17/10/14

ALLA SCOPERTA DEL VOLTO MENO NOTO DEL MAROCCO

Marocco

Luoghi dichiarati Patrimonio dell’Unesco, antiche cittadine che si affacciano sull'Oceano Atlantico, storia e tanta cultura sono le caratteristiche di alcuni tra i luoghi più autentici, e ancora al di fuori del turismo di massa, del Marocco. Questo posti così speciali sono: la provincia di Doukkala, a sud di Casablanca con le città di El Jadida, Oualidia e Safie la città di Essaouira nella regione di Marrakech-Tensift-El Haouz.

La città di El Jadida, l’antica città portoghese di Mazagan, è una stazione balneare di grande fascino. Sotto il dominio dei portoghesi dal 1502 al 1769, El Jadida si presenta come una città fortificata. 

Tracce di questo passato sono visibili nei bastioni visitabili grazie al percorso della ronda. Tra i quattro spiccano per bellezza e notorietà: il bastione dell’Angelo che offre una bellissima vista sulla città, il porto e il mare, e il bastione San Sebastiano, famoso per sua inquietante cappella dell’Inquisizione. 

Da non perdere poi la visita all’antica cisterna. Durante la bellissima passeggiata alla scoperta dei bastioni si incontra anche la chiesa dell’Assunzione e una moschea con un minareto di forma pentagonale, probabilmente l’unico minareto al mondo così concepito. 

Oualidia invece, situata sempre nella provincia di Doukkala e affacciata sulla costa dell'Oceano Atlantico, è un'affascinante località di mare, tranquillissima e apprezzata sia per la sua lunga spiaggia dalle sfumature dorate che per i suoi graziosi ristorantini dove si possono gustare prelibati piatti a base di frutti di mare. 

Altra antica città d'origine portoghese è poi Safi dove imperdibile è il Museo Nazionale della Ceramica e il quartiere dei vasai. Per chi è alla ricerca di un soggiorno tra mare, corsi di cucina, giri in quad e a cavallo, la meta perfetta è invece Essaouira, città patrimonio dell’Unesco abitata da numerosi artisti. Qui, dall’alto dei suoi bastioni, è possibile con un unico sguardo abbracciare la bellezza della città e il fascino dell’Oceano Atlantico. 

In ultimo Casablanca, capitale economica del Marocco e metropoli moderna, offre un grande patrimonio architettonico, specialmente legato all’Art Decò, e storico. Da non perdere: la moschea Hassan II, La Prefettura o Wilaya, il marabutto di Sidi Bou Abderrahmane e le corse dei levrieri. La Grande Moschea Hassan II, inaugurata il 30 agosto 1993, è l’edificio religioso più alto del mondo. 

Vero e proprio gioiello architettonico, la sua sala può accogliere fino a 25.000 fedeli mentre la spianata ne può ospitare fino a 80.000. La Prefettura o Wilaya, invece, inaugurata nel 1937 e situata nell’attuale piazza Mohammed V, è famosa per il suo giardino tropicale. Il marabutto di Sidi Bou Abderrahmane è un santuario raggiungibile solo con la bassa marea. 

L’edificio, infatti, sorge in un villaggio che si trova su una roccia circondata dall’oceano, situata poco dopo il lungomare. Infine non si può lasciare Casablanca senza aver dato un’occhiata alle famose corse dei levrieri di origine irlandese. 

Artikel Terkait