Passa ai contenuti principali

CONSIGLI UTILI PER I NOVELLI SCIATORI

abc dello sciatore

La stagione sciistica sta entrando lentamente nel vivo: Italia, Francia, Svizzera ed Austria al pari delle destinazioni “low cost”, fanno registrare il tutto esaurito.

Hai deciso di avvicinarti a questo sport per la prima volta? Sei alle prime armi e non sai come scegliere la migliore attrezzatura? Hai programmato un fine settimana bianco e vuoi prepararti al meglio? Ecco alcuni consigli utili per i novelli sciatori.

Prima discesa

Stai pensando di indossare per la prima volta un paio di scii in compagnia dei tuoi amici che ne sanno più di te? Stabile, nella tua posizione a “spazzaneve” (sci convergenti), noti i bambini che schizzano a razzo lasciandoti indietro? Niente paura, non è mai troppo tardi per imparare.

Innanzitutto, è bene avvalersi della guida di un istruttore, che ti segue passo dopo passo e ti aiuta a migliorare la tecnica in breve tempo.

Dapprima apprenderai a restare in piedi sul tuo bel paio di sci, per poi spostarti sulle piste meno ripide, provando a disegnare le prime curve.

Dai tempo al tempo: il corpo ha bisogno di pratica per abituarsi ai movimenti e capirne la dinamica.

Sorridi in ogni occasione: se affronti questa nuova, emozionante sfida col piglio giusto, diventerai l’erede di Alberto Tomba in men che non si dica.

Il galateo sulla neve

Anche in questo caso, esistono delle regole non scritte che tutelano la sicurezza ed il divertimento degli sciatori.

Eccone qualcuna nel dettaglio:


- Durante la discesa, bada bene alla distanza tra te e gli altri sciatori. Non tagliare la strada a chi sta dietro di te, evita di avvicinarti a grande velocità agli altri occupanti della pista.

- Eccoci agli impianti di risalita: come comportarsi? Evita di occupare da solo la seggiovia, non spingere e rispetta il tuo turno.

- Per la sicurezza tua e degli altri, evita di avvicinarti troppo ai bordi delle piste, lascia perdere i fuoripista e non oltrepassare, in alcun caso, le reti che delimitano il tracciato.


Attrezzatura

Sci: come scegliere quelli giusti? Non esiste un vademecum, ma è possibile sceglierli tenendo presente che, in generale, la misura giusta per cominciare è pari a circa 10 – 15 cm in meno rispetto all’altezza dello sciatore. Uno sci corto è più manovrabile, uno sci lungo è più stabile.

Ecco alcune tipologie di sci:

- Sci da discesa. Senza dubbio quello da scegliere per le prime performance. Si tratta di modelli “sciancati”, ovvero più stretti al centro e larghi alle estremità, per consentire manovre pulite.

- Sci “freestyle”. Questo tipo di sci è adatto agli sciatori con una certa esperienza, che si immolano in acrobazie mozzafiato e si concedono qualche fuoripista di troppo. Lo sci si presenta più largo e flessibile rispetto a quello da discesa.

- Sci per alpinismo. Questo tipo è perfetto per la neve non battuta. La particolarità di questo sci sta nell’attacco che libera automaticamente il tallone durante la salita.


Alimentazione e preparazione fisica

È bene ricordare che ti stai preparando per andare a sciare, non per una passeggiata, ragion per cui è importante curare attentamente l’alimentazione e concedersi una preparazione fisica adeguata.

Nello specifico:


- I muscoli interessati durante la discesa necessitano di abbondanti energie, da consumare rapidamente: la pasta fa al caso tuo. Durante l’attività sportiva, un succo di frutta fornisce gli zuccheri necessari allo sforzo.

- Evita pasti pesanti poco prima dell’attività sportiva: l’ideale è mangiare tre o quattro ore prima di dare il via alla sessione di sterzate e discese, in modo da disegnare sinuose curve a digestione compiuta.

- Un po’ di sano stretching migliora le prestazioni in pista e ti mette al riparo da strappi e contratture. Non strafare.


Le raccomandazioni generali sono piuttosto semplici: è bene prediligere piste per principianti e, ove possibile, poco affollate.

Se sei interessato ad un esperienza low cost, puoi sempre dirigerti verso le vette dell’Est europeo, il cui rapporto qualità prezzo è invidiabile: Romania, Bulgaria e Slovenia, tra le altre, offrono impianti attrezzati e prezzi più che ragionevoli.

Se invece stai pensando ad un fine settimana poco distante da casa, puoi sempre optare per le vette italiane o a pochi chilometri dal confine, la cui qualità è fuori discussione.

Ti potrebbe anche interessare:

REGOLE BAGAGLIO A MANO E DA STIVA CON EASYJET

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 
Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.
Se volate solo con il bagaglio a mano
Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 
Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.
Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) …

QUALI SONO I 7 EMIRATI ARABI UNITI

Terra di contrasti e contraddizioni, ultramoderna ma allo stesso tempo legata alle più antiche tradizioni locali. 
Gli Emirati Arabi Uniti (EAU), perla del Medio Oriente al confine con l’Oman e l’Arabia Saudita, sono tutto e il contrario di tutto. 
Al loro interno convivono i grattacieli più alti del mondo e le distese del deserto con i beduini, i centri commerciali ultramoderni insieme agli antichi villaggi dei pescatori. 
Di solito si identifica il Paese con la città di Dubai, ma sono sette gli emirati che compongono la federazione: 
Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujairah, Ras al-Khaima, Sharjah e Umm al-Qaywayn.
Tra le nazioni più ricche al mondo, trovano la loro principale fonte di guadagno nel petrolio ma anche, perlomeno a Dubai, nel turismo e nel commercio visto che è Abu Dhabi a detenere il 90% delle risorse di oro nero nel Paese.
Cosa deve aspettarsi chi fa un viaggio negli EAU?
Se la meta è Dubai sicuramente il lusso, l’esagerazione e l’abbondanza (negli hotel, nei negozi, nel cibo). 
Ma…

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. 

Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. 
I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. 
Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.
Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. 
Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. 
In realtà il ‘centro’…
Top