08/09/14

NEW YORK: ALLA SCOPERTA DI MEATPACKING DISTRICT

New York

Un tempo sede dell’industria della carne della città, il quartiere di Manhattan oggigiorno è una vera e propria icona di stile. Negli antichi magazzini sorgono ora esclusive boutique, ristoranti di qualità e locali notturni alla moda. 

Ma una delle più amate attrazioni della città è sicuramente la High Line che un tempo fu una linea ferroviaria. Grazie ad un innovativo progetto di recupero architettonico la vecchia ferrovia è stata infatti trasformata in un parco e in un percorso pedonale che, partendo dal Meatpacking District, all’altezza di Gansevoort Street si snoda tra i tetti della città fino a Chelsea, West 30th Street, tra la 10th e 11th Avenue. 

Uno vero e proprio polmone verde dove godere della natura, ammirare la veduta sui grattacieli e sull’Hudson River e osservare le installazioni di giovani artisti. Altro gioiello del quartiere è poi la nascente nuova sede del Whitney Museum of American Art che verrà inaugurata nel 2015 su Gansevoort Street tra l’Hudson River e l’High Line. 

Il nuovo edificio progettato da Renzo Piano presenterà nove piani che ospiteranno i capolavori dell’arte americana moderna e contemporanea. Diversi spazi saranno poi destinati ad eventi fuori programma, proiezioni video e performance. Parte del museo sono il Works on Paper Study Center, un laboratorio di restauro, un ristorante e un bar. 

E se poi vi venisse voglia di un gustoso piattino, nella vecchia sede di National Biscuit Company, c’è Chelsea Market con la sua pregiata food hall. Dalle crepes di Bar Suzette, al pane appena sfornato di Amy’s Bread, alla beef pie di Tuck Shop fino al mac and cheese di Ronnybrook Dairy, al Chelsea Market ce n’è per tutti i gusti. 

Bene, dopo aver passeggiato e visitato in lungo e largo il quartiere è venuto il momento di una buona cenetta. Dove andare? Se amate lo street food asiatico leggermente rivisitato allora dirigetevi Spice Market. Qui assaggerete: gnocchi di gamberi al vapore e spiedini di carne arrostiti con peperoncino. 

Altri posticini da non perdere sono: Dos Caminos con la sua cucina messicana, Fig & Oliveche propone cucina mediterranea, la steakhouse italiana Macelleria e il bistro francese, Bakehouse Bistro & Bar, aperto da colazione a cena. 

La giornata a Meatpacking District non può che concludersi con un po’ di musica e divertimento. Allora tutti al Hogs & Heifers, uno dei pub più affollati del quartiere, una vera e propria istituzione dove iniziare la serata con una birra o uno shot. 

Tempio della musica live, Highline Ballroom ospita tantissimi concerti che spaziano da R&B al rock, pop e jazz.

Artikel Terkait