SAINT PAUL DE VENCE TRA ARTE ROMANTICISMO E BUONA CUCINA

SAINT PAUL DE VENCE TRA ARTE ROMANTICISMO E BUONA CUCINA

Fondazione Maeght Saint Paul de Vence

Se l’arte, il romanticismo, la buona cucina, hotel di lusso in residenze di charme sono gli ingredienti che state cercando per la prossima vacanza o breve week end, Saint Paul de Vence è il luogo che fa per voi.

Il centro storico è magnificamente mantenuto ed utilizzato come vetrina per numerose gallerie d’arte che espongono opere di ogni genere e stile.

Hotel 4 stelle ricavati da antiche strutture o residenze storiche, sapranno accogliervi in un’oasi di pace in mezzo al verde della campagna provenzale.

Con più di 2 milioni di visitatori all’anno, Saint Paul de Vence è una delle mete turistiche più visitate di Francia.

Il villaggio dona il benvenuto già fuori delle mura dove dall’alto della sua collina, si presenta con tutta la sua bellezza e particolarità.

Interamente circondato da mura fortificate, Saint Paul de Vence presenta un unico accesso perfettamente mantenuto e munito ancora oggi del suo cannone.

Il celebre cannone Lacan (chiamato così dal nome del Capitano che difese Saint Paul dall’attacco dei nemici) fu utilizzato in varie battaglie e sembra che sia riuscito a proteggere questo magnifico borgo dai continui attacchi provenienti sia dall’entroterra che dal mare.

Non si hanno notizie certe sulle origini di questo centro storico, probabilmente sul luogo si trovava un insediamento ligure divenuto poi romano e conosciuto con il nome di San Paolo solo dopo il XII° secolo. 

Dell’antico castello, rimane solo l’alta torre (il Donjon) oggi sede del Municipio.

La Fontana (monumento storico) è stata costruita nel 1.850 e serve come punto d’incontro del villaggio, come lo era anni fa per attori, artisti e personaggi famosi di tutto il mondo. 

Nella piazzetta subito fuori delle mura, c’è la pista delle “Pétanque” (gioco delle bocce) che risulta essere la pista da bocce più celebre del mondo: tutti i personaggi celebri passati da queste parti, hanno giocato in questa piccola piazza.

La Fondazione Maeght: architettura interamente concepita e finanziata dalla famiglia Maeght per presentare l'arte moderna e contemporanea.

Per maggiori informazioni: UFFICIO DEL TURISMO DI SAINT PAUL DE VENCE

SAINT JEAN CAP FERRAT: LA META DEI VIP DI TUTO IL MONDO

SAINT JEAN CAP FERRAT: LA META DEI VIP DI TUTO IL MONDO

Saint Jean Cap Ferrat Costa Azzurra

Vero angolo di paradiso, Saint Jean Cap Ferrat accoglie i visitatori in fantastiche ville lusso in affitto stagionale, hotel prestigiosi, ristoranti romantici ed un’atmosfera esclusiva che tiene lontano ogni tipo di stress.

Qua tutto è pace, armonia, benessere, e le numerose ville extralusso sparse per questo magnifico promontorio, ne sono la prova.

Meta, ieri come oggi, di V.I.P. e personaggi che rendono il suo porto e le sue vie, una delle “promenade” più suggestive ed alla moda della costa.

Ricchi industriali, teste coronate e celebrità, hanno scelto questa penisola come residenza o come luogo di villeggiatura: lo scrittore Frédéric Nietzche, attori come Gregory Peck, Elisabeth Taylor e David Niven, uomini politici come Winston Churchill o pittori come Matisse, hanno lasciato il cuore da queste parti.

Sicuramente frequentata da milizie sin da tempi antichissimi, oggi sembra avere perso ogni traccia del suo lontano passato.

Resta solo una torre saracena ed una chiesa ricavata da un antico rudere a tramandarci il passato remoto di Saint Jean.

Frequentata da Cavalieri di Malta durante tutto il Medio Evo, Saint Jean Cap Ferrat diventa meta turistica e sede di dimore storiche come Villa Ephrussi de Rothshild solo in tempi recenti.

Saint Jean Cap Ferrat vanta la presenza di alcuni hotel tra i più prestigiosi della Costa Azzurra oltre ad un piccolo porto frequentato da imponenti yacht.

Passeggiare per il lungomare che segue il perimetro di questa striscia di terra, sospirare davanti il faro o curiosare per il piccolo centro di Saint Jean Cap Ferrat è un vero privilegio.

Per i più esigenti è possibile affittare alcune tra le più meravigliose ville della Regione.

Saint Jean Cap Ferrat si trova su di una piccola penisola posizionata a due passi da Monte Carlo e Nizza. 

Luogo perfetto per chi cerca tranquillità e la possibilità di raggiungere in brevissimo tempo tutte le destinazioni maggiori della Costa Azzurra. 

Per maggiori informazioni: UFFICIO DEL TURISMO SAINT JEAN CAP FERRAT
Pubblicità

EMIRATES PALACE ABU DHABI: COSA VISITARE, COME ARRIVARE, ORARI E PREZZI

EMIRATES PALACE ABU DHABI: COSA VISITARE, COME ARRIVARE, ORARI E PREZZI

Abu Dhabi Emirati Arabi Uniti

Emirates Palace è una delle principali attrazioni turistiche di Abu Dhabi: palazzo di rappresentanza degli Emirati e centro congressi, è anche uno degli hotel a sette stelle più strabilianti del mondo.

Le sette stelle, tuttavia, non sono ufficialmente riconosciute e qui viene il bello: contrariamente a quanto si creda, un soggiorno a Emirates Palace, soprattutto in determinati periodi dell’anno (nei torridi mesi estivi ma anche tra Settembre e Ottobre o tra Marzo e Aprile),L’hotel di Emirates Palace, di proprietà del governo di Abu Dhabi, è gestito dal gruppo Kempinski Hotels & Resorts.

Comprende 302 stanze e 92 suite, di cui 22 riservate a capi di stato e al loro entourage. 

Sei suite, all’ultimo piano, sono accessibili esclusivamente ai membri della famiglia reale degli Emirati Arabi.

Cosa visitare gratuitamente

Di Emirates Palace puoi visitare gratuitamente tutto il primo piano, dalle 10 alle 22.

Percorso esterno 

Da non perdere la scenografica scalinata, i giardini (un centinaio di ettari con almeno 8000 alberi), le 12 fontane con giochi d’acqua, e in generale la vista d’insieme su questo magnifico edificio, sormontato da più di 114 cupole, fra cui quella del Grand Atrium, più grande della cupola di San Pietro. 

L’hotel è dotato di una spiaggia privata di circa 1,3 km, accessibile solo ai clienti dell’hotel.

Percorso interno 

All’interno di Emirates Palace si possono visitare le “lobby”, ovvero le aree che compongono il monumentale ingresso: un tripudio di oro (tra cui la foglia a 22 carati che riveste la cupola del Grand Atrium), Swaroski e marmi di 13 differenti colori, corrispondenti alle sfumature del sole nel deserto, dal giallo dell’alba al rosso del tramonto. 

Tutto molto sfarzoso e opulento eppure incredibilmente armonioso ed elegante.

Al primo piano, fino a non molto tempo fa si trovavano i mitici Goldmat che dispensavano lingottini d’oro con prezzi a a partire da 500 AED (circa 100 euro). Lungo il percorso, impossibile non fermarsi di fronte alle vetrine della Barakat Gallery, che espongono collezioni di antichi manufatti greci, romani, cinesi, egiziani, negozi di iper-lusso e Rolex a parete.

Da questo piano, volendo e potendo, hai accesso a una decina di ristoranti con vari tipi di cucina (tra cui un raro locale con cucina arabo-emiratina e un pluripremiato ristorante cinese) e diversi bar.

L’illuminazione notturna di Emirates Palace è di struggente bellezza. La scelta dell’illuminazione si basa sulla tecnologia più innovativa: alta efficienza energetica, lampade a lunga durata.

Dove godersi tutta l’atmosfera

Se vuoi goderti l’atmosfera di Emirates Palace, il posto ideale per appostarsi è il bar Le Café, che si trova subito dopo l’entrata e il salone di ingresso, in posizione strategico-panoramica.

Qui puoi prendere il cappuccino con scagliette d’oro 24 carati commestibili (all’incirca 11 euro, servizio e tasse incluse), oppure un espresso senza fronzoli, ma incredibilmente buono che ti costa esattamente la metà (intorno ai 6 euro). 

Insieme all’espresso, ti porteranno un bicchiere di acqua, uno mini di succo di frutta, dei datteri e dei pasticcini, ed è tutto incluso nel prezzo. 

Se vuoi assaggiare qualcosa di locale veramente originale, puoi provare l’hamburger di cammello (il costo è di circa 30 euro). 

Oppure puoi farti tentare da un sontuoso tè all’inglese, accompagnato da scons e altre leccornie disposte su vassoi a più piani: equivalente calorico incalcolabile, costo tra 69 e 90 euro. 

Naturalmente puoi anche scegliere un tè più sobrio, la varietà è notevole e puoi farti consigliare, e insieme a un dolcetto te la cavi con circa 15-20 euro.

Indipendentemente dalla tua consumazione (il menù propone nel complesso una discreta scelta per tutte le tasche), sarai servito mentre sei comodamente spaparanzato su un soffice divano, temperatura ambientale perfetta, connessione Internet wireless gratuita, musica celestiale dal vivo in discreto sottofondo.

Particolare di infima quotidianità ma utile: in caso di necessità, puoi accedere liberamente alle toilette del primo piano. 

E posso assicurare alle signore che ne vale la pena, fosse solo per lavarsi le mani.

Naturalmente, per quanto la visita sia molto piacevole e interessante, soggiornare a Emirates Palace è “un’altra cosa”, e sentiamo davvero di consigliarvelo per celebrare occasioni molto speciali.

Come arrivare

Arrivare in taxi a Emirates Palace è facile: Emirates Palace è un landmark, cioè uno dei punti di riferimento o parola chiave, noto anche ai tassisti alle prime armi. 

Emirates Palace segna infatti un ideale confine ovest dell’isola principale che costituisce Abu Dhabi (il punto opposto, a est, è il porto di Al Mina).

In caso contrario, dai come parola chiave al tassista “Corniche”. 

Arrivati sul lungomare di Corniche, con il mare di fronte, guarda verso ovest e individuerai subito Emirates Palace.

Per arrivare in autobus a Emirates Palace, puoi prendere gli autobus: 007 o 010, diretti a Al Ras Al Akhdar.

Come vestirsi

Per visitare Emirates Palace non ti è richiesto un abbigliamento formale o particolare, basta rispettare il codice di abbigliamento richiesto nei luoghi pubblici di Abu Dhabi.

Per maggiori informazioni: Emirates Palace Hotel Abu Dhabi
Pubblicità

SAINT TROPEZ: LA META PREFERITA DAL JET-SET INTERNAZIONALE

SAINT TROPEZ: LA META PREFERITA DAL JET-SET INTERNAZIONALE

Saint Tropez Costa Azzurra

Protetta da un piccolo golfo e circondata dal mare cristallino, Saint Tropez è una delle destinazioni più amate e frequentate della Costa Azzurra.

Piccolo per dimensione ma di grandissimo prestigio e fama, la città di Saint Tropez ospita ogni anno il Jet-Set internazionale ed italiano in particolare.

Questo magnifico centro storico fu fondato da popolazioni Liguri e frequentato successivamente da etruschi e romani.

La sua posizione ottimale per lo sviluppo dei commerci, ha permesso all’antica Saint Tropez all’epoca chiamata Athénopolis di divenire un centro florido e ricco.

Saraceni, cavalieri di Malta e navigli commerciali, hanno influenzato nei secoli la struttura del villaggio rendendolo oggi, un vero gioiello architettonico ed una visita interessante a livello non solo storico ma anche culturale.

Saint Tropez è conosciuta a livello internazionale per essere una delle mete di V.I.P. di tutto il mondo.

Spiagge private, aperitiv bar, locali di prestigio, hotel 4 stelle e ville di lusso, sono gli ingredienti che fanno di questo piccolo centro, la meta preferita dal turismo d’elite a cui piace “vedere e farsi vedere”.

Brigitte Bardot e molti altri personaggi dello star system, hanno contribuito negli anni sessanta a fare di Saint Tropez, il luogo estivo per eccellenza dove è bene esserci.

Ancora oggi “Saint Trop” vanta di essere una meta prediletta dagli amanti delle “folli notti estive” a bordo di superyacht o in ville private da mille ed una notte, senza dimenticare i numerosi locali notturni che da anni animano ed affascinano visitatori occasionali o “habitués”.

Hotels di prestigio, yacht charter, ville di lusso in affitto e ristoranti gastronomici, sono alcuni dei servizi a disposizione di coloro che cercano il benessere ed il “quality of life”. 
 
Saint Tropez non è solo mare, feste e stars, di questo borgo è anche possibile innamorarsi per la sua tranquillità e la bellezza architettonica, per la sua cultura e le sue numerose manifestazioni che si svolgono durante tutto l’anno.

Durante tutto l'anno Saint Tropez propone numerosi buoni motivi per recarvisi: International Polo Cup, le Voile de Saint Tropez e la Giraglia Rolex Cup sono solo alcune delle interessanti manifestazioni che vi si svolgono.

Con i suoi numerosi hotels 4 stelle, e la possibilità di ospitare ricevimenti e convegni in locali dall’indiscutibile fascino provenzale, Saint Tropez è la meta ideale per organizzare riunioni od eventi in un quadro affascinate e pieno di cultura.

D’inverno come d’estate c’è sempre un buon motivo per visitare Saint Tropez.

Per maggiori informazioni: Office de tourisme Saint Tropez
Pubblicità

MISURE E PESO BAGAGLIO A MANO HOP

MISURE E PESO BAGAGLIO A MANO HOP

Compagnia aerea Hop

Il “bagaglio a mano” è semplicemente il bagaglio che puoi portare con te nella cabina dell’aereo.

Per poterlo trasportare a mano senza problemi, il tuo bagaglio dovrà rientrare nelle seguenti dimensioni 55 x 35 x 25 cm.

In aggiunta, puoi portare con te 1 accessorio personale (borsa a mano, computer ecc.) L’insieme non dovrà superare 12 kg. 

Anche la fodera per abiti è considerata un bagaglio da cabina.

Anche i neonati (bambini di età inferiore a 2 anni) hanno diritto a 1 bagaglio a mano. 

Da notare:

All’imbarco, è possibile che uno dei nostri agenti apponga un’etichetta verde sul tuo bagaglio a mano anche se conforme alle dimensioni massime autorizzate. 

Infatti, a seconda del tipo di aereo, lo spazio interno per riporre il bagaglio a bordo varia. 

Ti sarà chiesto di deporre il bagaglio ai piedi dell’aereo affinché sia collocato nella stiva. 

Lo recupererai in seguito direttamente all’uscita dall’aereo.

Assicurati di non lasciare i tuoi bagagli incustoditi durante la fase dell’operazione, fino al momento in cui non saranno messi a bordo dell’aereo; se presente il sistema di chiusura deve restare bloccato.

PRODOTTI LIQUIDI

Puoi trasportare prodotti liquidi nel tuo bagaglio da cabina, rispettando le seguenti condizioni: 

  • I flaconi devono essere riposti in un sacchetto di plastica trasparente chiuso,
  • Ogni flacone all’interno del sacchetto non deve superare 100 ml,
  • Il volume del sacchetto non deve superare 1 litro,
  • Le dimensioni massime del sacchetto devono essere di 20 x 20 cm.

I medicinali liquidi (insulina, sciroppi ecc.) sono consentiti previa presentazione agli agenti addetti alla sicurezza di un attestato o di una ricetta medica a tuo nome.

Gli alimenti per l’infanzia sono consentiti senza alcuna restrizione.

Il trasporto delle sigarette elettroniche e delle loro batterie di ricambio è consentito in cabina, ma non il loro utilizzo e/o la ricarica a bordo dell’apparecchio. È proibito il loro trasporto in stiva.

Dispositivi medici: se viaggi con un dispositivo medico specifico (pacemaker, protesi, trattamento, ecc.) il personale addetto al controllo può richiederti di presentare un giustificativo (certificato medico, ricetta medica a tuo nome ecc.) al momento del controllo.

Per la tua sicurezza, alcuni articoli sono strettamente vietati a bordo. 

Nell’eventualità, saranno confiscati al momento del controllo del tuo bagaglio. 

EZE: TRA FASCINO E CULTURA

EZE: TRA FASCINO E CULTURA

Eze Costa Azzurra

Esiste un luogo dove antiche vestigia, fascino e cultura, si fondono insieme per creare uno scenario unico ed incantevole: questo luogo è Eze.

Meta turistica selettiva e frequentata 365 giorni l'anno da viaggiatori che apprezzano questo gioiello unico e raro, dall'architettura antichissima e da un insieme di stili ed influenze che hanno attraversato più di 2.000 anni di storia.

Lungo mare o nel pieno centro storico, Eze risulta essere soggiorno prediletto per coloro che amano unire l’esclusività di servizi extralusso, alla cultura e tradizione del luogo, capace di creare un’atmosfera magica ed unica, rendendo anche un semplice aperitivo nella terrazza del castello, un incantesimo al quale è veramente difficile staccarsi.

STORIA DI EZE

È dall’Età del Ferro che popolazioni insediatisi localmente, eressero mura ciclopiche di cui restano ancora oggi alcune sporadiche tracce.

La sensazione che si prova nel visitare questo borgo è di tornare indietro nel tempo percorrendo le viuzze e gli anfratti di questo villaggio, il quale svela i propri segreti, solo a chi ha la fortuna di perdersi nel labirinto di vicoli, cunicoli e scalinate di roccia, facendo scorgere a sorpresa, alcuni angoli e panorami, fuori dell’ordinario.

Eze è eccezionale, come la sua storia del resto, caratterizzata da misteri e vicende umane che la rendono una delle mete di maggiore interesse per un’elite turistica internazionale al quale la qualità di servizi esclusivi, non ha prezzo.

È dopo la fine dell’Impero Romano che si delinea l’attuale conformazione difensiva del borgo, perennemente afflitto da visite piratesche e contese di casati locali.

Ancora oggi è possibile vedere tratti somatici orientali nelle architetture di alcuni edifici ed in porte tipicamente moresche.

Nella chiesa principale, simbologie antico egizie richiamano in maniera spiccata la divinità solare e la divinità antico egizia di Iside, quasi a dimostrare che le radici di questo piccolo borgo, risalgono alla magnifica e poderosa civiltà faraonica.

Tradizioni romanzesche e realtà di un luogo scelto da amanti di tutti i tempi, come narra la leggenda di Madame “La Strega”che in alcuni aspetti, risulta prendere un alone di verità.

La leggenda infatti si intreccia in maniera piuttosto spiccata ad un enigma storico dinastico realmente vissuto nella seconda metà del XVI secolo e non ancora del tutto chiarito.

CASTELLI E HOTEL DI LUSSO

A Eze è possibile vivere momenti di relax e appartarsi per vivere tutto il suo romanticismo: è davvero una favola poter camminare lungo i giardini o nelle terrazze dello Chateau d’Eza e Chateau du Chevre d’Or dove personaggi come Walt Disney ed il Principe Ranieri di Monaco hanno passato molte giornate in contemplazione dello strabiliante panorama.

Anche nella parte costiera Eze Bord de Mer è possibile respirare questa aria di tranquillità e lusso, con spiagge private ed uno strabiliante hotel ricavato da un’antica e sfarzosa residenza privata.

COME ARRIVARE

Eze Bord de Mer è facilmente raggiungibile percorrendo la strada litoranea tra Monaco e Nizza. 

Il centro storico di Eze invece, rimane lungo la splendida Moyen Cornice, che regala uno spettacolare panorama a coloro che la percorrono.

MISURE PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E STIVA COMPAGNIE AEREE LOW COST

MISURE PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E STIVA COMPAGNIE AEREE LOW COST

Compagnie aeree low cost

Troppe informazioni e non riuscite a trovare le misure il peso e i relativi costi del bagaglio delle compagnie aeree low cost?

Non vi preoccupate, ci abbiamo pensato noi! 

Di seguito trovate in forma grafica facile da consultare, tutto quello che vi serve per preparare il vostro bagaglio a mano o da stiva in tutta tranquillità delle principali compagnie aeree low cost operanti in Europa:

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA RYANAIR

Compagnia aerea low cost Ryanair

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA EASYJET

Compagnia aerea low cost Easyjet

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA VUELING

Compagnia aerea low cost Vueling

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA TRANSAVIA

Compagnia aerea low cost Transavia

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA VOLOTEA

Compagnia aerea low cost Volotea

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA WIZZ

Compagnia aerea low cost Wizz

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA NORVEGIAN

Compagnia aerea low cost Norvegian

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA JET2.COM

Compagnia aerea low cost Jet2.com

MISURE, PESO E COSTI BAGAGLIO A MANO E DA STIVA EUROWINGS

Compagnia aerea low cost Eurowings

BAGAGLIO A MANO E STIVA RYANAIR: MISURE E PESO GUIDA COMPLETA

BAGAGLIO A MANO E STIVA RYANAIR: MISURE E PESO GUIDA COMPLETA

Bagaglio a mano e stiva Ryanair

Ryanair ha modificato più volte le regole sul trasporto dei bagagli sui suoi voli ed altre novità sono in arrivo. 

Scopriamo quali sono:

Bagaglio a mano dimensioni e peso:

Ogni passeggero di Ryanair può trasportare gratuitamente in cabina un bagaglio a mano che non superi le dimensioni 55 x 40 x 20 cm e i 10 kg di peso. 

Il vettore garantisce lo spazio in cabina per 90 bagagli a mano, i rimanenti saranno trasportati in stiva. 

Oltre al proprio bagaglio a mano, ogni passeggero può inoltre portare una piccola borsa aggiuntiva delle dimensioni massime 20 x 35 x 20 cm. 

Avvertenza: per migliorare la propria immagine presso i viaggiatori, negli ultimi tempi il personale di Ryanair si è dimostrato più tollerante riguardo al limite di peso dei bagagli a mano. 

Tuttavia il personale di Ryanair addetto all’imbarco dei passeggeri resta inflessibile sulle dimensioni massime della valigia a mano da portare in cabina: assicuratevi quindi che il vostro bagaglio a mano rispetti sempre le dimensioni massime prescritte e possa entrare facilmente all’interno degli appositi misuratori metallici di verifica, qualora richiesto.

Soltanto i passeggeri in possesso di un biglietto con un imbarco prioritario (costo di 8 euro) o di un biglietto in tariffa Plus o Flexi Plus (che includono il servizio di imbarco prioritario) potranno trasportare in cabina sia il bagaglio a mano, che la borsa aggiuntiva; gli altri viaggiatori, invece, dalla metà di gennaio potranno portare a bordo soltanto la borsa, mentre il loro bagaglio a mano viaggerà gratuitamente in stiva.
Bagaglio Ryanair
Bagaglio da stiva dimensioni, prezzo e costi:

Bagaglio da stiva RyanairCiascun viaggiatore può trasportare in stiva con Ryanair fino a due bagagli registrati (fino a 3 su alcune tratte) del peso massimo 20 kg ciascuno, al costo di 25 euro. 

Inoltre il costo per la registrazione del bagaglio in stiva aumenta se l’acquisto avviene sempre sul web, ma in un momento successivo rispetto all’acquisto del biglietto aereo, mentre le registrazioni dei bagagli effettuate tramite call center o direttamente in aeroporto prevedono un costo supplementare di 10 euro. 

Il Supplemento per ogni kg in eccesso rispetto alla franchigia consentita è di 10 € / kg.

Articoli supplementari:

Se è vero che Ryanair non permette viaggiare con animali, eccetto i cani guida per non vedenti per i quali va acquistato un posto in cabina (senza ulteriori supplementi), il vettore low cost consente tuttavia il trasporto di numerosi articoli ingombranti, quali biciclette, attrezzature sportive varie (fra cui l’attrezzatura da sci e da golf), strumenti musicali e anche paracaduti!

Il costo per il trasporto di questi articoli varia dai 30 ai 60 € a seconda che l’acquisto vegna effettuato in modalità online sul sito o in aeroporto.

Gli strumenti musicali di dimensioni più ridotte (chitarre, violini ecc.) possono essere portati in cabina acquistando un posto aggiuntivo (senza dover acquistare ulteriore franchigia a mano o da stiva).

Addio ai trolley a costo zero sui voli Ryanair:

La compagnia low cost irlandese non consentirà più di salire a bordo con un bagaglio a mano senza pagare alcun addebito. 

Unica eccezione concessa: una mini borsa o zaino di dimensioni molto contenute (40x20x25 cm) che potrà essere posizionata sotto il sedile di fronte.

Bagaglio a mano Ryanair

Per tutti gli altri bagagli con dimensioni superiori (sotto i 10 chili), ma pur sempre compatibili con quelle dei bagagli a mano, i viaggiatori avranno due strade: 

acquistare l'opzione di imbarco prioritario, ad una cifra di 8 euro a viaggio, oppure fare il check-in del bagaglio in stiva ma a prezzi ridotti rispetto alla spesa per tutti le altre borse più grandi. 
Bagaglio a mano Ryanair
A gennaio la compagnia aveva già cambiato radicalmente le proprie regole, obbligando i viaggiatori a portare a bordo solo piccole borse, ma garantendo comunque il trasporto in stiva gratuito degli altri bagagli a mano.

Possibilità ora non più prevista.

La società, già nell'occhio del ciclone per scioperi e ritardi che hanno complicato non poco le vacanze dei viaggiatori, difenda la nuova modifica. 

Questa nuova misura accelererà i tempi di imbarco e taglierà i ritardi ha detto Kenny Jacobs, Chief marketing officer di Ryanair. 

Il 60% dei viaggiatori non sarà interessato da questa modifica e ci aspettiamo che il restante 40% acquisti l'imbarco prioritario o scelga di imbarcare il bagaglio.

BAGAGLIO A MANO E STIVA EASYJET: MISURE E PESO GUIDA COMPLETA

BAGAGLIO A MANO E STIVA EASYJET: MISURE E PESO GUIDA COMPLETA

Bagaglio Easyjet la guida completa

EasyJet è una delle compagnie di voli low cost più utilizzate in Europa. 

Le restrizioni che questo vettore applica sul bagaglio non sono così rigide come quelle per le valigie Ryanair, ma per evitare inconvenienti, non rischiare di dover alleggerire il portafoglio e viaggiare tranquilli è meglio avere chiare alcune regole.

Se volate solo con il bagaglio a mano

Il bagaglio a mano consentito con easyJet è uno solo. 

Eventuali borsette, laptop, macchine fotografiche o altri oggetti dovranno quindi essere inseriti all’interno di un unico trolley/zaino da portare in cabina. 

Le uniche eccezioni sono costituite da soprabito, ombrello, sciarpa e sacchetto di dimensioni standard (contenente prodotti acquistati nell’aeroporto di partenza), che possono essere trasportati a parte, gratuitamente.

Ad ogni modo i titolari della tessera easyJet Plus, i passeggeri che abbiamo scelto la tariffa FLEXI o quelli che viaggeranno in un sedile con maggiore spazio (vicino alle uscite di emergenza o nella fila 1) potranno portare con sé un ulteriore bagaglio delle dimensioni di 45 x 36 x 20 cm. 

Allo stesso modo, questi passeggeri saranno gli unici a cui si garantirà di poter viaggiare con il loro bagaglio a mano in cabina. 

Se avete scelto una tariffa normale e volete portare con voi il bagaglio a mano dovete sapere che easyJet, da agosto 2015, ha introdotto una tassa speciale da pagare.

Le dimensioni del bagaglio a mano non possono superare i 56 x 45 x 25 cm, comprese tasche e ruote, in modo che questo possa essere infilato comodamente negli appositi misuratori. 

Nel caso in cui vi presentiate al banco del check-in con più bagagli o con un bagaglio a mano eccessivamente grande, questi verranno imbarcati in stiva dopo aver pagato un supplemento. 

E’ possibile che, su voli affollati, il vostro bagaglio debba essere alloggiato nella stiva.

Il peso del bagaglio a mano non è indicato, ma viene definito dalla compagnia come “ragionevole”: in pratica, significa che il passeggero deve essere in grado di riporre il proprio bagaglio nella cappelliera senza bisogno di assistenza.

easyJet: cosa si può portare nel bagaglio a mano

Nel bagaglio a mano di easyJet potrete portare qualsiasi oggetto che non sia appuntito o che possa apparire pericoloso, per quanto riguarda i liquidi anche questa compagnia aerea segue la normativa riguardante il trasporto di sostanze liquide nel bagaglio a mano. 

Evitate quindi contenitori che possono contenere più di 100 ml e non superate la somma di 10 bottigliette. 

Questa regola vale anche per deodoranti e dentifricio che possono essere trasportati in confezioni di piccole dimensioni. 

Per qualsiasi ulteriore informazione potete leggere il nostro Blog Post che spiega in dettaglio la normativa sui liquidi trasportati nel bagaglio a mano

Anche l’ombrello può essere trasportato nel bagaglio a mano easyJet.

easyJet, bagaglio da stiva: peso e dimensioni

Per trasportare un bagaglio da stiva con easyJet è necessario pagare una tariffa aggiuntiva, variabile a seconda della tratta e del periodo, al momento della prenotazione. 

Il peso massimo consentito per la valigia è di 20kg, potrete però acquistare peso aggiuntivo online (o in aeroporto ma a un costo più elevato) in incrementi di 3kg fino a un massimo di 32 kg. 

Per quanto riguarda le dimensioni della valigia da imbarcare in stiva tenete presente che la somma delle tre dimensioni non deve superare i 275cm.

Se viaggiate in gruppo, vi sarà utile sapere che il peso delle valigie può essere ripartito senza problemi tra diverse persone. 

Ricordate comunque che per legge una singola valigia non può superare i 32 kg.

Aggiornamento regole bagaglio a mano e da stiva 2018

Le misure dei bagagli creano sempre moltissimi problemi quando si deve prenotare un volo online.

Infatti, tutte le compagnie hanno regole diverse e queste regole cambiano in continuazione.

Non è così? 

Bene, potete anche abbandonare ansie dell’ultimo minuto o preoccupazioni mentre siete già in viaggio e vivere appieno la vostra gita fuori porta o vacanza da sogno.

Per evitarvi quest’incubo, ecco una guida rapida, che potete consultare sia prima che durante i vostri viaggi.

Chi di voi non ha mai viaggiato almeno un volta con Easyjet? 

Ergo, chi di voi non ha mai avuto problemi con il suo bagaglio?

EASYJET BAGAGLIO A MANO


Bagaglio a mano Easyjet

La società, dal 2016, ha cambiato la policy per quanto riguarda il bagaglio a mano, passando da due bagagli di diverse dimensioni a persona ad UNO solo senza limiti di peso. 

Le dimensioni del bagaglio a mano non dovranno superare:

56 cm x 45 cm x 25 cm, comprese maniglie e ruote.

Sebbene queste siano le dimensioni massime per il bagaglio a mano gratuito, Easyjet garantirà il trasporto in cabina solo ai bagagli con dimensioni massime 50 cm x 40 cm x 20 cm

EASYJET BAGAGLIO AGGIUNTIVO (Carta Easyjet plus, tariffa flexi)


Bagaglio a mano Flexy

I titolari della carta Easyjet PLUS, tuttavia, hanno la possibilità di portare un bagaglio AGGIUNTIVO. 

Lo stesso privilegio è riservato a coloro che opteranno per la tariffa FLEXI in fase di prenotazione.

Il bagaglio Easyjet aggiuntivo, come una borsa o uno zaino, dovrà essere posizionato sotto il sedile e non potrà superare:

45 cm x 36 cm x 20 cm

ACCESSORI: 1 trucco semplice ma efficace

Oltre al bagaglio mano potrete portare gratuitamente a bordo piccoli accessori quali bastoni, ombrelli, stampelle e qualsiasi cosa comprata al Duty free.

“E quindi?”, vi starete chiedendo.

Proprio quest’ultima opzione potrebbe diventare un escamotage interessante.

Come?

  • Semplice, avete qualcosa in valigia che proprio non ne vuole sapere di entrare? 
  • Che volete a tutti costi portare con voi senza spendere un patrimonio in tasse? 

Ecco la soluzione:

Comprate qualcosa di abbastanza voluminoso al Duty free e nascondete nel sacchetto anche il vostro oggetto! 

Queste borse non vengono mai controllate.

Ovviamente non esagerate, un oggetto o due, non di più! E che siano una maglietta o un paio di calzini in più, non il bollitore o la coperta ricamata di nonna.

ATTENZIONE: guai in vista che significano soldi sprecati

Un bagaglio a mano che supera le dimensioni sopracitate e che quindi non riesce ad essere inserito nel “misuratore” di valigie, verrà imbarcato ad un costo aggiuntivo di 60 €Costi e oneri

EASYJET BAGAGLIO DA STIVA: 3 regole per non sbagliare


Bagaglio da Stiva

Se vuoi aggiungere con Easyjet, oltre la bagaglio a mano anche quello da stiva, le misure non dovranno superare i 275 cm (sommando lunghezza, larghezza e altezza).

Ogni persona ha la possibilità di acquistare fino a 3 bagagli da stiva con opzioni di peso differenti a seconda del budget a disposizione (il costo varia in base al peso e alla tratta).

Queste le opzioni a disposizione:

  • Bagaglio da 15 kg;
  • Bagaglio standard da 23 kg;
  • Bagaglio fino a 32 kg. (Max. peso consentito)

Viaggiatori, attenzione che dal 2018 non ci sarà più il bagaglio a mano garantito!

Infatti, in caso di voli pieni e mancanza di spazio nelle cappelliere, il bagaglio verrà imbarcato in stiva senza costi aggiuntivi.

Niente cambia invece per i titolari di Easyjet plus o per chi decide di optare per l’upgrade a Easyjet flexi, le cui dimensioni del bagaglio rimangono quelle sopracitate.

Per cui, l’unico “problema” che affliggerà noi cittadini del mondo sarà l’attesa ai rulli per ritirare le nostre valigie.

NB. Per precauzione mettete una targhetta con tutti i vostri dati, anche sul bagaglio a mano. 

I MIGLIORI QUARTIERI DOVE VIVERE A DUBAI

I MIGLIORI QUARTIERI DOVE VIVERE A DUBAI

Dubai EAU

La ricerca di un nuovo alloggio comporta delle scelte importanti che possono dipendere dal lavoro, dalla scuola e naturalmente dal costo degli affitti e dei prezzi delle case. 

In quest’articolo passeremo attraverso quelle che, secondo noi, sono le migliori zone dove vivere a Dubai.

Dubai Emirati Arabi Uniti

Arabian Ranches

Immagina un tranquillo borgo nella periferia, lontano dal centro sempre in movimento. 

Le strade sono abbellite da viali alberati, da giardini curati e da bellissime ville. 

Gli Arabian Ranches sono una zona residenziale molto popolare dove la maggior parte dei residenti è di origine occidentale. 

Ci sono scuole eccellenti, strutture ospedaliere e cliniche, piccoli (si fa per dire) centri commerciali, diversi cafè e ristoranti. 

I prezzi delle case e degli affitti, come facile supporre, sono notevoli: ville da 2 a 5 stanze, alcune di queste sono così imponenti e curate da lasciare a bocca aperta. 

Chi sta valutando dove vivere a Dubai, deve sapere che la media dei canoni d’affitto varia da 160 mila aed a 400 mila aed. 

Ai fortunati che se lo possono permettere, consiglio di dotarsi anche di una macchina, considerata la distanza dal centro città.

Mirdif

Non troppo lontano dall’aeroporto Mirdif rappresenta un’altra zona molto popolare tra gli expat. 

Piacevole e tranquilla, qui si possono trovare diversi tipi d’abitazione, dalla villa all’appartamento e i prezzi variano notevolmente. 

Possiamo dire che è un buon compromesso dove vivere a Dubai: connessa con le principali autostrade e dotata di ottimi trasporti pubblici, Mirdfi è un quartiere grazioso. 

L’unico neo è la presenza di un moderato traffico, comunque imparagonabile a quello di Down Town o Marina. 

Degno di nota è il Mirdif City Center, uno dei migliori shopping mall di Dubai.

Jumeirah Beach Residence (JBR)

La lunga fila di grattacieli che guardano Marina è conosciuta come JBR, in questa zona si possono trovare solo appartamenti. 

In compenso, le abitazioni sono di diverse dimensioni: dal mono locale al super attico con vista sull’oceano. 

Tutte le sistemazioni sono dotate di balcone e parcheggio privato. 

Il prezzo di partenza delle case è di circa 1,3 milioni di aed per quelle con una stanza e di 2,5 milioni di aed per 3 stanze. 

Dove vivere a Dubai fa la differenza: un monolocale con vista può arrivare a costare anche la esorbitante cifra di 7 milioni di aed. 

Facilities e amenities sono eccellenti e il quartiere è costellato da bellissimi ristoranti, cafè, boutique e cinema. 

Impossibile poi non citare The Walk, la passaggitta sul lungo mare. 

JBR nel week end è trafficatissima.

Jumeirah Lakes Towers (JLT)

Un’altro posto fantastico dove vivere a Dubai è sicuramente la JLT. 

Più economica della sorella maggiore JBR, la Jumeirah Lakes Tower offre più o meno la stessa selezione di abitazioni. 

Nonostante non si affaccino sull’oceano, molti appartamenti hanno comunque una bella vista sui laghi artificiali e gli spazi verdi che circondano le torri. 

Anche qui puoi trovare ristoranti e cafè per tutti i gusti.

Silicon Oasis

Sylicon Oasis è un quartiere famoso per i prezzi sostenibili, decisamente un ottimo posto dove vivere a Dubai. 

Ville e appartamenti sono situati vicino uno dei principali incroci stradali della città ma non preoccuparti, sono abbastanza distanti per non far essere il rumore del traffico un problema. 

L’area è ancora in espansione e in continua costruzione, quindi non è possibile ad oggi sapere quale sarà il paesaggio definitivo.

Emirates Hills

Un quartiere mozzafiato, dove il benessere si respira nell’aria. 

Emirates Hill è una delle zone top dove vivere a Dubai, composta da aree residenziali chiamate Springs and Meadwos, della vere e proprie oasi dove sorgono spaziose ville e i bambini giocano a palla per strada. 

I vicini sono tutti amici: palestre e golf club sono i luoghi della vita sociale. 

Qui si trovano alcune delle migliori scuole dell’Emirato, supermarket, cafè e ristoranti esclusivi. 

Inutile dire che i prezzi variano molto a seconda delle soluzioni, di base sono molto alti.

Non bisogna pensare però che le altre siano da meno. 

La vera bellezza di Dubai risiede nella diversità, non esistono soluzioni inadeguate e gli standard sono comunque e dovunque sempre molto altri.