Passa ai contenuti principali

UN PARADISO CHIAMATO GUADALUPA

Le isole di Guadalupa

Le Isole di Guadalupa sono un incantevole arcipelago composto da cinque isole principali e da una miriade di isolette: ammirate dall’alto, sembrano una bellissima farfalla le cui ali sono composte dall’isola Basse-Terre, montuosa, selvaggia, e caratterizzata da un’incredibile foresta tropicale dichiarata Parco Nazionale, e dall’isola Grande-Terre, pianeggiante e famosa oltre che per le sue spiagge sabbiose per suo paesaggio dominato da piantagioni di canna da zucchero.

Accarezzate dagli Alisei in queste isole incantate si può assistere alla nascita delle testuggini sulle spiagge, ascoltare l’incessante chiacchericcio degli animali della foresta tropicale, oppure gettarsi con il paracadute su Grande Terre.

L’arcipelago delle Guadalupe con le sue acque cristalline offre la possibilità di praticare un’ampia gamma di sport nautici nelle acque cristalline dell’arcipelago, avventure alla scoperta di una natura incontaminata, ma anche viaggi di cultura e sapori per apprezzare il gusto autentico di luoghi affascinanti e ricchi di tradizioni. Il folclore delle Guadalupe, fascinosamente creolo, un impasto fascinoso tra tradizioni caribiche e eleganza francese si scatena in mille occasioni.

La natura è intatta e incontaminata: anche all’interno si possono trovare luoghi di una bellezza mozzafiato, magari all’ombra della Soufrière, il vulcano attivo dell’isola nella basse terre, dai costoni costellati da magnifiche cascate.

La tradizione gastronomica, tutta da assaggiare, frutto di sapidissime contaminazioni meticce , in cui si mescolano la frutta e la verdura dei Caraibi e dell’ Africa, le spezie indiane e il savoir-faire europeo, la confettura di anacardi della Désirade,i tipici dolci chiamati Tourments d'Amour di Les Saintes, il sorbetto al cocco, così rinfrescante e i migliori rum di Marie-Galante.

Il tutto corroborato dagli aromi inebrianti dei mercati delle spezie, del caffè e del cacao, la fragranza del pimento a Terre-de-Bas, il dolce profumo di zucchero che avvolge Marie-Galante nel periodo del taglio della canna da zucchero.

Oltre allo straordinario carnevale, Guadalupa offre eventi durante tutto l’anno. Interessantissimo e da vedere l’ormai famosissimo Ilojazz che si terrà quest’anno dal 7 al 13 dicembre: questo festival favorisce gli incontri tra i grandi nomi della musica jazz internazionale e i maggiori interpreti del’affascinante e sensuale musica creola.

Dalla nascita, accoglie artisti come Nina Simone, Dee Dee Bridgewater, The Temptation, Dominik Coco e Susheela Raman. Sono previsti anche master class e stage, ampliando così il festival ad un pubblico sempre più ampio. Le Isole di Guadalupa, hanno un fuso orario di meno 5 ore rispetto all’Italia sono raggiungibili dall'Italia con uno scalo a Parigi Orly o a Parigi Charles de Gaulle.

Il volo diretto, da Parigi, dura all’incirca 8 ore.

Articoli più letti:

LE MIGLIORI COMPAGNIE AEREE LOW COST IN EUROPA NEL 2018

Una guida ai più importanti vettori a basso costo in Europa con tutte le informazioni utili sulle destinazioni servite nel 2018, per sapersi orientare fra le migliori offerte di voli low cost nel Vecchio Continente.
Tuttavia l’aumento vertiginoso negli ultimi anni dei vettori e il moltiplicarsi delle offerte e delle destinazioni può facilmente disorientare il viaggiatore alla ricerca di un volo economico. 
Come orientarsi allora nell’era delle offerte e dei voli low cost?
Ecco le 20 migliori compagnie low cost d’Europa: 
1. Ryanair, Irlanda, (RYR)
Fondata nel 1985, il vettore irlandese è la compagnia che inaugurato le tariffe aeree low cost ed oggi conta oltre 200 destinazioni servite da/per 31 Paesi europei, oltre che da/per Marocco, Giordania, Israele. Ryanair è inoltre la compagnia aerea con più rotte e traffico passeggeri in Italia con ben 14 basi nelle principali città della Penisola. La sua grande popolarità deriva dalla politica dei prezzi estremamente conveniente, che ne fa il vett…

PIANA DI GIZA: LE PIRAMIDI E LA SFINGE

Nulla del mondo antico si avvicina per fama alla Piana di Giza e alle Piramidi di Giza. 
Basti pensare che la sola Piramide di Cheope (o Grande Piramide) è l’unica tra le Sette Meraviglie del Mondo Antico giunta sino ai giorni nostri.
La Piramide di Cheope è la più grande delle tre piramidi della Piana di Giza. 
Costruita secondo le fonti dell’archeologia ufficiale intorno al 2570 a.C., è rimasta l’edificio più alto del mondo per circa 3800 anni. 
Fu eretta come monumento funebre da Cheope, faraone della IV dinastia dell’Egitto antico e realizzata su disegno dell’architetto reale Hemiunu.
L’intera necropoli è una testimonianza della gloria e della potenza dei faraoni dell’Antico Regno. 
Appena fuori del Cairo, sull’altopiano sorgono, oltre la Piramide di Cheope, anche quelle minori di Chefren e Micerino, la Grande Sfinge, alcune piramidi di piccole dimensioni, la Barca Solare, il villaggio operaio e alcuni cimiteri. 
Fin’ora, scienziati e archeologi non sono stati in grado di capire esattame…

I DOCUMENTI INDISPENSABILI DA PORTARE IN VIAGGIO

Le tanto attese ferie estive sono finalmente arrivate, se state per partire in vacanza, non vi resta che preparare la valigia. 
Ma quali sono i documenti utili che dovrete portare con voi in viaggio?
Il documento che non dovrebbe mai mancare nei vostri viaggi è quello di identificazione.
In caso di viaggi sul territorio nazionale, il DPR n. 445 del 2000 stabilisce che è sufficiente la carta d’identità o uno dei documenti equipollenti (“il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato”).
Per i viaggi nei paesi dell’Unione Europea o all’interno dello spazio Schengen (e in tutti quei Paesi con cui sono in vigore particolari accordi di reciprocità) è sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio.
Per tutti gli altri Paesi ric…

COME E QUANDO VISITARE IL CENACOLO DI LEONARDO DA VINCI

Oggi parliamo del capoluogo della Lombardia, dedicando un articolo a tutti coloro che cercano informazioni in merito a come e quando visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano.
Ammirabile nel periodo che va dal 16 Marzo al 30 di Giugno, lo splendido dipinto di Leonardo richiede a tutti i suoi ospiti una prenotazione obbligatoria, da effettuare chiamando al numero telefonico +39 0292800360
Lo stesso numero, ovviamente, è utilizzabile per l’acquisto dei biglietti.
Se vi state chiedendo dove recarvi per visitare il Cenacolo Vinciano a Milano, vi informiamo che esso è custodito presso il refettorio del Convento di Santa Maria delle Grazie a Milano.
Quando visitare il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano:
Per visitare il Cenacolo basta recarsi, venti minuti prima e a seguito di opportuna prenotazione, presso il Convento di Santa Maria delle Grazie (sito nell’omonima piazza) durante le seguenti fasce orarie: Ingresso alle 9,30 – Ingresso alle 15,30 (visita guidata in lingua inglese)In…

VIAGGIO A KIEV: COSA FARE E VEDERE

Kiev è la capitale dell’ Ucraina, una metropoli cosmopolita e affascinante molto simile e così diversa dalle altre città europee. 
La città è molto sicura (anche di notte), ricca di parchi e sono moltissimi e caratteristici i sottopassaggi che ci sono come attraversamenti stradali, che a volte si allungano per centinaia di metri sottoterra e ospitano moltissimi negozi.
La strada principale del centro è Khreschatyk, un lungo viale alberato costeggiato da antichi palazzi, al termine del quale si trova Piazza Maidan con l’obelisco dell’Indipendenza, la più grande e bella piazza della città. 
Questi due luoghi nei fine settimana vengono chiusi al traffico e vi si organizzano concerti e manifestazioni.
In questo ex paese URSS indipendente dal 1991, gli edifici più belli sono sicuramente le cattedrali e le chiese. 
Santa Sofia (1017-1037) con le sue 13 cupole, 260 mq di mosaici e 3000 mq di affreschi è davvero un portento; dalla piazza di fronte è già visibile la Cattedrale di San Michele (1881-…
Top