Passa ai contenuti principali

LA MERAVIGLIOSA ISTANBUL

Istanbul

Capitale Europea della Cultura nel 2010, Istanbul è una delle città più affascinanti del mondo. La capitale culturale della Turchia conserva le preziose testimonianze di ben tre imperi: Romano, Bizantino e Ottomano. Eccovi sei luoghi da non perdere assolutamente.

Il Museo di Santa Sofia 

Costruita tra il 532 e il 537 per volontà di Giustiniano, è una delle opere architettoniche più belle e grandi del mondo. 

Diventata un museo nel 1935, dopo la nascita della Repubblica della Turchia, la Basilica di Santa Sofia (Aya Sofia) è uno straordinario concentrato di marmi policromi, materiali preziosi e colonne che provengono dai templi di Diana a Efeso e di Atene in Egitto. 

Impossibile rimanere indifferenti di fronte alla maestosità della cupola centrale e alla bellezza dei mosaici bizantini che decorano l’interno della basilica con il luccichìo di milioni di tessere dorate che raffigurano Cristo, i Santi, la Vergine e imperatori. 

Nel 1453, con l’arrivo dei turchi fu trasformata in moschea e impreziosita da nuovi elementi architettonici: 4 minareti, le tombe imperiali, il pulpito islamico e i dischi circolari alle pareti delle gallerie. 

La Moschea Blu 

Risale al XVII e con i suoi sei minareti è seconda soltanto alla moschea della Ka’ba alla Mecca, che ne vanta sette. 

La Moschea del Sultano Ahmet, meglio nota come Moschea Blu, in virtù delle splendide maioliche di Iznik che colorano di azzurro e blu il suo interno, deve la sua particolarità a un fraintendimento. 

Secondo una leggenda popolare il Sultano desiderava che i minareti fossero coperti d’oro ma l’architetto Sedefkar Mehmet Aga comprese “alti” ovvero “sei” in turco, invece che “altin” ovvero “oro”. 

La Cisterna Basilica 

Splendida in superficie e bellissima anche nelle sue viscere. 

Costruita nel 532 d.c. dall’Imperatore Giustiniano la Cisterna Basilica è un’incredibile struttura sotterranea progettata per fungere da deposito d’acqua. 

Occupa lo spazio sotterraneo, sotto una delle grandi piazze cittadine, originariamente appartenuto a una basilica padana. 

Dopo anni di restauri è riaperta al pubblico dal 1987. E’ sufficiente scendere lungo una piccola scala per ritrovarsi in un incantevole tempio sommerso, fra capitelli e 336 colonne di età classica, in un’atmosfera resa magica dall’illuminazione speciale e dai riflessi dell’acqua in cui nuotano grandi pesci. 

Palazzo Topkapi 

E’ il simbolo della grandezza dell’Impero Ottomano e insieme il palazzo più bello della Turchia. 

Convertito in museo dal 1924, Palazzo Topkapi è un affascinante complesso caratterizzato da un labirinto di costruzioni raccolte attorno a quattro enormi cortili e circondato da 1400 metri di mura. 

Costruito a partire dal 1466 per ordine di Maometto il Conquistatore, al suo interno custodisce una magnifica collezione di gioielli imperiali, fra cui il Diamante del Fabbricante di Cucchiai, e un Harem costituito da circa 300 lussuosi appartamenti che venivano utilizzati dal sultano regnante e dalla sua famiglia. 

Uno dei cortili, poi, ospita il giardino privato del sultano, dove si ergono chiostri dai quali è possibile godere di un’impareggiabile vista sulla città. 

La Torre di Galata 

Costruita dai genovesi è un altro luogo-simbolo della città e ha superato terremoti e demolizioni succedutisi in oltre sei secoli di storia. 

Con i suoi 67 metri di altezza domina il profilo di Istanbul e, specie al tramonto, dalla sua terrazza panoramica offre un'impagabile vista del Corno d'Oro e del Mar di Marmara. 

Il Grand Bazar 

Non si può andar via da Istanbul senza aver respirato almeno una volta l’atmosfera del Grand Bazar, il mercato coperto più grande del mondo e, con i suoi oltre 5 secoli di storia, fra i più antichi. 

Con una superficie di 31mila mq e ben 4000 esercizi commerciali, il Grand Bazar è un ubriacante dedalo di strade e passaggi traboccanti di colori, profumi e mercanzia di qualsiasi genere, dai libri antichi alle stoffe, dalle spezie ai più disparati manufatti in rame e ottone.

Articoli più letti:

PIANA DI GIZA: LE PIRAMIDI E LA SFINGE

Nulla del mondo antico si avvicina per fama alla Piana di Giza e alle Piramidi di Giza. 
Basti pensare che la sola Piramide di Cheope (o Grande Piramide) è l’unica tra le Sette Meraviglie del Mondo Antico giunta sino ai giorni nostri.
La Piramide di Cheope è la più grande delle tre piramidi della Piana di Giza. 
Costruita secondo le fonti dell’archeologia ufficiale intorno al 2570 a.C., è rimasta l’edificio più alto del mondo per circa 3800 anni. 
Fu eretta come monumento funebre da Cheope, faraone della IV dinastia dell’Egitto antico e realizzata su disegno dell’architetto reale Hemiunu.
L’intera necropoli è una testimonianza della gloria e della potenza dei faraoni dell’Antico Regno. 
Appena fuori del Cairo, sull’altopiano sorgono, oltre la Piramide di Cheope, anche quelle minori di Chefren e Micerino, la Grande Sfinge, alcune piramidi di piccole dimensioni, la Barca Solare, il villaggio operaio e alcuni cimiteri. 
Fin’ora, scienziati e archeologi non sono stati in grado di capire esattame…

CRIMEA E SOCI: LE LOCALITA' BALNEARI PREFERITE DAI RUSSI

A livello nazionale la Crimea e Soči occupano i primi posti per popolarità tra le destinazioni per le vacanze estive mentre la prima posizione tra i luoghi esteri è occupata dalla Turchia
A dichiararlo è il portale ufficiale dell’Associazione dei Tour operator della Russia ATOR.
Nella dichiarazione si legge come “In Russia i tour operator ricevono le maggiori richieste per località balneari quali Soči (Distretto di Adler) e la Crimea (Costa Meridionale e Distretto di Eupatoria)”.
Secondo i dati di ATOR, basati sui dati dei tour operator e del totale dei pacchetti vacanza su internet tra le destinazioni preferite di questa estate vi sono: Turchia, Russia, Grecia, Cipro, Spagna, Bulgaria, Montenegro, Tunisia e Italia. “Tra questi la posizione leader è, in modo in pratica irraggiungibile, della Turchia. 
Senza dubbio tale paese resterà il leader di questa estate” affermano all’interno dell’associazione.
La Russia balneare quest’anno, nonostante una generale tendenza di caduta del numero di …

AFFASCINANTE OMAN: TRA MUSCAT E DESERTO

Il Sultanato di Oman è uno dei paesi più affascinate del Medio Oriente ed una meta turistica in piena espansione.
Dalla baia di Musandam a nord alle spiagge di Salalah a sud, passando per i deserti dell’entroterra centrale, l’Oman vi lascerà senza parole. 
Se avete pochi giorni a disposizione ovviamente non potrete visitare tutto, quindi vi consiglio la zona di Muscat e dintorni, con over night nel deserto.
Quando andare
Il periodo migliore per visitare l’Oman e la penisola araba è da Ottobre a Marzo, quando il clima è piacevole e non fa caldo. 
Al contrario gli altri mesi saranno bollenti. Informatevi sul periodo del Ramadan ed evitate di andare durante quel periodo per non incorrere in divieti che non vi farebbero godere appieno della vacanza.
Dove alloggiare
Se decidete di fermarvi nel deserto per una notte potrete dormire come dormono i beduini nelle tende. 
L’esperienza è pazzesca ed estremamente emozionante. Vi verranno a prendere nella cittadina più vicina e vi guideranno nel deserto, …

I DOCUMENTI INDISPENSABILI DA PORTARE IN VIAGGIO

Le tanto attese ferie estive sono finalmente arrivate, se state per partire in vacanza, non vi resta che preparare la valigia. 
Ma quali sono i documenti utili che dovrete portare con voi in viaggio?
Il documento che non dovrebbe mai mancare nei vostri viaggi è quello di identificazione.
In caso di viaggi sul territorio nazionale, il DPR n. 445 del 2000 stabilisce che è sufficiente la carta d’identità o uno dei documenti equipollenti (“il passaporto, la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato”).
Per i viaggi nei paesi dell’Unione Europea o all’interno dello spazio Schengen (e in tutti quei Paesi con cui sono in vigore particolari accordi di reciprocità) è sufficiente la carta di identità valida per l’espatrio.
Per tutti gli altri Paesi ric…

ROAD TRIP ALLA SCOPERTA DELLA SARDEGNA

Famosa in tutto il mondo per la sue spiagge paradisiache e il suo mare cristallino, la Sardegna offre al visitatore anche incantevoli località, riserve naturali e siti archeologici.
La Sardegna è la seconda più grande isola del Mediterraneo ed è una delle destinazioni estive più amate in Europa. 
L’auto è il mezzo migliore per visitare in lungo e in largo l’isola e scoprire le sue spiagge più belle e le località più incantevoli. 
Ecco la nostra guida per un viaggio on the road nella magnifica isola.
Olbia e la Costa Smeralda
Facilmente raggiungibile attraverso i numerosi voli low cost che la collegano al resto d’Italia e del continente, Olbia, quarta città della Sardegna e importante polo tustico, è il punto di partenza del tour in macchina dell’isola che vi proponiamo. 
Una volta atterrati in città, potrete infatti noleggiare un’auto ad Olbia e partire alla scoperta della famosa e bellissima Costa Smeralda, riconosciuta come uno dei litorali più belli al mondo.
Non mancate di fare un salt…
Top