04/05/15

EXPO 2015: COME ORGANIZZARE LA VOSTRA VISITA

EXPO 2015 Milano

Expo 2015 apre ufficialmente i battenti e accoglie i visitatori. 

Ecco allora quello che c’è da sapere per visitare l’Esposizione Universale, come raggiungere il sito, come procurarsi i biglietti e soprattutto, che cosa c’è da fare e da vedere. Innanzi tutto le date di apertura: si parte il 1° maggio e si continua fino al 31 ottobre 2015. I cancelli sono aperti tutti i giorni dalle ore 10 alle 23. Il sito che ospita l’evento si trova nella zona Nord-Ovest di Milano, al confine con il comune di Rho, ed è adiacente al nuovo polo fieristico di Rho Fiera-Milano.

IL TEMA 
“Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Expo 2015 costituisce il più grande evento mai realizzato sul tema dell’alimentazione e della nutrizione. I 145 Paesi che vi partecipano sono chiamati a presentare il meglio delle proposte e tecnologie, ma anche della propria cultura, tradizione ed energia vitale per dare una soluzione alla necessità di garantire a tutti i popoli un cibo sano, sicuro e sostenibile.

Il SITO

L’esposizione occupa un’area di oltre cento ettari e riprende la struttura di un’isola circondata da un canale d’acqua. E’ attraversata da due assi principali perpendicolari tra loro, che si rifanno alle antiche strade romane: il Decumano e il Cardo. Il Decumano, chiamato anche World Avenue, è lungo circa 1,5 Km ed è lago 53 metri: è in pratica l’arteria principale del sito, lungo la quale sono affacciati i padiglioni nazionali dei Paesi partecipanti. Lungo il Cardo (circa 300 metri lunghezza per 35 di larghezza) si trovano gli spazi delle diverse regioni e province italiane. All’estremità Nord del Cardo sorge Palazzo Italia, affacciato sul Lago Arena (uno specchio d’acqua di quasi cento metri di diametro e munito di gradinate laterali con posti a sedere per tremila spettatori circa), al cui centro è collocato l’Albero della Vita. Al lato opposto del Cardo, invece, si trova il grande Open Air Theatre da 9mila posti a sedere, che ospita eventi, concerti e cerimonie ufficiali.

I PADIGLIONI 
Ogni Paese partecipante ha un proprio spazio espositivo in cui, partendo dalla propria cultura e tradizione, esprime la propria interpretazione e le risposte alla sfida legata alle prospettive dell'alimentazione globale. Sono presenti anche tre organizzazioni internazionali la cui mission è in linea con il tema di Expo 2015 (Onu - Unione Europea e Cern - Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare) e alcune organizzazione della Società Civile. Sono presenti inoltre alcuni padiglioni Corporate, in rappresentanza di aziende internazionali.

LA VISITA 
Il percorso è strutturato per aree tematiche. Il punto di partenza è il Padiglione Zero, che racconta la storia dell’uomo sulla Terra attraverso il suo rapporto con la natura e il cibo. Curato da Davide Rampello e progettato da Michele De Lucchi, riproduce un lembo di crosta terrestre sollevata dal terreno e invita il visitatore a osservare la terra dal suo interno. C’è poi il Future Food District, con il supermercato del futuro, in cui esplorare e conoscere una catena alimentare più etica e trasparente. Per i bambini c’è il Children Park, un’area di gioco dedicata ai piccoli e alle famiglie con esperienze, attività e situazioni di gioco; offre anche un luogo di relax e sosta. Ci sono poi il Biodiversity Park e l'area Arts & Food. Viste le dimensioni dell'area espositiva, è a disposizione un servizio gratuito di navetta interno, con autobus che circolano lungo il perimetro di Expo con corse ogni 5 - 7 minuti.

I CLUSTER 
Oltre ai padiglioni nazionali, realizzati in autonomia dai singoli Paesi e per questo detti ”Self Built”, ci sono spazi espositivi collettivi che riuniscono Paesi e realtà che non hanno avuto modo o risorse per allestire uno spazio proprio. Contrariamente a quanto è stato fatto in passato, in cui queste realtà erano riunite e organizzate in modo puramente geografico, a Expo 2015 sono state individuate nove identità tematiche e filiere alimentari, i cosiddetti cluster: Riso – Abbondanza e Sicurezza; Caffè – Il Motore delle Idee, Cacao – Il Cibo degli Dei; Cereali e Tuberi – Antiche e Nuove Colture; Frutta e Legumi; Il Mondo delle Spezie; Agricoltura e Nutrizione nelle Zone Aride; Isole, Mare e Cibo; Bio-Mediterraneo – Salute, Bellezza e Armonia.

I BIGLIETTI 
I biglietti sono di due tipologie: a data fissa (valido solo per il giorno scelto al momento dell’acquisto) o a data aperta. Con un biglietto open, prima di programmare la visita, è fortemente consigliato accedere alla sezione MyExpo del sito www.expo2015.org per verificare la disponibilità di accesso e convertire il biglietto confermando la data. La conferma della data deve essere effettuata in ogni caso entro un giorno prima della visita. Una volta effettuata la conversione, non si può più cambiare data. Il costo del biglietto è variabile a seconda della tipologia, del numero di ingressi acquistati e dei giorni di visita. Esistono pacchetti per famiglie, scuole, ingressi solo serali (a partire dalle ore 19), comprensivi dello speciale spettacolo proposto dal Cirque du Soleil tutti i giorni dal 13 maggio al 30 agosto.

COME ARRIVARE 
Il sito di Expo 2015 si raggiunge facilmente con la linea 1 (Rossa) della metropolitana, stazione di Rho Fiera Milano, direttamente collegata con l’accesso Ovest Fiorenza. A pochi metri dalla stazione un nuovo gruppo di scale collega con il piazzale dei controlli, dove si trovano anche le biglietterie e servizi al visitatore. Passati i controlli il visitatore percorre la passerella pedonale Expo-Fiera (PEF) per raggiungere il Sito. Si può arrivare anche in treno (stazione Rho Fiera) e per mezzo dei Passanti ferroviari (linee suburbane S5-S6, S11 e S14). Gli organizzatori sconsigliano l’utilizzo dell’auto privata. In ogni caso sono disponibili le aree di parcheggio Merlata (accanto all’ingresso Sud Merlata) , Arese, Fiera Milano e Trenno (collegate con navetta gratuita). In ogni caso il posto in parcheggio va prenotato in anticipo o acquistato online. Per tutte le informazioni sito internet www.expo2015.org 

Artikel Terkait