Passa ai contenuti principali

LAST SECOND: COME PRENOTARLO

Last Second

Molto spesso le definizioni Last Second e Last Minute sono usate come sinonimi, ed anche se per gran parte si assomigliano, hanno alcune differenze significative. 

Ciò che li distingue principalmente è la data di prenotazione del volo, albergo, vacanza o qualsiasi altra offerta si tratti. 

Mentre il Last Minute si può prenotare anche diverse settimane prima, il Last Second è un’offerta che la compagnia decide di mettere a disposizione per evitare posti vuoti, la quale prevede partenze entro 24-48 ore.

Inoltre le offerte del Last Second hanno sconti più forti, a volte fino al 40-50%, rispetto al Last Minute, e devono essere dichiarate come tali dalla compagnia di viaggio che vuol scongiurare l’invenduto. 

A fronte di sconti del genere, ci sono però anche dei disagi, i quali si traducono in una valigia che dev’essere già pronta per la partenza al momento della prenotazione, e nell’impossibilità di personalizzare i pacchetti di viaggio. In pratica dobbiamo accontentarci di ciò che è rimasto. Per poter prenotare un Last Second, seguite i prossimi passaggi.

Fase 1: Rivolgersi ad un’agenzia. Che si tratti di un’agenzia di viaggi, di un tour operator o di una compagnia aerea, bisogna contattarla per chiedere se è disponibile qualche offerta last second. Ribadiamo l’importanza di essere già pronti a partire dato che se con il last minute avremmo potuto prenotare diverse settimane prima, con il last second potremmo anche essere obbligati a salire sull’aereo nel giro di poche ore.

Fase 2: Controllare il catalogo delle offerte. Alcune agenzie, per rendere più allettante un’offerta, la fanno passare per last second, quando in realtà non lo è. Per questo, prima di prenotare, controllare la data di partenza (se è tra un mese non è last second!) e il costo iniziale proposto al pubblico che dovrebbe essere del 30-40% superiore per una compagnia aerea e tra il 10 ed il 50% per un pacchetto vacanza.

Fase 3: Controllare il pacchetto offerto. Acquistare il last second non significa fare una vacanza di serie B, così dovete controllare che il pacchetto che vi viene offerto sia lo stesso che veniva offerto all’inizio per tutti.

Fase 4: Controllare i costi nascosti. Alcuni prezzi allettanti dei last second potrebbero in realtà nascondere alcuni costi che fanno lievitare l’esborso, i quali non vengono contemplati nello sconto, rendendo il risparmio davvero misero.

Fase 5: Una volta che l’offerta ha superato tutti i controlli, il meccanismo di prenotazione è uguale a quello di una vacanza normale o di una vacanza last minute. Anche se sarà più difficile trovare posto, sarà possibile prenotare un last second anche ad agosto.

Ti potrebbe anche interessare:

REGOLE BAGAGLIO A MANO E DA STIVA CON EASYJET

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 
Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.
Se volate solo con il bagaglio a mano
Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 
Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.
Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) …

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

QUALI SONO I 7 EMIRATI ARABI UNITI

Terra di contrasti e contraddizioni, ultramoderna ma allo stesso tempo legata alle più antiche tradizioni locali. 
Gli Emirati Arabi Uniti (EAU), perla del Medio Oriente al confine con l’Oman e l’Arabia Saudita, sono tutto e il contrario di tutto. 
Al loro interno convivono i grattacieli più alti del mondo e le distese del deserto con i beduini, i centri commerciali ultramoderni insieme agli antichi villaggi dei pescatori. 
Di solito si identifica il Paese con la città di Dubai, ma sono sette gli emirati che compongono la federazione: 
Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujairah, Ras al-Khaima, Sharjah e Umm al-Qaywayn.
Tra le nazioni più ricche al mondo, trovano la loro principale fonte di guadagno nel petrolio ma anche, perlomeno a Dubai, nel turismo e nel commercio visto che è Abu Dhabi a detenere il 90% delle risorse di oro nero nel Paese.
Cosa deve aspettarsi chi fa un viaggio negli EAU?
Se la meta è Dubai sicuramente il lusso, l’esagerazione e l’abbondanza (negli hotel, nei negozi, nel cibo). 
Ma…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. 

Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. 
I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. 
Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.
Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. 
Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. 
In realtà il ‘centro’…
Top