31/08/15

TOKYO: CAPITALE DEI MANGA E DELL'ANIMAZIONE

Tokyo

Gli amanti dei fumetti e dell’animazione del Sol Levante non possono non recarsi in pellegrinaggio, almeno una volta nella loro vita, nella città santa dei manga e delle anime.

Tokyo offre ai visitatori fiere, musei, negozi specializzati che faranno di sicuro felici quelle generazioni di italiani cresciuti con i cartoni giapponesi che hanno invaso il nostro Paese a partire dalla fine degli anni 70.

Fiere e rassegne


Si comincia con i due più importanti eventi del settore. La prima è la “Comic Market”, la più grande esposizione fumettistica giapponese che dal 1975 si svolge due volte all’anno (marzo e fine dicembre), presso il “Tokyo Big Site” di Odaiba, la grande isola artificiale nella baia della capitale nipponica.

La fiera, il cui ingresso è gratuito, attira più di mezzo milione di visitatori. Nella stessa location, alla fine di marzo, ha luogo la più importante rassegna nipponica dedicata agli anime, il “Tokyo international Anime Fair”, che dal 2002 attira annulamente 100.000 spettatori. Al suo interno si susseguono proiezioni e spettacoli teatrali, nonché l’assegnazione del premio “Tokyo Anime Award”, gli Oscar dei cartoni animati.

Musei

- la “Toei Animation Gallery”, lo spazio espositivo della più antica e famosa casa di produzione giapponese di anime (dai suoi studi sono uscite serie cult come “Uomo Tigre”, “Dragon Ball” e “Cavalieri dello Zodiaco”) offre proiezioni e centianaia di lavori e sceneggiature originali. La galleria è situata presso lo “Oizumi Studio”, distante 15 minuti a piedi dalla stazione di Seibu Oizumigakuen.

- il “Ghibli Museum”, incentrato sui personaggi della casa di produzione “Ghibli Studios”, che si trova a circa 20 minuti dalla stazione del sobborgo di Mitaka. All’interno vi è una mostra permanente, consacrata al regista Hayao Miyazaki, e mostre temporanee a rotazione.

- il “ Tokyo Anime Center” ha sede nell’edificio UDX (Akihabara Urban Development X), di fronte alla stazione Akihabara, ed offre al visitatore la possibilità di provare la propria voce in un cartone animato o vedere un film di animazione su uno schermo in 3D.

- Se si vuole visitare la seconda città del Giappone, non può mancare una visita al “Kyoto International Museum”, inaugurato nel 2006, all’interno del primo centro culturale dedicato esclusivamente ai manga e all’animazione, non lontano dalla stazione Karasumaoike Station. Esibisce più di 300.000 fumetti, molti dei quali possono essere letti e guardati dai visitatori.

- il “Ishinomaki Mangattan Museum” celebra invece uno dei più grandi autori storici del fumetto giappone, Shotaro Ishinomori (1938-1998), ideatore di personaggi ben noti al pubblico italiano, come “Cyborg 009″ e “Kamen Rider”. Il museo è situato nella cittadina di Ishinomaki, ad un’ora di treno dalla città di Sendai.

Parchi tematici


- il “J-World Tokyo”, aperto nel luglio 2013, esibisce poster, cartonati a grandezza naturale, gadget dei personaggi più popolari dell’animazione recente (Dragon Ball, Naruto e One Piece). Al suo interno vi sono pure numerosi negozi e bancarelle di souvenir e fumetti. Il parco tematico si trova a Ikebukuro, nel quartiere di Toshima.

- il “Gundam Front Tokyo” è un piccolo ma interessante parco dedicato all’omonimo robot, pratogonista di una delle serie animate di maggior successo in Italia. E’ ubicato all’ultimo piano del “Diver City Tokyo Complex”, a Odaiba.

- “Evangelion World” è un intero padiglione consacrato ad uno dei migliori anime fantasy degli ultmi anni, “Neo Genesis Evangelion”, all’interno dell’enorme parco diveritmenti “Fuji Q Highland” di Yamanashi, non distante da Tokio.

I visitatori del padiglione sono catapultati nella Neo-Tokyo 3, la città immaginaria del futuro dov’è ambientata la serie.

Shopping


La zona di Tokio consigliata per acquistare manga e anime è Nakano, con decine di negozi specializzati, tra cui spiccano il Mandarake che offre una quantità infinita di DVD, fumetti, videogiochi, costumi, pupazzi e l’ “Anime World Star Goods”, meta ideale per i collezionisti del settore, con più di 100.000 disegni originali e bobine di serie e di film. In un’altra zona, nei pressi della stazione mertropolitana di Akihabara, c’è invece l’ “Aso Bit City”, un grande megastore specializzato in giochi, libri, dvd e figurine, in cui è possibile provare i videogiochi di ultima uscita.

Caffé e ristoranti

Tra i più originali vi suggeriamo il Caffé “Manboo”, nella zona di Shinjuku e soprattuto il bar-battelo “Jicoo”, a forma di disco volante, che attraversa la baia di Tokio.

Artikel Terkait