09/09/14

TOSCANA: SETTE ISOLE, UN SOLO PARADISO

Toscana

Pinete, calette che si alternano a spiagge di sabbia fine, scogliere a strapiombo e una macchia mediterranea profumatissima: l'Arcipelago Toscano. Sette isole, sette terre ognuna con un identità unica ma tutte accomunate da una natura straordinaria e selvaggia e da una storia antica e ricchissima. 

A voi la scelta dell’isola che più si avvicina al vostro ideale di vacanza. L’Isola del Giglio, il cui nome deriva dal greco Aegilium che letteralmente significa “capra”, ha una varietà di coste davvero unica. 

Qui, infatti, scogliere di levigato si alternano a baie, calette e spiagge sabbiose. Tra i tanti posti meravigliosi da non tralasciare è sicuramente la baia di Campese con l’imponente Torre medicea costruita tra la fine del XVII e l’inizio del XVIII sec. 

La baia è il luogo adatto per gli amanti del surf e della vela. Immaginate una macchia mediterranea profumatissima, rocce, mare cristallino e fondali ricchissimi. Bene, questo paradiso ha il nome di Capraia. Preparate i vostri occhi a scenari naturali incredibili dove margheritine si uniscono a profumate distese di elicriso e intere vallate ospitano il corbezzolo, l’erica, l’oleandro e il mirto. 

Sull’isola sorge anche un piccolo lago chiamato "il Laghetto" o "Stagnone", unico specchio d’acqua naturale dell’Arcipelago Toscano. 

L’Isola di Montecristo, selvaggia e disabitata, è invece un continuo susseguirsi di granito grigio-rosa. Tra le 7 isole dell’arcipelago c’è poi anche Gorgona, la più piccola. Coperta per la maggior parte della superficie da macchia mediterranea è il paradiso di specie marine particolarmente delicate. 

La Gorgona, l’antica Urgon abitata forse dagli Etruschi e certamente dai Romani fu abitata nel medioevo da monaci e vide sorgere monasteri ad opera dei Benedettini e Cistercensi. 

Giannutri è invece meta preferita dai subacquei che non sanno resistere alla bellezza dei suoi fondali abitati da falesie, rose di mare, poseidonia, gorgonie, cavallucci marini, coralli, stelle marine, ricciole, dentici, saraghi e tante altre bellezze marine. Giannutri è luogo adatto a chi ama la natura selvaggia. 

L’isola infatti è stata dichiarata Parco Marino. Su Pianosa invece, l’isola “piatta”, si trovano le baie e le scogliere tra le più belle di tutto l’Arcipelago Toscano. 

Qui, inoltre potrete visitare diverse testimonianze del periodo romano come la Villa Romana di Agrippa che si trova nella cala di S. Giovanni. 

Ma tra tutte le terre che compongono l'Arcipelago, l'Isola d'Elba è sicuramente la più frequentata e la più famosa in tutto il mondo per avere ospitato Napoleone in esilio nel 1814. L'isola è un'affascinante susseguirsi di boschi, campi coltivati, vigneti e paesaggi a tratti aspri a tratti dolci e rilassanti grazie alla presenza di spiagge lunghe e di sabbia fine come quella di Capo Bianco.

Artikel Terkait