Passa ai contenuti principali

AZIONE CONTRO LA FAME: IN ITALIA, RISTORANTI CONTRO LA FAME

Ristoranti contro la fame

Dopo il grande successo ottenuto in Inghilterra e in Spagna, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, l’organizzazione umanitaria Azione contro la Fame lancia anche in Italia l’iniziativa Ristoranti contro la fame.

La campagna, supportata dal volto, dalle parole e dalle azioni di numerosi e prestigiosi chef nazionali, coinvolge fino al 16 dicembre oltre 130 ristoranti in tutta Italia che, attraverso il loro lavoro e il sostegno offerto dai clienti, contribuiranno a supportare la Fondazione nel suo impegno umanitario.

Azione contro la Fame

E’ un’organizzazione internazionale impegnata nella lotta alla malnutrizione e lavora ogni giorno con l’obiettivo di salvare la vita di bambini gravemente malnutriti e fornire alle famiglie accesso ad acqua pulita e soluzioni di lungo periodo per combattere le cause strutturali di fame e denutrizione.

Nata in Francia nel 1979 è oggi attiva in 47 paesi del mondo, anche in situazioni di emergenza causate da disastri naturali o carenza cronica di cibo.

Ancora oggi oltre 3 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono ogni anno per cause legate alla malnutrizione, quando esistono cure salva-vita efficaci e a basso costo.

Con 2 Euro infatti si fornisce un giorno di cure a base di cibo terapeutico per fare tornare in salute un bambino malnutrito e restituirlo ad un futuro di speranza.

Ristoranti contro la Fame

Per questo, quest’anno Azione contro la Fame lancia la sua iniziativa Ristoranti contro la Fame contemporaneamente in Italia, Germania, Canada e Stati Uniti.Gli amanti del cibo potranno contribuire alla raccolta fondi ai tavoli di uno o più degli oltre centotrenta ristoranti aderenti all’iniziativa in tutta Italia, scegliendo il proprio piatto preferito tra un’ampia rosa di proposte gastronomiche.

I clienti potranno donare 2 € aggiungendoli al loro conto, mentre i ristoranti promuoveranno la campagna presso i clienti e potranno proporre un menù-piatto solidale al quale associare una propria donazione.

Chef Ambasciatori

Sono moltissimi i professionisti dell’alta ristorazione che hanno scelto di ricoprire il ruolo di Chef Ambasciatori, prestando il proprio volto per sensibilizzare il grande pubblico verso progetti umanitari in grado di portare aiuti concreti nelle aree più bisognose.

Sono Chef Ambasciatori: Alessio Algherini - Ristorante Alexander; Tommaso Arrigoni – Innocenti Evasioni; Andrea Aprea - Ristorante VUN Park Hyatt; Michele Biassoni – IYO; Eugenio Boer – Ristorante Essenza; Cristina Bowerman – Glass Hostaria e Romeo; Daniel Canzian - Ristorante Daniel; Maria Cicorella – Ristorante Pashà; Roberto Conti - Ristorante Trussardi alla Scala; Pietro D’ Agostino – Ristorante La Capinera; Salvatore de Riso – Sal de Riso Costa d’Amalfi; Felice Lo Basso – Ristorante Unico; Aurora Mazzucchelli – Ristorante Marconi; Christian Milone – Trattoria Zappatori; Giancarlo Morelli – Pomiroeu; Robero Okabe – Ristorante Finger’s; Eros Picco – Innocenti Evasioni; Andrea Provenzani – Il Liberty; Filippo Saporito – La Leggenda dei Frati; Marco Sacco – Piccolo Lago; Gaetano Simonato - Tano Passami l’Olio; Elio Sironi - Ceresio 7; Angelo Troiani – Ristorante Il Convivio Troiani; Matteo Vigotti – Ristorante Peck; Leonardo Vescera – Il Capriccio.

Un piatto del Buon Ricordo

Fra i partner prestigiosi dell’iniziativa c’è anche l’Unione Ristoranti del Buon Ricordo che ha aderito convinto alla campagna attraverso la promozione della campagna in tutti i ristoranti partner e con creazione di uno speciale piatto in ceramica dedicato ad Azione contro la Fame.

Il piatto, dipinto a mano dagli artigiani delle Ceramiche Solimene di Vietri sul Mare, sarà regalato dai ristoratori del Buon Ricordo ai propri clienti. Per ogni piatto distribuito, l’Unione del Buon Ricordo verserà 2 euro ad Azione contro la Fame. Il piatto del Buon Ricordo sarà disponibile a novembre in data da definirsi.

Informazioni: www.ristoranticontrolafame.it

Articoli più letti:

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO A MANO

Il bagaglio a mano dovrebbe esser quello che dà meno preoccupazioni, invece sempre più spesso è quello che ci mette più dubbi. Ce ne togliamo alcuni? 
Bene, cominciamo dalle misure.
Le misure consentite dalle compagnie aeree sono come segue: 55 cm di lunghezza, 25 cm di altezza, 35 cm di profondità, le misure comunque non devono superare i 115 cm in totale. 

Soprattutto l’altezza, perché è quella fondamentale affinché il bagaglio possa entrare nello scompartimento apposito sopra i sedili. (overhead locker)

Và però detto che alcune compagnie low cost richiedono queste misure: 56 x 45 x 25 cm, che come vedrete supera la somma di 115 cm. 

Quindi il consiglio è quello di mantenersi comunque sulle misure di un classico trolley di quelli piccoli, che non abbia un’altezza (con questo intendo lo spazio dal retro al fronte del trolley, mentre per altezza si intende dalla ruote alla maniglia superiore) superiore ai 35 cm. 

Ed eventualmente controllare le misure specifiche sui vari siti web delle comp…

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.
Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. In realtà il ‘centro’ vitale…

REGOLE BAGAGLIO A MANO E DA STIVA CON EASYJET

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 
Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.
Se volate solo con il bagaglio a mano
Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 
Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.
Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) …
Top