14/06/15

WEEKEND A FIRENZE TRA ARTE E BENESSERE

Firenze

Firenze è una delle città più amate del mondo e per questo motivo chi può cerca di tornare e trascorrere lunghi periodi nella città che deve il suo splendore rinascimentale alla famiglia Medici. Tantissime persone nate e cresciute lontano o lontanissimo dalla città conoscono a menadito i vicoli della città, i ponti sull’Arno, le opere di Palazzo Pitti, la bellezza del Battistero, di Santa Maria Novella e tutte le altre meraviglie della città ma, non tutti conoscono i dintorni.

Il circondario di Firenze è un mondo pronto a schiudersi al turista ed al viaggiatore pronto ad uscire dalla classica routine delle passeggiate, seppur bellissime, nella culla del Rinascimento. Sicuramente tra i luoghi imperdibili nelle immediate vicinanze di Firenze troviamo Fiesole, prima di tutto importantissima per l’area archeologica fatta di vestigia etrusche e romane.

Qui si può passeggiare tra i resti di un teatro romano, di un tempio etrusco-romano, delle terme, tra tombe e con i resti di mura etrusche che proteggono il luogo da quasi tremila anni: una scala di tempo impressionante e difficile da immaginare per la breve vita di un uomo solo. Fiesole non è solo storia antica: tanti edifici richiamano al passato più recente di questo borgo che alle porte di Firenze ne assorbì negli anni d’oro della Signoria l’influenza culturale ed architettonica, il tutto nel paesaggio magnifico dei colli fiorentini.

L’Impruneta è un altro grande borgo alle porte di Firenze, caratterizzato dalla forma a raggiera, anche questo luogo è abitato sin dai tempi degli etruschi, ed è un luogo carico di storia e tradizioni. Da visitare la Cattedrale di origine romanica ma rimaneggiata in epoca rinascimentale che conserva opere d’arte del Michelozzo e di Luca della Robbia. Il Borgo è famoso per l’artigianato, la fiera di san Luca che si svolge in ottobre e per le numerose manifestazioni legate al vino. Una fra tutte è la Festa dell’Uva che si svolge nell’epoca della vendemmia e che assume i tratti di un vero e proprio “Carnevale Autunnale”.

Montaione, nell’estremo ovest della provincia di Firenze, vanta un territorio bellissimo, fatto di colli che dominano il paesaggio delle campagne fatte di vigneti ed ulivi nella terra del Chianti. Montaione era costellato anticamente di castelli, di cui non rimangono che ruderi ed in alcuni casi nemmeno quelli, uno dei meglio conservati era quello di Castelfalfi, che insieme al borgo adiacente ed a molti edifici antichi sparsi nelle campagne circostanti è stato recentemente salvato dalla società tedesca TUI-AG che l’ha convertita in una località turistica di prestigio nel Chianti. Masserie, case del borgo, stalle del castello, sono state trasformate in case vacanza, una casa colonica è diventata il ristorante Il Rosmarino, un deposito di tabacco per la produzione di sigari toscani ora è l’hotel la Tabaccaia, il Castello si appresta a diventare ristorante, sala eventi e american bar, mentre i dintorni, fatti di boschi e campi sono destinati a diverse attività: ci sono produzioni di olio, vino e specialità gastronomiche, campi da golf, campi da tennis, piscine, percorsi per le escursioni…insomma un vero paradiso per chi lo visita.

Imperdibile poi se ci si trova a Firenze una capatina a Vinci: luogo reso eterno dal suo più illustre figlio, Leonardo, uno dei massimi geni che il genere umano abbia mai prodotto. Questo delizioso borgo medievale-rinascimentale immerso in un paesaggio incontaminato ospita il Museo Leonardiano e la casa in cui nacque il grande Leonardo. Se volete stupirvi tra ricostruzioni di macchine, tra appunti e disegni del Maestro, non potete non andarci.

Artikel Terkait