26/01/17

HANAMI: LA FIORITURA DEI CILIEGI IN GIAPPONE

Hanami Giappone

Come ogni anno, in questo periodo il Giappone dà il benvenuto alla meravigliosa fioritura primaverile dei suoi alberi ed in particolare dei famosi ciliegi nipponici (sakura in giapponese), simbolo del risveglio nella natura mozzafiato di questo Paese. Quale periodo migliore per visitare l’affascinante Paese dell’Estremo Oriente?

Le origini

Hanami: è così che i giapponesi definiscono l’usanza di ammirare i ciliegi in fiore, un’arte che viene da lontano. Pare infatti che questo costume tragga origine dalla Cina del X° secolo, periodo in cui la popolazione si riuniva ad ammirare la manifestazione cristallina del risveglio della primavera. 

L’albero prediletto in Cina era il susino, caratterizzato dal bianco candido dei suoi fiori, poi spodestato dal ciliegio che nel Paese del Sol Levante assume una particolare tonalità rosa pallido.

E quando tramonta il sole? I giapponesi non ne vogliono sapere di lasciarsi sfuggire la possibilità di celebrare al meglio un avvenimento molto sentito in patria. 

Ecco, dunque, che alle prime ore della sera, ci si riunisce per strada a celebrare la Yozakura (“Ciliegi di Notte”): in molte località, come avviene al Parco di Ueno, a Tokyo, le lanterne di carta disposte per l’occasione ed altri giochi di luce regalano un’atmosfera magica ed irripetibile.

Città che vai, fioritura che trovi

Un arcipelago composto da quasi 7000 isole, di cui 4 principali, che si estendono da Nord a Sud, per un territorio più vasto dell’Italia e dalle differenze climatiche significative.

Se dunque il periodo di riferimento generale per tutto il Paese va da marzo ad aprile, la geografia del Giappone comporta tempi diversi di fioritura con il trionfo dei colori della natura giapponese che si manifesta a sprazzi, risalendo l’arcipelago da sud verso nord. 

I primi ciliegi a fiorire, nella seconda metà di marzo, sono dunque quelli dell’isola più meridionale di Kyushu, seguiti dalle importanti città del Giappone centrale, come Osaka, Kyoto e la capitale Tokyo, per chiudere infine nella seconda metà di aprile con la fioritura degli alberi nell’isola più settentrionale, Hokkaido, dove la città di Sapporo offre uno dei migliori spettacoli in assoluto.

Ogni anno, meteorologi, appassionati e svariati enti di competenza internazionale si sbizzarriscono sulle previsioni dell’annuale fioritura, creando una mappatura del meraviglioso fenomeno utile ai tanti (giapponesi e non) che non intendono perdersi nemmeno uno degli appuntamenti con la natura in lungo e in largo per l’arcipelago. 

Tra le mappature più valide segnaliamo quella in versione inglese creata ogni anno dall’ente del turismo nipponico (JNTO), con previsioni e confronti, città per città, con gli anni precedenti.

Tokyo e la fioritura dei ciliegi

Tra i luoghi più gettonati dai locali e dai visitatori stranieri per l’hanami vi è sicuramente la capitale Tokyo, i cui parchi sono letteralmente presi d’assalto: cesto alla mano, tanto i suoi cittadini, quanto i viaggiatori giunti fin qui, stendono una coperta sui bei prati della capitale nipponica, concedendosi un pic-nic a base di sushi e sake.

Artikel Terkait