25/05/14

VIAGGIARE LOW COST: CONSIGLI PER VIAGGIARE E SPENDERE POCO

Viaggiare low cost

Tutti ormai sanno dell'esistenza di compagnie aeree cosiddette "low-cost", le quali, utilizzando aeroporti minori e analizzando bene la gestione dei costi, offrono un buon servizio, non trascurando la sicurezza, a prezzi veramente competitivi.

Le più importanti capitali del mondo ormai sono alla portata di tutti, perché per andare a Londra, così come a Budapest o Madrid si possono risparmiare fino a 200 euro rispetto alle compagnie di bandiera. 

Chiaramente l'attenzione deve essere sempre alta, occorre valutare bene tutti i costi, soprattutto quelli "nascosti", come il peso del bagaglio (si paga un extra se si supera la soglia consentita) l'assicurazione per il viaggio (facoltativa) e persino un caffè preso durante il volo può avere costi molto elevati.

Il web

l'aiuto principale si trova sul web, dove è possibile scovare promozioni speciali ed offerte viaggio davvero vantaggiose: non è molto facile, ma esistono siti e motori di ricerca specializzati che danno la possibilità di trovare voli a basso costo, perfetti per il proprio portafoglio. Un consiglio: leggete i commenti e le opinioni online di altri viaggiatori che hanno già visitato i luoghi, possono darvi delle "dritte" per aiutarvi nella scelta delle mete low cost da visitare.

Bisogna comunque fare molta attenzione sulla scelta della compagnia aerea, perché non tutte le compagnie low-cost assicurano qualità nella sicurezza e nella manutenzione. Nel sito dell'ENAC (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile) trovate la lista con tutti i vettori certificati e quindi ritenuti affidabili.

Il Couchsurfing

se invece dei pacchetti viaggio già pronti si preferiscono gli alloggi, certamente più economici, si può scegliere il Couchsurfing. Con questo sistema si offre e si cerca un posto letto oppure un divano gratis o comunque a prezzi bassissimi, avendo la possibilità di visitare molte località nel mondo. Sul sito: www.couchsurfing.org, troverete tutte le informazioni utili.

Hospitality Club

simile al Couchsharing c'è l'Hospitality Club, persone di nazionalità diverse che si danno ospitalità; c'è anche chi si mette a disposizione organizzando visite per far conoscere alla persona che ospitano la cultura del proprio Paese. Una sorte di scambio culturale per imparare qualcosa viaggiando a diretto contatto con gli abitanti. Trovate tutto nel sito del club: italiano.hospitalityclub.org.

Viaggiare in gruppo

un'altra soluzione per il viaggo low-cost può essere l'idea di viaggiare in gruppo: una bella comitiva di amici (occhio alla scelta, no ai musoni o piantagrane che rovinano il viaggio) con cui abbattere i costi e divertirsi. 

Attenzione però alle spese fisse: non fate affidamento al nostro "paniere" nazionale, all'estero i prezzi dei prodotti ed i servizi possono essere molto diversi. E' bene quindi informarsi sui costi fissi (benzina, pane, birra, sistema delle mance, ecc.) della nazione che si vuole visitare.

House Sharing

l'House Sharing è un altro metodo (ultimamente molto di moda) di vacanza-risparmio: si tratta di una vera "condivisione della casa", cioè si ha la possibilità di scambiarsi casa per un breve periodo, ovviamente risparmiando. 

Tra i siti italiani più noti c'è l'Homelink.it, che offre un servizio completo a chi fosse interessato all'house sharing.

Artikel Terkait