21/02/17

GUIDA AI DIRITTI DEI PASSEGGERI

Diritti dei passeggeri

Si avvicinano le vacanze, aumenta il numero di viaggiatori e inevitabilmente anche i possibili problemi relativi a ritardi e cancellazioni dei voli. 

Nel caso vi capiti di trovarvi in una situazione del genere, sapete quando avete diritto a un rimborso o a una compensazione?

Ecco una breve guida che riassume i diritti dei passeggeri, affinché abbiate chiaro cosa fare in caso di problemi con una compagnia aerea. 

Ci auguriamo vi sia di aiuto!

Ritardo, cancellazione di un volo e altri problemi: scoprite quando avete diritto a una compensazione, un rimborso o altre misure.

Qual è la legge di riferimento?

La legislazione europea CE261/2004 specifica diritti e doveri dei passeggeri che viaggiano da o verso uno stato della Comunità Europea o con una compagnia aerea di bandiera europea.

Quali sono i nostri diritti?

In caso venga negato l’imbarco o in caso di cancellazione o ritardo prolungato del volo, la compagnia deve fornire un trasporto alternativo (permettendo al passeggero di viaggiare gratuitamente su un altro volo) o un rimborso totale del biglietto entro i successivi 7 giorni. 

Inoltre, il passeggero ha diritto ad ulteriori compensazioni che dipendono dal caso in questione:

CANCELLAZIONE DEL VOLO

Se il vostro volo viene cancellato e non ricevete una notifica dalla compagnia aerea con almeno 14 giorni di anticipo i vostri diritti sono i seguenti:

- Diritto a ricevere informazioni, assistenza, rimborso del biglietto o trasporto alternativo (imbarco su un alto volo). La compagnia aerea deve garantire l’assistenza necessaria: cibo e bibite sufficienti, due chiamate telefoniche o accesso alla posta elettronica e, se fosse necessario, il pernottamento per una o più notti così come il trasporto dall’aeroporto al luogo dove avviene il pernottamento.

- Essere compensati con un importo compreso tra 250€ e 600€, a seconda della distanza del volo, tenendo presente che la compensazione è maggiore quanto più lontana fosse la destinazione da raggiungere. 

Queste somme possono ridursi al 50% se la compagnia aerea offre un servizio di trasporto alternativo o se diminuisce il ritardo per raggiungere la destinazione.

Tenete in considerazione che queste disposizioni non verranno applicate se la compagnia aerea giustifica la cancellazione con cause di forza maggiore come condizioni meteorologiche avverse, scioperi, instabilità politica o minacce alla sicurezza. 

Allo stesso modo, se il passeggero accetta un volo alternativo offerto dalla compagnia aerea, non sarà possibile richiedere un rimborso del biglietto originale.

RITARDI PROLUNGATI

Se il vostro volo subisce un ritardo prolungato i vostri diritti saranno i seguenti:

- Diritto ad assistenza, a partire dalle 2 ore di ritardo, per voli a corto raggio (1.500 km) e a partire dalle 4 ore di ritardo per voli a lungo raggio (3.500 km).

- Diritto a rimborso, quando il ritardo della partenza è uguale o superiore alle 5 ore.

- Quando si raggiunge la destinazione finale tre o più ore più tardi dell’ora prevista di arrivo comunicata inizialmente dalla compagnia aerea, il passeggero può avere diritto a un indennizzo di valore identico a quello che gli spetterebbe in caso di cancellazione del volo, a meno che la compagnia aerea sia in grado di dimostrare che il ritardo è stato provocato da una circostanza straordinaria.

NEGATO IMBARCO / OVERBOOKING

Nel caso in cui la compagnia aerea non disponga di posti sufficienti sull’aereo per trasportare tutti i passeggeri con prenotazione confermata (overbooking), la compagnia può accordare altre condizioni con passeggeri che si offrano volontari. 

In caso in cui non ci siano volontari e venga negato l’imbarco contro la volontà del passeggero i diritti a cui ci si può appellare sono:

- Diritto di informazione, che consiste nella consegna da parte della compagnia aerea di un modulo stampato con riportate le condizioni di assistenza e compensazione.

- Diritto ad assistenza. La compagnia aerea deve garantire l’assistenza necessaria: cibo, bevande sufficienti, due chiamate telefoniche o accesso alla posta elettronica e, se fosse necessario, un pernottamento di una o più notti così come il trasporto tra l’aeroporto e il luogo in cui pernottare.

- Diritto al rimborso o a un trasporto alternativo

- Diritto a venire compensato, con un importo compreso tra 250€ e 600€, a seconda della distanza del volo, tenendo presente che queste quantità si possono ridurre di un 50% se la compagnia aerea offre trasporto alternativo o se riduce il ritardo per raggiungere la destinazione.

SCIOPERI

Esistono due diverse possibilità, a seconda del tipo di sciopero:

- In caso di sciopero dei piloti o del personale della compagnia aerea: 

il passeggero può reclamare il rimborso alla compagnia aerea e ha anche diritto a un indennizzo.

- In caso di sciopero senza preavviso (dei controllori aerei o del personale dell’aeroporto): i passeggeri hanno diritto al valore del biglietto, ma le compagnie aeree non sono obbligate a indennizzare dato che si tratta di cause straordinare fuori dal loro controllo.

PROBLEMI CON I BAGAGLI:

La perdita, il deterioro o il ritardo nell’arrivo del bagaglio che si è fatto imbarcare possono dare diritto a reclamare alla compagnia aerea una compensazione di fino a 1.220€.

Avete 7 giorni di tempo (21 giorni in caso di ritardo dell’arrivo del bagaglio) per presentare un reclamo. Non esiste nessun modello universale di dichiarazione, dipende dalla compagnia aerea.

Come reclamare?

In caso di cancellazione del volo, dovete presentare il vostro reclamo direttamente alla compagnia aerea che opera il volo.

In qualsiasi caso, se avete qualche dubbio o volete avere chiarimenti riguardo a un caso specifico, non esitate a contattarci: cercheremo di aiutarvi.

Indirizzi utili:

Flightright: servizio che vi aiuterà a ottenere rimborsi

Artikel Terkait