27/08/15

VADEMECUM DEL PASSEGGERO IN ATTESA

Passeggero in attesa

Ore ed ore in attesa del prossimo volo in partenza. Come trascorrere il tempo a disposizione in maniera intelligente? Abbiamo qualche idea: vediamo cosa ne pensi.

Comincia col valutare il tempo a disposizione e gli effettivi servizi di cui dispone la struttura nella quale sei rinchiuso: magari sei in partenza da un grande aeroporto internazionale o ti ritrovi a metà strada del tuo lungo viaggio, bloccato allo primo scalo.

Non solo biblioteche ed ultimi ritrovati tecnologici: molti degli aeroporti dispongono di un buon numero di negozi, saloni di bellezza, terme e palestre, chiese, dentisti e tutto un agglomerato di persone e servizi, che non ritenevi possibile racchiudere in un unico luogo.

Se ti ritrovi con più di 4 ore a disposizione, abbandonare per un po’ l’aeroporto potrebbe rivelarsi un’ottima idea. Un breve giro turistico della città è la soluzione adatta, nel caso di aeroporti in prossimità del centro.

Qualche esempio? L’aeroporto de Il Cairo mette a disposizione dei passeggeri un tour di mezza giornata alla scoperta delle Piramidi di Giza! L’aeroporto di Los Angeles, allo stesso modo, offre visite guidate del centro città e di Hollywood, per un tour di circa 5 ore.

Non mancano, poi i sempre verdi duty free, dove la scelta di profumi, vini e liquori scontati è sempre vasta. Certo, se hai la fortuna di ritrovarti bloccato in aeroporti del calibro di Heathrow a Londra o allo scalo di Barcellona, ti si apriranno dinnanzi degli autentici centri commerciali, nei quali la caccia all’affare è aperta.

Lascia perdere le riviste, molto meglio un libro: sì, perché le riviste patinate funzionano, ma solo per brevi pause. Un buon libro è il compagno giusto, specie se ti ritrovi da solo in aeroporto: controlla il negozio di libri proprio davanti al duty free ed assicurati un romanzo del tuo autore preferito. Un buon caffè al bar completa una serena pausa di un paio d’ore.

Ai lunghi monologhi preferisci le conversazioni? È il momento giusto per socializzare un po’. Eh già: non sei l’unico a ritrovarsi intrappolato all’aeroporto: la situazione è comune a tutti quei passeggeri che si sarebbero ritrovati sul tuo stesso volo.

Anche loro, come te, sono alla ricerca di un’attività interessante per ingannare l’attesa, ragion per cui saranno ben disposti ad intraprendere una conversazione. Proprio tutti: anche la biondina che avevi adocchiato.

Artikel Terkait