15/01/17

LA GUIDA ESSENZIALE DELL'ESTONIA

Tallinn

L'Estonia, la più settentrionale delle nazioni baltiche è sicuramente la più attraente delle tre piccole repubbliche nate dalla dissoluzione dell’Unione Sovietica. Con 45.000 kmq di superficie ed una popolazione di circa 1.300.000 abitanti, l’Estonia è il piccoli ed anche il “meno baltico” dei tre Paesi: la sua lingua infatti non appartiene alla famiglia delle lingue baltiche, ma al ceppo ugrofinnico, come il finlandese e il magiaro.

Come arrivare: 

Ryanair, EasyJet, Air Baltic, Finnair, SAS, Turkish Airlines offrono voli low cost per Tallinn attraverso collegamenti diretti o con scalo dalle principali città italiane.

Quando partire: 

In virtù della posizione geografica del Paese, i mesi invernali in Estonia sono molto freddi con non più di 6 ore di luce al giorno, mentre, al contrario, le estati si presentano calde con giornate che possono offrire anche 18 ore di luce! 

Se dunque la stagione estiva appare più allettante come periodo per visitare il piccolo Paese, noi vi suggeriamo di non escludere a priori i mesi più freddi, quando la neve rende particolarmente suggestivi i paesaggi e avrete la possibilità di girare fra i deliziosi mercatini allestititi nelle città estoni.

La guida essenziale dell’Estonia

Tallinn, la capitale

La capitale estone conta poco più di 400.000 abitanti ed è la città più grande del Paese. Tallinn rappresenta una destinazione ideale per gli amanti della storia: dopo la conquista danese, la città entrò a far parte della Lega Anseatica fra il XII° e il XIV° secolo, subendo in seguito altre numerose dominazioni straniere ( tedesca, svedese, russa) che ne hanno lasciato il segno nella sua eclettica architettura, perfettamente restaurata dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Soltanto nel XIX° secolo gli estoni divennero l’etnia dominante in città.

Il centro storico della città, patrimonio dell’Unesco dal 1997, è sempre stata suddiviso in due aeree:

- Toompea: il punto più elevato della città, caratterizzato da un imponente castello medioevale che nel corso dei secoli è stato sede del potere politico e religioso in questa terra. Ancora oggi Toompea ospita gli edifici governativi del Paese, oltre a numerose ambasciate e rappresentanze diplomatiche.

- All-inn o Città Bassa: qui si trova la Città Vecchia, circondata da oltre due chilometri di mura medievali, che corrisponde alla vecchia città anseatica, fulcro del commercio e dell’economia locale. Al centro di questa aerea storica si trova Raekoja Plats, l’antica Piazza del Municipio da cui si dipanano le suggestive e strette vie storiche del centro. 

A sud della cinta muraria, invece, si trova la cosiddetta Città Estone, il nucleo dove originariamente si insediarono i primi estoni e dove in seguito si è sviluppata la parte più moderna della città.

Tra i numerosi monumenti e luoghi d’interesse della capitale vi segnaliamo: Raeapteek, la farmacia del palazzo comunale (la più antica farmacia europea ancora attiva); la Cattedrale Niguliste, il Duomo di Tallin, il Passaggio di Santa Caterina, la Chiesa di San Nicola, la Colonna della Vittoria dell’Indipendenza dell’Estonia.

Le altre città

Oltre alla capitale, altri interessanti centri estoni da non perdere sono Pärnu, la più popolare località balneare estone, sulla costa sud-occidentale; Tartu, seconda città del Paese ed importante centro universitario, e Narva, vivace centro economico al confine con la Russia.

La natura estone

L’Estonia è un Paese molto giovane, che ha registrato nell’ultimo decennio un’impressionante crescita tecnologica: non a caso si tratta della patria di Skype e ben il 99% del suo territorio è ricoperto da WiFi e banda larga. Tuttavia ciò non ha comportato un processo di rapida urbanizzazione selvaggia a scapito della natura: oltre il 30% del suo territorio e il 30% del suo mare sono aree protette.

Le più belle attrazioni naturalistiche del Paese sono:

- I Parchi Nazionali di Lahemaa, Soomaa, Matsalu, dove troverete una varietà di flora e fauna unica al mondo.

- Le oltre 1500 isole del Paese, tra le quali la più famosa è Kuresaarem, dove si trovano i crateri di Kaali, provocati dall’impatto di un meteorite avvenuto più di 4000 anni fa. Non mancate inoltre di visitare il Parco Nazionale di Vilsandi, costituito da circa 150 isolette dove dimorano le foche grigie.

- Il Lago dei Ciudi o Peipsi, che si trova al confine con la Russia ed è costituito dall’unione di due laghi: il lago dei Ciudi propriamente detto e il lago di Pskov.

Artikel Terkait