Passa ai contenuti principali

LA MERAVIGLIOSA ISTANBUL

Istanbul

Capitale Europea della Cultura nel 2010, Istanbul è una delle città più affascinanti del mondo. La capitale culturale della Turchia conserva le preziose testimonianze di ben tre imperi: Romano, Bizantino e Ottomano. Eccovi sei luoghi da non perdere assolutamente.

Il Museo di Santa Sofia 

Costruita tra il 532 e il 537 per volontà di Giustiniano, è una delle opere architettoniche più belle e grandi del mondo. 

Diventata un museo nel 1935, dopo la nascita della Repubblica della Turchia, la Basilica di Santa Sofia (Aya Sofia) è uno straordinario concentrato di marmi policromi, materiali preziosi e colonne che provengono dai templi di Diana a Efeso e di Atene in Egitto. 

Impossibile rimanere indifferenti di fronte alla maestosità della cupola centrale e alla bellezza dei mosaici bizantini che decorano l’interno della basilica con il luccichìo di milioni di tessere dorate che raffigurano Cristo, i Santi, la Vergine e imperatori. 

Nel 1453, con l’arrivo dei turchi fu trasformata in moschea e impreziosita da nuovi elementi architettonici: 4 minareti, le tombe imperiali, il pulpito islamico e i dischi circolari alle pareti delle gallerie. 

La Moschea Blu 

Risale al XVII e con i suoi sei minareti è seconda soltanto alla moschea della Ka’ba alla Mecca, che ne vanta sette. 

La Moschea del Sultano Ahmet, meglio nota come Moschea Blu, in virtù delle splendide maioliche di Iznik che colorano di azzurro e blu il suo interno, deve la sua particolarità a un fraintendimento. 

Secondo una leggenda popolare il Sultano desiderava che i minareti fossero coperti d’oro ma l’architetto Sedefkar Mehmet Aga comprese “alti” ovvero “sei” in turco, invece che “altin” ovvero “oro”. 

La Cisterna Basilica 

Splendida in superficie e bellissima anche nelle sue viscere. 

Costruita nel 532 d.c. dall’Imperatore Giustiniano la Cisterna Basilica è un’incredibile struttura sotterranea progettata per fungere da deposito d’acqua. 

Occupa lo spazio sotterraneo, sotto una delle grandi piazze cittadine, originariamente appartenuto a una basilica padana. 

Dopo anni di restauri è riaperta al pubblico dal 1987. E’ sufficiente scendere lungo una piccola scala per ritrovarsi in un incantevole tempio sommerso, fra capitelli e 336 colonne di età classica, in un’atmosfera resa magica dall’illuminazione speciale e dai riflessi dell’acqua in cui nuotano grandi pesci. 

Palazzo Topkapi 

E’ il simbolo della grandezza dell’Impero Ottomano e insieme il palazzo più bello della Turchia. 

Convertito in museo dal 1924, Palazzo Topkapi è un affascinante complesso caratterizzato da un labirinto di costruzioni raccolte attorno a quattro enormi cortili e circondato da 1400 metri di mura. 

Costruito a partire dal 1466 per ordine di Maometto il Conquistatore, al suo interno custodisce una magnifica collezione di gioielli imperiali, fra cui il Diamante del Fabbricante di Cucchiai, e un Harem costituito da circa 300 lussuosi appartamenti che venivano utilizzati dal sultano regnante e dalla sua famiglia. 

Uno dei cortili, poi, ospita il giardino privato del sultano, dove si ergono chiostri dai quali è possibile godere di un’impareggiabile vista sulla città. 

La Torre di Galata 

Costruita dai genovesi è un altro luogo-simbolo della città e ha superato terremoti e demolizioni succedutisi in oltre sei secoli di storia. 

Con i suoi 67 metri di altezza domina il profilo di Istanbul e, specie al tramonto, dalla sua terrazza panoramica offre un'impagabile vista del Corno d'Oro e del Mar di Marmara. 

Il Grand Bazar 

Non si può andar via da Istanbul senza aver respirato almeno una volta l’atmosfera del Grand Bazar, il mercato coperto più grande del mondo e, con i suoi oltre 5 secoli di storia, fra i più antichi. 

Con una superficie di 31mila mq e ben 4000 esercizi commerciali, il Grand Bazar è un ubriacante dedalo di strade e passaggi traboccanti di colori, profumi e mercanzia di qualsiasi genere, dai libri antichi alle stoffe, dalle spezie ai più disparati manufatti in rame e ottone.

Articoli più letti:

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO A MANO

Il bagaglio a mano dovrebbe esser quello che dà meno preoccupazioni, invece sempre più spesso è quello che ci mette più dubbi. Ce ne togliamo alcuni? 
Bene, cominciamo dalle misure.
Le misure consentite dalle compagnie aeree sono come segue: 55 cm di lunghezza, 25 cm di altezza, 35 cm di profondità, le misure comunque non devono superare i 115 cm in totale. 

Soprattutto l’altezza, perché è quella fondamentale affinché il bagaglio possa entrare nello scompartimento apposito sopra i sedili. (overhead locker)

Và però detto che alcune compagnie low cost richiedono queste misure: 56 x 45 x 25 cm, che come vedrete supera la somma di 115 cm. 

Quindi il consiglio è quello di mantenersi comunque sulle misure di un classico trolley di quelli piccoli, che non abbia un’altezza (con questo intendo lo spazio dal retro al fronte del trolley, mentre per altezza si intende dalla ruote alla maniglia superiore) superiore ai 35 cm. 

Ed eventualmente controllare le misure specifiche sui vari siti web delle comp…

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.
Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. In realtà il ‘centro’ vitale…

REGOLE BAGAGLIO A MANO E DA STIVA CON EASYJET

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 
Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.
Se volate solo con il bagaglio a mano
Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 
Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.
Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) …
Top