16/06/15

PRENOTAZIONI ONLINE: LOW COST, LAST MINUTE E ADVANCE BOOKING

Prenotazioni online low cost last minute advance booking

LOW COST, LAST MINUTE ed IL FAI DA TE e LE SALVAGUARDIE A PROTEZIONE DEL CONSUMATORE: CHIARIAMO UN PO' DI COSE

1. LAST MINUTE è legato ai pacchetti di viaggio (cioè volo + soggiorno in hotel e/o servizi a terra) che un tour operator acquista in blocco o in parte (tipicamente i voli), su date multiple nell'anno, e che alla fine rimangono in parte invenduti: in questi casi per non rimetterci il T.O. li svende al prezzo di costo. Se questo può essere vantaggioso per quanto concerne i voli, o per gli hotel nel caso di soggiorni, ciò non è vero per i vari servizi durante un tour, in quanto i vari fornitori locali mai lavoreranno sottocosto. Pertanto quando la riduzione del prezzo finale è di una notevole consistenza ci si deve chiedere se tutto ciò non sia a scapito della qualità dei servizi offerti o addirittura non vi siano altri problemi ancor più seri.

NEL CASO DELLA SPARK TOUR invece, piccolo T.O., un viaggio organizzato per una data specifica nell'anno, viene necessariamente cancellato in caso di non raggiungimento del minimo indicato, poichè i servizi sono prenotati e pagati "ad hoc". Eventuali prezzi scontati vengono SOLO offerti quando un partecipnte cancella in data vicina alla partenza ed i servizi sono in parte già stati pagati (in parte o in toto) e verrebbero quindi persi. Fermo restando la qualità dei servizi previsti. E' quindi importante effettuare con una certa frequenza una verifica sull'esistenza di tali "occasioni scontate".

2. ADVANCE BOOKING come già accennato, per quanto la pianificazione viaggi da parte del T.O. sia accorta e lungimirante, c'è la necessità di capire se il particolare viaggio ed il periodo sono di gradimento alla potenziale clientela. Inoltre, pianificare un viaggio con largo anticipo significa spesso ottenere dei costi significatamente più bassi, oppure riuscire ad avere la disponibilità posti anche in periodo di alta stagione. L'advance booking è quindi di grande importanza, sia per il T.O. che per il cliente finale. Ciò detto, però, impegna il cliente ad assumersi il richio di cancellazione per motivi di salute, suoi o dei familiari, per impegni di lavoro od imprevisti di qualsiasi genere. E' quindi importante fornire alla propria clientela una una protezione assicurativa adeguata.

NEL CASO DELLA SPARK TOUR, infatti, l'attenzione alla copertura assicurativa (contro penali di cancellazione, di assistenza sanitaria all'estero) è molto alta. Tutti i suoi viaggi sono coperti da una polizza che copre la quasi totalità delle cause di cancellazione, anche per malattie croniche o per motivi di lavoro, sino alla rottura dell'autoveicolo con cui ci si reca in aeroporto il giorno della partenza. Bisogna solo avere un po' di pazienza per il rimborso!

3. VOLI LOW COST
 
Il prezzo: nel caso si voglia acquistare il solo volo aereo, aspettare l'ultimo minuto è la cosa più sbagliata: si rischia spesso di incorrere in liste d'attesa o di non poter volare nel momento prescelto, mentre si ha l'assoluta certezza di pagarlo più caro. Le compagnie aeree, infatti, non vogliono correre il rischio di andare in perdita facendo volare aerei mezzi vuoti, quindi seguono la politica di incoraggiare il più possibile l'acquisto di biglietti con largo anticipo (lo stesso vale per l vendita di pacchetti viaggio da parte dei T.O.).

Inoltre fanno il cosiddetto Overbooking, ovvero accettano prenotazioni per più posti di quelli che realmente ci sono, contando sul fatto che ci sarà chi disdice. Con questo ordine di cose, il rischio che ci siano dei posti vuoti è veramente basso, ma anche se ci fossero, per la compagnia aerea è preferibile lasciarli vuoti che non abituare la sua clientela alle offerte dell'ultimo minuto! Quanto sopra vale sia per le "compagnie low-cost" che per quelle tradizionali, "di linea". L'Unione Europea ha stabilito una carta dei diritti del passeggero da far valere nei casi in cui si verifichi l'overbooking.


Tasse aeroportuali: nel comunicare il prezzo dei voli low-cost molte compagnie non includono le tasse aeroportuali. Bisogna considerare che queste tasse sono spesso molto alte, ma soprattutto che sono estremamente variabili da aeroporto ad aeroporto (normalmente più importante è l'aeroporto più care sono le tasse): quindi un volo per Londra Heathrow, è in genere parecchio più caro di uno per Stanstead o Luton (aeroporti piccoli e secondari, poste a grandi distanze dalla cittrà, o i cui servizi pubblici di avvicinamento sono particolar,emte cari) anche se il prezzo del biglietto sembra uguale.

Conseguenza di quanto detto qui sopra è che le compagnie low-cost si rivolgono tendenzialmente a piccoli aeroporti per risparmiare. Questo è ottimo, ma vanno considerati i maggiori costi e l'allungamento dei tempi dei collegamenti dell'aeroporto con la vostra destinazione finale.


NEL CASO DELLA SPARK TOUR: non viene effettuato questo servizio alla clientela.

3. Compagnia aerea LOW COST/CHARTER oppure DI LINEA

Nel scegliere una compagnia aerea, il costo complessivo (tariffa aerea + tasse aeroportuali + costi aggiuntivi quali kg di bagaglio eccedente, ecc) non è l'unico elemento, nè il più importante: esiste l'affidabiità (tasso di incidenti, vetustà degli aeromobili) della compagnia, la sua serietà commerciale (tariffe ufficiali pubblicate e diverse tariffe riscontrabili su vari siti internet/agenzie o sotto data) ed operativa (puntualità dei voli) e la qualità dei servizi (assistenza del personale, spazio tra un sedile e l'altro, peso del bagaglio trasportabile) . 

Infine, la scelta va ponderata in base all'operativo dei voli (orari più scomodi), fermate intermedie, e sopratutto in caso di ritardi o cancellazioni, la politica di riprotezione del passeggero (partenza con voli riprotetti con altre compagnie aeree, e frequenza dei voli della stessa compagnia sulla meta prescelta.

NEL CASO DELLA SPARK TOUR: non vengono utilizzate nei suoi pacchetti, compagnie aeree charter o low cost, ma solo le maggiori compagnie aeree di linea.

4. PROTEZIONE DEL CONSUMATORE

Esiste ormai da una decina di anni o più, una ampia legislazione europea, adottata anche dallo Stato Italiano, a tutela del cliente, nel caso di disservizi nell'ambito di un pacchetto viaggi. E' importante notare che però tali "pacchetti" sono i tipici prodotti forniti da un T.O. (abbinamento volo, con hotels, ristoranti, guide, trasporti vari, ecc). Per i singoli prodotti acquistati via internet non risulta esservi alcuna protezione definita a livello europeo, con conseguente rischio di non avere alcuna protezione.

La legge infatti stabilisce che il T.O. è responsabile di fronte al cliente, di tutti i servizi fornitegli, anche se non suoi, purchè compresi nel "pacchetto". Ma anche che tale T.O. è obbligato ad avere una costosa assicurazione di "Responsabilità Civile" che lo aiutino ad affrontare adeguatamente tali eventi, senza alcun esborso ulteriore.

Quindi Viaggi effettuati tramite pseudo-organizzazioni, comprese le Associazioni che organizzano viaggi in proprio (non quelle che vendono ai loro soci solamente), che vivono e prolificano ai bordi di tale normativa sono quindi da evitare e molto rischiosi. Un vero anacronismo che va contro la suddetta legislazione.

NEL CASO DELLA SPARK TOUR: l'azienda è coperta da tutte le assicurazioni previste dalla legge, compresa la "polizza Responsabilità Civile", e con ampi massimali.

Artikel Terkait