia, una tappa irrinunciabile per tutti i cultori delle atmosfere rétro e della creatività “socialista”.

Museum of Toilets ( New Delhi, India)

Gabinetti di ogni fattura, epoca e provenienza, raccolti in uno speciale museo: se all’apparenza la prima impressione che suscita il Museum of Toilets di New Delhi è quello di una comicità esilarante, lo scopo che ha spinto l’ONG Sulabh International a fondare questo spazio espositivo nella capitale indiana è tutt’altro che superficiale o goliardico: l’intento è infatti pedagogico e mira a sensibilizzare visitatori e popolazione locale ai problemi legati all’igiene personale e alla salubrità dell’ambiente, ancora gravemente deficitaria in molte zone del subcontinente indiano.

MUSA ( Cancun, Messico)

Visitare un museo in barca o facendo snorkeling: è quello che offre ai suoi visitatori il Museo Subacqueo di Arte di Cancun. Il museo è infatti costituito da circa 400 statue adagiate sul fondale dell’oceano, al largo della costa dello Yucatan, che si possono ammirare attraverso immersioni guidate e con tour in speciali barche dal fondo trasparente. Le statue sono state costruite con particolari materiali che favoriscono la riproduzione della fauna marina e la formazione di corallo.

Nonseum ( Herrnbaumgarten, Austria)

Il ”museo delle cose inutile e invenzioni sbagliate” è nato nel 1984, come risposta ironica del suo fondatore, Fritz Gall, alla sua carriera di inventore avara di successi. Al suo interno troverete invenzioni esilaranti, come il dito meccanico gratta naso o la scarpa-rossetto, che vi strapperanno certamente più di un sorriso e vi faranno capire il motivo della non brillantissima carriera di inventore di Gall.

International Cryptozoology Museum ( Portaland, USA)

La criptozoologia è una disciplina che studia animali la cui esistenza è ipotizzata solo su basi indiziarie. Considerata da molti una pseudo scienza, la criptozoologia rimane una materia molto controversa, ma dall’indubbio fascino, come testimonia il museo statunitense di Portland, che ospita riproduzioni a scala naturale e raffigurazioni di specie ormai estinte da millenni o animali leggendari come il Bigfoot, lo Yeti e persino il mostro di Lockness.

Museum of Broken Relationship ( Zagabria, Croazia)

Siete degli inguaribili sentimentali? Allora prendete il primo volo low cost per Zagabria. Nella capitale croata si trova infatti il Museo delle Relazioni Perdute, dov’è esposta una sterminata ed originale collezione, raccolta negli anni, di oggetti legati alle storie d’amore finite e il cui significato è spiegato nelle brevi descrizioni che accompagnano ciascuno di questi artefatti.

National Leprechuam Museum ( Dublino, Eire)

Se è vero che la grande tradizione irlandese di gnomi e folletti è conosciuta in tutto il mondo, pochi sanno che nella capitale irlandese esiste uno spassoso museo dedicato a Leprechaun, il folletto più popolare dell’Isola di Smeraldo. Nel National Leprechuam Museum potrete mettervi nei panni di uno gnomo ed entrare nel loro magico mondo, fra sedie e tavoli giganti, pentole pieni d’oro, passeggiate sulla collina incantata… Particolarmente indicato per le famiglie e i più piccoli.

Museo dei Cavatappi ( Barolo, Italia)

Se la località di Barolo è celebre in Italia e non solo per l’omonimo ed eccellente vino che si produce in queste terre del Cuneese, c’è anche un’altra ragione per passare da queste parti: visitare il Museo dei Cavatappi! Fondato dieci anni fa da Paolo Annoni, il museo è ospitato all’interno di un’antica cantina ed espone 500 tipi diversi di cavatappi provenienti da tutto il mondo e realizzati in diverse epoche a partire dalla seconda metà del XVII° secolo.

Museo Laboratorio della Mente ( Roma, Italia)

Chiudiamo con un interessante museo che si trova a Roma: si tratta del Museo Laboratorio della Mente dove, attraverso percorsi interattivi, documenti e video, viene ricostruita la storia dell’ospedale psichiatrico di Santa Maria della Pietà e proposto un viaggio impegnativo, ma affascinante nel mondo della psichiatria di ieri e di oggi.

Articoli più letti:

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO A MANO

Il bagaglio a mano dovrebbe esser quello che dà meno preoccupazioni, invece sempre più spesso è quello che ci mette più dubbi. Ce ne togliamo alcuni? 
Bene, cominciamo dalle misure.
Le misure consentite dalle compagnie aeree sono come segue: 55 cm di lunghezza, 25 cm di altezza, 35 cm di profondità, le misure comunque non devono superare i 115 cm in totale. 

Soprattutto l’altezza, perché è quella fondamentale affinché il bagaglio possa entrare nello scompartimento apposito sopra i sedili. (overhead locker)

Và però detto che alcune compagnie low cost richiedono queste misure: 56 x 45 x 25 cm, che come vedrete supera la somma di 115 cm. 

Quindi il consiglio è quello di mantenersi comunque sulle misure di un classico trolley di quelli piccoli, che non abbia un’altezza (con questo intendo lo spazio dal retro al fronte del trolley, mentre per altezza si intende dalla ruote alla maniglia superiore) superiore ai 35 cm. 

Ed eventualmente controllare le misure specifiche sui vari siti web delle comp…

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.
Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. In realtà il ‘centro’ vitale…

REGOLE BAGAGLIO A MANO E DA STIVA CON EASYJET

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 
Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.
Se volate solo con il bagaglio a mano
Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 
Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.
Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) …
Top