21/08/14

TIBET EXPRESS: IL TRENO DEL CIELO

Tibet Express

Preparatevi a visitare un paese unico, a respirare la spiritualità buddista e ad ammirare straordinari paesaggi viaggiando a bordo del Tibet Express!

Cominciate a immaginare oltre 4.000 km di strada ferrata, per l’80% ad un’altitudine che supera i 4.000 metri, 44 stazioni, 7 trafori e 675 ponti. 

A questi numeri aggiungete tutto il fascino degli sterminati altipiani tibetani, lo scorrere di scenari mozzafiato, dalla pianura cinese alle maestose catene montuose del Tibet per poi concludere questo idillio con la bellezza del viaggiare in treno, il dondolio che si prova a stare seduti nelle sue carrozze e quella particolare atmosfera che solo quest’ultimo sa dare.

L’itinerario, vi condurrà lungo la tratta che da Lanzhou conduce fino a Lhasa: 2.188 chilometri in un tempo di circa 27 ore, alla scoperta di un territorio maestoso popolato per lo più da asini, cavalli, e yak che si muovono in branco, raggiungendo gli altipiani apparentemente spopolati del Tibet, tra radure, praterie, brughiere e steppe che a volte diventano dune sabbiose, quasi desertiche, lambendo anche vette ricoperte di neve e ghiacciai perenni. 

Ultima fermata di questo viaggio straordinario a bordo del “drago di ferro”, così definito da alcuni, è Lhasa, la “città proibita”. 

Il sensazionale viaggio inizia da Pechino per poi raggiunge Lanzhou, anticamente conosciuta come la “Città dorata”, per la felice posizione lungo la Via della Seta, sulle sponde del Fiume Giallo. 

Si tratta di un ottimo punto di partenza per visitare la provincia nordoccidentale del Gansu, dove si trova il maestoso monastero di Labrang, che ancora oggi ospita oltre 1000 monaci, e le Grotte buddiste di Binglingsi dove, negli ultimi 1600 anni, sono state realizzate 183 nicchie e sculture incise nella roccia porosa. 

Allora siete pronti a partire per il Tibet? Dalla stazione ferroviaria di Lanzhou, salirete a bordo del “Treno del Cielo”, con sistemazione in scompartimento di prima classe a 4 cuccette. 

Nel primo tratto effettuerà le fermate di Xining e Delingha nella regione del Qinghai: attraversando scenari di rara bellezza, supererete le fermate di Golmud, Amdo e Nagchu. 

Il paesaggio, chilometro dopo chilometro, assume una bellezza mistica: le cime innevate delle montagne in lontananza svettano in un cielo blu inteso cui fanno da contraltare le vaste praterie popolate da greggi mansueti di pecore e di yak.

Artikel Terkait