08/06/14

DENARO DA PORTARE IN VIAGGIO: CONTANTI, CARTE E CHEQUES

Carte di credito

IL DENARO CONTANTE

Generalmente è consentito portare con sé denaro contante sufficiente per qualsiasi vacanza (il massimo sono 10.000 euro a persona!).

E' consigliabile, tuttavia, non portare solamente denaro contante: sia per maggiore sicurezza che per poter usufruire di alcuni servizi, è opportuno portare con sé una carta di credito.

Esistono, infatti, servizi che possono essere fruiti solo dietro garanzia di carta di credito. In molti Paesi, ad esempio, è uso accettare prenotazioni alberghiere solo se si possiede una carta di credito (o di debito), mentre la quasi totalità delle compagnie che affittano le automobili vogliono una carta di credito a garanzia della prenotazione.

Il nostro consiglio:

Se dovete partire con molto denaro, consigliamo di portare con sé almeno una carta di credito e una parte di denaro in traveller's cheques. Distribuite il tutto in egual misura tra i membri della famiglia e proteggete il grosso nascondendolo nei portadocumenti "a panciera", che si mettono, cioè, "a pelle" sotto i vestiti. Ce ne sono di molte marche, sia blasonate che meno note, ma tutti hanno un costo tra i 6 e i 10 euro.


CARTE DI CREDITO O DI DEBITO

Portarsi una carta di credito o di debito all'estero è ormai d'uso comune, perché presenta numerosi vantaggi: non occorre portarsi troppi contanti o cambiare poca (o troppa) valuta, avere con sé uno strumento da usare come garanzia per poter usufruire di particolari servizi (prenotazioni, auto in affitto, etc).

La principale differenza tra carte di credito e di debito è che le prime hanno un plafond in credito, le altre sono state precaricate o vi sono trasferiti fondi (carte ricaricabili). Nel primo caso il plafond costituisce la "garanzia" richiesta, nel secondo non c'e' un vero e proprio plafond, quindi la garanzia non è considerata sufficiente per alcuni servizi.

Prelievo all'estero:

In genere è sempre consentito nel circuito della vostra carta (nei limiti del massimale giornaliero, o mensile, che dipende dalla vostra carta). Vi verrà addebbitata una commissione di qualche euro.

Pagamento in esercizi commerciali all'estero:

E' il metodo più comodo. In genere non ci sono commissioni. L'importo è addebbitato nella valuta in cui avete pagato, perciò se questa non è l'euro, verrà applicato il tasso di cambio ufficiale del circuito della vostra carta. Generalmente è più favorevole dei tassi di cambio praticati dalle agenzie di cambio, perciò potrebbe convenirvi pagare con la carta anziché con i contanti.

La carta Postepay è una carta di debito e come tale può essere usata sia per prelievi che per pagamenti all'estero.


BANCOMAT E POSTAMAT

Alternative alla carta di credito, ma assai meno flessibili, sono il Bancomat e il Postamat.

Carta Bancomat: alcune sono abilitate per utlilzzo all'estero (verificate che la vostra lo sia!); a differenza delle carte, però, in genere si può solamente prelevare presso gli sportelli abilitati del circuito cui si appartiene.

Il Postamat può avere sia funzionalità di tipo bancomat sia funzionalità combinate di tipo bancomat e di tipo carta di credito. Nel primo caso non può essere utilizzato all'estero, nel secondo equivale ad una normale carta di credito utilizzabile nel circuito di appartenenza (per prelievi o pagamenti).

Possono essere dovute commissioni per l'utilizzo all'estero.


TRAVELLER'S CHEQUES

Il Traveller's cheque è un assegno turistico nominativo (pagato anticipatamente) emesso in moneta estera, che può essere convertito in denaro contante in un qualunque istituto di credito autorizzato.

I Traveller's cheques non convertiti o bloccati sono rimborsati.

Possono esserci delle commissioni da pagare per l'emissione o per l'incasso.

I Traveler's Cheques sono emessi dai principali circuiti di credito, come American Express, Visa, etc.

La sicurezza del Traveller's Cheque:

- è nominativo, quindi può incassarlo solo il proprietario dietro esibizione del documento di riconoscimento;

- sono dotati di doppia firma: vanno firmati una volta all'emissione per validare la propria firma e una seconda volta quando si incassano; le due firme debbono essere identiche perché si possa incassarlo.

- possono essere annullati per impedirne l'incasso segnalando al circuito emettitore il suo numero di serie.

Come fare:

-Prenotazione: direttamente presso la propria banca generalmente con un anticipo di due settimane. Va indicata la moneta in cui si vuole convertirli.

- Incasso: presso un qualsiasi istituto di credito autorizzato dal circuito cui appartengono; alcune catene di grandi alberghi o grandi negozi accettano i traveller's cheques.

- Consigliamo di segnarvi i numeri seriali nel caso dobbiate annullarli.


MONEY TRANSFER: FARSI INVIARE DENARO ALL'ESTERO

Nel caso esauriate il denaro che avete portato con voi, potete farvi inviare il denaro da casa.

Questo servizio è offerto da svariate compagnie presenti ormai in tutti i paesi del mondo. Le principali: Money Transfer e Western Union.

Come funziona:

Il ricevente deve recarsi all' agenzia presso cui vuole ricevere il denaro e richiedere il codice dell'agenzia, che dovà essere comunicato a chi invia il denaro; quest'ultimo, dovrà riempire un modulo indicando quanto vuole inviare, a chi e presso quale agenzia verrà ritirato il denaro. Chi invia dovrà pagare in aggiunta unacommissione (variabile secondo l'importo)

Artikel Terkait