31/07/14

STREET FOOD: TUTTE LE SAGRE PER SCOPRIRE I SAPORI ITALIANI

Street Food

Eventi e tipicità regionali dello street food in Italia:

Fenomeno di grande successo così popolare da diventare protagonista assoluto di fiere folkloristiche, manifestazioni gastronomiche, sagre ed eventi dedicati: lo street food è la star assoluta del settore culinario. 

Sull’onda del fenomeno, le sagre dedicate alle tradizioni gastronomiche locali per assaggiare il cibo di strada tipico di ogni zona. La sagra del lampredotto, delle olive ascolane, del panzerotto, e ancora la festa della pizza e della crescentina, un percorso culinario tra le eccellenze popolari italiane. 

Carta vincente del cibo di strada è quella di coniugare la grande tradizione culinaria italiana e la sperimentazione di nuove tendenze, di guardare all'eco-sostenibilità e al biologico per rispondere alle esigenze del consumatore consapevole che un'alimentazione salutista è la base del benessere psicofisico e che ridurre l'impatto ambientale “rende il cibo più buono”. 

Al boom dello street food si affianca un'altra novità in crescita: la diffusione dei food truck (ovvero i ristoranti a quattro ruote) per l'espansione dello street-food fuori dai confini della tradizione locale. Settore predominante dell'economia turistica ed alimentare lo street food, come dichiara Coldiretti, è poco soggetto alla distorsione delle ricette tipiche che ne conservano la tradizione e per questo si rivela poco influenzato dalle mode passeggere, sopravvivendo grazie ad una continua evoluzione. 

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura, lo street food rappresenta la scelta alimentare di 2,5 miliardi di persone ogni giorno. In Italia, in particolare, il 75% della popolazione sceglie lo street food e di questo il 45% predilige i prodotti tipici locali, il 24% i cibi internazionali ed il 4% sceglie la cucina etnica. 

A cosa è dovuta questa tendenza? Sicuramente i nuovi ritmi di vita e di lavoro sempre più veloci e il poco tempo a disposizione esaltano le funzionalità e la comodità dello street food. 

Ma anche un'apertura ed una curiosità che spinge gli amanti del cibo ad assaggiare cose diverse, preferendo diverse piccole porzioni ad un unico grande piatto. Infine non bisogna sottovalutare l'aspetto economico. 

Un recente sondaggio proposto dal Gambero Rosso mostra infatti che quasi il 40% degli utenti dichiara di scegliere lo street food per l'accessibilità economica, complice la flessione economica degli ultimi anni a causa della quale, secondo Coldiretti, dall'estate 2013 la spesa nei ristoranti è calata dell'11% e sono aumentati gli esercizi di ristorazione che non prevedono il servizio ma solo la somministrazione.

Artikel Terkait