Passa ai contenuti principali

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO A MANO

Magaglio a mano

Il bagaglio a mano dovrebbe esser quello che dà meno preoccupazioni, invece sempre più spesso è quello che ci mette più dubbi. Ce ne togliamo alcuni? 

Bene, cominciamo dalle misure.

Le misure consentite dalle compagnie aeree sono come segue: 55 cm di lunghezza, 25 cm di altezza, 35 cm di profondità, le misure comunque non devono superare i 115 cm in totale. 

Soprattutto l’altezza, perché è quella fondamentale affinché il bagaglio possa entrare nello scompartimento apposito sopra i sedili. (overhead locker)

Và però detto che alcune compagnie low cost richiedono queste misure: 56 x 45 x 25 cm, che come vedrete supera la somma di 115 cm. 


Quindi il consiglio è quello di mantenersi comunque sulle misure di un classico trolley di quelli piccoli, che non abbia un’altezza (con questo intendo lo spazio dal retro al fronte del trolley, mentre per altezza si intende dalla ruote alla maniglia superiore) superiore ai 35 cm. 

Ed eventualmente controllare le misure specifiche sui vari siti web delle compagnie aeree. 

Inoltre và evidenziato che in molti aeroporti diverse compagnie aeree hanno speciali “gabbiotti” nei quali vi può esser chiesto di inserire il vostro bagaglio a mano, se entra nel “gabbiotto” significa che ha le misure adatte per essere accettato, se non entra vuol dire che non ha le misure che la compagnia aerea richiede.

Quanti chili posso portare?

Questo, come la franchigia del bagaglio da stiva, varia da compagnia a compagnia. Normalmente si parla di 5-7 kg, ma anche di 10 kg come nel caso di Ryanair. 

Ho notato come molte persone pensano di poter riempire come vogliono un bagaglio a mano convinti che tanto non viene pesato.

E’ vero, spesso e volentieri non viene pesato, ma la compagnia aerea ha il diritto di farlo. 

E se superasse la franchigia consentita non potrete neppure pagare un supplemento come invece capita per il bagaglio da stiva. 

Dovrete liberarvene oppure imbarcarlo come bagaglio da stiva, e se viaggiate con una compagnia aerea che richiede un pagamento extra per la valigia da stiva, dovrete pagarlo. 

Quindi cercate sempre di mantenervi nei chili che vi sono consentiti.

Cosa posso mettere nel bagaglio a mano?

Nonostante la regolamentazione sul trasporto dei liquidi sia in vigore da quattro anni, ci sono ancora molti dubbi. 

La regolamentazione dice che non possiamo portare liquidi in contenitori superiori a 100 ml ciascuno, ma che di questi contenitori possiamo averne ben 10 a testa, infatti non dobbiamo superare la quantità di 1 litro di liquidi, categoricamente divisi in contenitori da 100ml. 

Quindi niente flaconi di shampoo nel classico formato, niente bottiglie di alcolici, tutto in versione “mignon”. 

E’ utile notare come con la parola “liquidi” in realtà si fa riferimento non solo a sostanze liquide, ma anche a creme, schiume. 

Quindi anche tutte queste cose dovranno essere in formato non superiore a 100 ml. 

Devo mostrare i contenitori che ho?

Si, la regolamentazione prevede che tutti i contenitori vengano messi in sacchettini che dovrebbero essere disponibili ad ogni banco check-in in aeroporto. 

In realtà molto spesso non si trovano, ed in realtà ormai dopo quattro anni, quasi nessuno arriva al controllo di sicurezza con i contenitori in mano. 

Ma diciamo che sarebbe da fare, e renderebbe il lavoro degli addetti molto più veloce, consentendo a tutti un controllo più rapido.

Quanti bagagli a mano posso portare?

Uno. Categoricamente uno. Uno zaino, un computer ed un marsupio…non sono “un bagaglio a mano”, ma ben tre. 

Questa informazione però ha diverse eccezioni. 

Infatti, diverse compagnie permettono di portare oltre al bagaglio a mano anche una borsa con il computer oppure la borsa personale da signora. 

Ryanair per esempio è molto fiscale sul trasporto di un solo bagaglio a mano. 

Và però detto che spesso dipende anche dalla fiscalità degli addetti. 

Io consiglio sempre di attenersi alle regole segnalate dalle compagnie aeree, se vogliamo rischiare e fare di testa nostra possiamo farlo, ma senza lamentarci se poi ci viene detto che non è possibile. 

Con le compagnie aeree (come Ryanair) che permettono un solo bagaglio (no borsetta da donna) in caso la portiate comunque con voi, vi potrà esser chiesto di mettere la borsetta (o altro bagaglio a mano oltre a quello consentito) dentro al bagaglio a mano che vi concedono.

Vorrei sottolineare che il biglietto aereo è, ai fini di legge, un contratto in tutto e per tutto, questo significa che quando acquistiamo il biglietto accettiamo tutte le clausole in esso incluse. 

E’ quindi inutile acquistare il nostro biglietto e poi pretendere altri servizi che non sono inclusi o che erano espressamente vietati.

Per misure e peso del bagaglio a mano delle compagnie low cost, potete fare riferimento alla pagina: misure e peso bagaglio compagnie aeree.

Info utili:

1) Spesso e volentieri vedo passeggeri richiedere posti in uscita di emergenza, perché sappiamo tutti che hanno uno spazio più ampio per le gambe. 

Ma pochi sanno come comportarsi con il bagaglio a mano quando occupano questi posti: 

durante il decollo e l’atterraggio non è consentito tenere sulle gambe ma neppure vicino ai piedi, alcun tipo di bagaglio, neppure un piccolo marsupio. 

Durante la fase di crociera invece, potrete alzarvi e prendere (ed utilizzare) il vostro bagaglio a mano che dovrà però essere riposto nuovamente nella cappelliera durante l’atterraggio.

2) Ryanair ha fatto un accordo con Samsonite poco prima dell’estate 2010: la famosa azienda che produce bagagli ha creato una valigia con le misure corrette per essere utilizzata come bagaglio a mano per Ryanair. 

Acquistabile sul sito della compagnia aerea al costo di 79€.

3) Ricordiamo che, purtroppo, è proprio in Italia che a volte si incontra un po’ meno fiscalità, ma si tratta appunto di “meno fiscalità”, e non di regole differenti. 

Questo significa che se una compagnia aerea dice che potete portare 1 solo bagaglio, ma voi vi presentate con due e alla partenza e ve li fanno passare…

Molto probabilmente non vi verrà permesso al rientro. 

Questo non vuol dire che le regole in Italia erano diverse e che nell’aeroporto di rientro vi stanno facendo un torto. 

Se chiudono un occhio all’andata…non dovevano farlo.

Le cappelliere, soprattutto degli aeromobili utilizzati per viaggi in Europa, sono di dimensioni ridotte rispetto ad altri aeromobili più grandi, se venisse permesso a tutti di non rispettare le regole e portare a bordo ciò che si vuole, non ci sarebbe spazio per tutti.

Ti potrebbe anche interessare:

REGOLE BAGAGLIO A MANO E DA STIVA CON EASYJET

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 
Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.
Se volate solo con il bagaglio a mano
Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 
Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.
Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) …

QUALI SONO I 7 EMIRATI ARABI UNITI

Terra di contrasti e contraddizioni, ultramoderna ma allo stesso tempo legata alle più antiche tradizioni locali. 
Gli Emirati Arabi Uniti (EAU), perla del Medio Oriente al confine con l’Oman e l’Arabia Saudita, sono tutto e il contrario di tutto. 
Al loro interno convivono i grattacieli più alti del mondo e le distese del deserto con i beduini, i centri commerciali ultramoderni insieme agli antichi villaggi dei pescatori. 
Di solito si identifica il Paese con la città di Dubai, ma sono sette gli emirati che compongono la federazione: 
Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujairah, Ras al-Khaima, Sharjah e Umm al-Qaywayn.
Tra le nazioni più ricche al mondo, trovano la loro principale fonte di guadagno nel petrolio ma anche, perlomeno a Dubai, nel turismo e nel commercio visto che è Abu Dhabi a detenere il 90% delle risorse di oro nero nel Paese.
Cosa deve aspettarsi chi fa un viaggio negli EAU?
Se la meta è Dubai sicuramente il lusso, l’esagerazione e l’abbondanza (negli hotel, nei negozi, nel cibo). 
Ma…

DOVE SI PUO' VIAGGIARE SENZA PASSAPORTO

Siete in procinto di volare a Tenerife per trascorrere una rilassante vacanza nelle splendide isole Canarie, ma vi siete accorti che il vostro passaporto è scaduto? 
Niente paura: 

sarà sufficiente la semplice carta d’identità (valida per l’espatrio) per recarvi nelle belle isole atlantiche, poiché, pur non appartenendo geograficamente all’Europa, esse sono considerate parte integrante dello spazio Schengen (il trattato sulla libera circolazione delle persone all’interno della UE), in quanto appartenenti alla Spagna, cioè ad uno Stato membro dell’Ue.
Prima di fornirvi il quadro completo delle destinazioni in cui ci si può recare senza visa o addirittura senza passaporto, vi segnaliamo che il passaporto italiano consente di viaggiare in ben 171 Paesi.
Inoltre vi ricordiamo che tale articolo ha valore informativo e che la documentazione necessaria per volare in un Paese straniero può subire modifiche in ogni momento; per cui vi consigliamo di consultare sempre, prima della partenza, il sito…

COMPAGNIE AEREE: TUTTO SUL BAGAGLIO DA STIVA

Le seguenti informazioni sono adatte sia per voli di linea che per voli low cost, tranne dove diversamente specificato. 
Oramai siamo un po’ tutti abituati alla regolamentazione sul trasporto dei liquidi e sappiamo bene che le compagnie aeree ci impongono un limite massimo di kg per la nostra valigia da stiva. 

Ogni sito web di ogni compagnia aerea riporta dettagliati dati in merito. 

Ma c’è ancora chi ha le idee confuse e si pone domande. 

Vediamo insieme di chiarire qualche dubbio.

Il peso del bagaglio da stiva

Con questo si intende chiaramente la valigia che imbarchiamo e che non rivedremo più sino all’atterraggio. 

La quantità di kg che ci è permesso portare si chiama “allowance”, cioè la franchigia. 

Ma è bene conoscere il termine tecnico in inglese perché la documentazione di viaggio spesso riporta questa parola appunto in inglese, spesso abbreviato con “Allwnce”. 

Normalmente l’allowance che ogni passeggero ha varia dai 15 kg ai 23kg. 

Questo cambia in base alla compagnia aerea (normalm…

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. 

Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. 
I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. 
Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.
Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. 
Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. 
In realtà il ‘centro’…
Top