25/11/14

MERCATINI DI NATALE IN ALTO ADIGE

Mercatini di Natale

Sono più coinvolgenti di sempre gli scenari dei caratteristici Mercatini di Natale dell’Alto Adige allestiti a partire dal 28 novembre fino al 6 gennaio nelle piazze e nelle strade di Bolzano, Vipiteno, Brunico, Bressanone e Merano.

A Bolzano il primo impatto dal sapore natalizio arriva dalla musica, che pervade ogni angolo del centro storico con le oltre 80 tradizionali casette di legno, insieme ai profumi di vin bruleè e di cannella, da piazza Walther - dominata dal Duomo gotico e dal grande albero di Natale - verso via dei Portici e via Goethe. 

Il Calendario dell’Avvento musicale viene raccontato e cantato presso la Vecchia Chiesa Parrocchiale di Gries (lunedì-venerdì dalle 18.15), si tengono concerti di musica tradizionale ogni week end dalle 14 alle 18 e bande cittadine suonano ogni domenica mattina, dopo l’appuntamento all’alba (ore 6,30) della Novena musicata nel Duomo, nella Chiesa dei Francescani e nell’Abbazia di Gries. 

Scenografiche le esecuzioni dei gruppi di fiati dal balcone del Palazzo Mercantile (sabato pomeriggio nell’antica via dei Portici), che si possono godere cullati dal passo del cavallo mentre si gira per il centro a bordo di una romantica carrozza.

A Merano le bancarelle propongono idee regalo particolari e specialità culinarie tipiche da gustare mentre si passeggia sul Lungo Passirio e fra gli edifici dalle facciate Liberty del centro.

A Vipiteno la medievale Torre delle Dodici domina, con le sue mille luci a festa, la sfilata di bancarelle di artigiani e artisti che animano la città vecchia. 

Particolarmente nota è la tradizionale sfilata di San Nicolò, durante la quale spaventosi diavoletti girano per il centro scherzando con grandi e piccini.

A Brunico il freddo si scaccia tenendo in mano una tazza colma di vin bruleè bollente mentre si passeggia sotto i portici o per le tortuose stradine del centro, calati in un’atmosfera medievale dominata dall’austero castello. 

Le vicine piste da discesa invogliano a mettere gli sci ai piedi almeno per metà della giornata, ma il pomeriggio è d’obbligo fermarsi in piazza Tschurtschenthaler dove gli artigiani locali espongono e vendono le proprie lavorazioni, fare tappa ai falò ad ascoltare i cori che intonano i brani natalizi e visitare i presepi. 

A Bressanone l’incanto sarà ancora più intenso, perché sembrerà di cambiar epoca facendo un salto all’indietro di centinaia d’anni. 

Questa piccola città vescovile si sviluppa intorno al Duomo barocco – da visitare insieme al cortile – nella cui piazza si trova il cuore del mercatino di Natale, con giostre e carrozze trainate da cavalli per i più piccoli, mentre nei vicoli si snodano magnifici portici oggi vivacizzati da pittoreschi negozietti, in cui si fa un discreto shopping.

Se il nostro viaggiatore avrà tempo ci sarebbe un’altra tappa da consigliare, anche veloce, ad Ortisei, il paese del Natale, che si vestirà di magia con un mercatino natalizio costituito da stand realizzati da artigiani locali che riprodurranno i caratteristici masi d’alta montagna della Val Gardena. Pittoresco e affascinante. 

Per i regali natalizi, tutti originali e autentici, ci saranno sculture e bambole in legno, ghirlande di Natale, lanterne e cornici, decorazioni per la tavola e coperte in lana, candele e prodotti in feltro o lana cotta e poi speck, “Schüttelbrot”, marmellate, liquori, succhi di mele e tisane.


Artikel Terkait