18/09/15

COSA VEDERE A CAPRI E ISCHIA

Capri e Ischia

Senza dubbio, le isole del Golfo di Napoli, Capri e Ischia, sono tra le più cantate dai poeti di tutti il mondo e mete preferite del jet-set. E non per caso.

Sono luoghi magici, idilliaci, che difficilmente si dimenticano e ti restano nel cuore. E se pensate di cavarvela in una giornata sola vi sbagliate di grosso. Oltre alle meravigliose e rinomate spiagge di Capri e ai centri termali di Ischia, tanti sono i gioielli che queste due isole nascondono.

Eccovi, dunque, alcuni cosa vedere a Capri e a Ischia se avete poco tempo a disposizione.

Le ville di Tiberio a Capri

A Capri, l'isola in cui scelse di costruire le sue dimore l'imperatore Tiberio dopo essersi ritirato dalla vita politica nel 27 a.C., si respira un'aria di esclusività e glamour. Villa Jovis, una delle ville, si trova su un'altura raggiungibile con 3 ore di cammino, ma tanta fatica viene ripagata dalla vista mozzafiato dell'intero Golfo di Napoli di cui si gode dalla villa. L'altra dimora, Villa Damecuta, situata ad Anacapri, altro comune dell'isola. La Scala Fenicia è una lunga e ripida scalinata di pietra che porta dalla città di Capri ad Anacapri. Inizialmente si credeva fosse stata costruita dai fenici, ma gli ultimi studi dimostrano invece che si tratta di un'opera di coloni greci.

La casa di Munthe ad Anacapri: Villa San Michele


Come già detto, Capri è stata infinite volte scelta come luogo di pace da personaggi importanti. Axel Munthe, psichiatra e scrittore svedese, arrivò a Capri nel 1876. Trovata una costruzione in rovina su un costone roccioso nella parte superiore della Scala Fenicia decise che la avrebbe trasformata in un luogo dell'anima. Oltre ad essere un bel posto pieno di luce, ospita anche la collezione d'arte di Munthe, tesori archeologici e una sfinge che si affaccia sul mare. La vista dalla terrazza è spettacolare. Concerti ed eventi culturali si svolgono la sera nella cappella o sui giardini della villa.

Visitare la Grotta Azzurra


Dal centro di Anacapri si può raggiungere con un autobus di linea la celebre Grotta Azzurra, piuttosto affollata durante l'alta stagione ma capace di offrire uno spettacolo assolutamente imperdibile. L'acqua rifrange la luce del sole che in questo modo illumina la caverna con incantevole bagliore blu zaffiro a qualunque ora del giorno. Durante la bassa marea le barche possono navigare attraverso lo stretto ingresso nella grotta permettendo ai curiosi viaggiatori di calarsi in questo surreale mondo incantato. E se avete una barca privata, aspettate che la folla vada via, nel tardo pomeriggio. Nuotare nelle acque color blu intenso è un'esperienza unica senza nessuno intorno.

La Piazzetta di Capri


Piccola ma affascinante la Piazzetta di Capri, un tempo sede del mercato del pesce, oggi luogo di incontro per la gente del posto e per i turisti, con i suoi bar alla moda. In origine chiamata “Piazza Umberto I”, oggi è nota semplicemente come “La Piazzetta”.

I faraglioni, guardiani di Capri

E come dimenticare i Faraglioni di Capri? Tre faraglioni rocciosi scolpiti dall'azione del vento e del mare riflettono la bellezza selvaggia dell'isola, ciascuno con il proprio nome: il faraglione di Terra o Saetta, ancora unito alla terraferma, e alto109 metri, il faraglione di Mezzo o Stella, attraversato da una galleria naturale lunga 60 metri, e il faraglione di Fuori o Scopolo. Misteriosi e affascinanti, sono i tre instancabili guardiani dell'isola.

Ischia, terra di benessere

Ischia, terra benedetta con spiagge da sogno e acque cristalline, è in gran parte di origine vulcanica e rinomata per le sue magnifiche sorgenti termali, amate da italiani e stranieri.
L'isola, infatti, è conosciuta come una delle capitali termali europee visti le sue 103 sorgenti, 69 gruppi fumarolici e 29 gruppi termali dalle proprietà terapeutiche e curative.

Il Parco Termale Negombo

Bellissimi i pendii delle montagne di Ischia, ricoperti di pini e ulivi, che pian piano degradano verso i 18 chilometri di costa cosparsi di spiagge sabbiose, calette e baie pittoresche. Nella baia di San Montano, imperdibile una lunga sosta al Parco Termale Negombo, un labirinto di piscine termali, bar e ristoranti sul mare.

Il monte Epomeo

I più volenterosi possono pianificare un'escursione al monte Epomeo che vanta di giorno e di notte, una vista divina dell'isola; o visitare l'imponente Rocca degli Aragonesi, che risale al 475 a.C, costruita su un isolotto roccioso e raggiungibile tramite un ponte di pietra.

Il Regno di Nettuno, area marina protetta

E infine godetevi il mare intorno all'isola, uno spettacolo di colori e di vita sottomarina dichiarato area marina protetta. Dalle alghe ai delfini a corallo, tutto, in quest'angolo di mar Mar Tirreno denominato "Regno di Nettuno", contribuisce a rendere il fondo marino un vero e proprio paradiso sottomarino.

Artikel Terkait