17/03/11

ASSAGGI DAL MONDO

Cucina

Piccante, al vapore, dolce. Nulla può fare più piacere durante un viaggio se non uno snack veloce ma tipico del luogo. Vediamone alcuni tra i più caratteristici, tutti da provare durante belle passeggiate in alcuni dei posti più belli del mondo.

1 - Svezia, aringa fritta a Stoccolma. L’aringa è certamente il piatto più rappresentativo di questo Paese, per i locali, i pescatori ma anche per i tanti turisti. Il Surstromming è un piatto a base di pesce fermentato, dall’odore forte, servito con panna acida, l’odore molto forte ne fa un ottimo piatto per la consumazione all’aperto. Ma non è certo questo il cibo che più ameremo visitando Stoccolma, durante giornate di pioggia o sole. Troveremo, infatti, diverse bancarelle chiamate proprio “Strommingvagnen” ovvero ‘bancarelle dell’aringa’, che servono questo tipico pesce, fritto, in diversi modi. Da provare sul pane croccante (knackebrod) o nella maniera più tradizionale: con purea di patate.

2 – India, Pani Puri a Mumbai. Amato molto in tutta l’Asia, il Pani Puri è lo snack da passeggio ideale: un pane di azzimo parzialmente lievitato, riempito con un mix di patate, spezie o menta, ceci piccanti. Il piacere di questo piatto aumenta consumandolo proprio accanto al carretto che lo vende, in fretta appena ve lo danno, per far sì di non perdere neppure una goccia del forte sapore che ha. Lo troverete disponibile in ogni angolo di strada, in molte opzioni, anche nella versione ‘dolce’ in alcuni casi, oppure con abbondante cipolla, e nella versione dahi puri, cioè con l’aggiunta di yogurt nel ripieno.

3 – Laska a Singapore. Se amate il cibo orientale, Singapore è la città dove gustarne di ottimo con la consapevolezza che troverete anche norme igieniche (per il cibo da strada) superiore rispetto ad altre località orientali. Anche gli uomini d’affari in giacca e cravatta non rinunciano alla tappa a qualche bancarella per gustare il cibo asiatico in questa città, dagli omelette di ostriche all’onnipresente granchio piccante. Però il Katong Laska è la regina di tutti i ‘cibi veloci’, una zuppa di noodles (spaghettini do riso) tagliati corti, piccante, con gamberi e vongole, in un brodo fragrante di peperoncino e cocco. La versione ‘katong’ è tipica di Singapore, mentre altre versioni di Laska si possono trovare in altre località asiatiche.

4 – Empadinhas a Rio. La risposta Brasiliana ai vari lievitati disponibili nel resto del mondo, compresa l’America latina, come ad esempio i pastèis (polpette appiattite con carne, gamberi o cuori di palma) e alle empanadas (tortine salate con una ricca crosta al burro, spesso ripiene di carne), sono le Empanadinhas, cerchi di pasta salata, dorati, ripieni di verdure o pollo, formaggio o olive. Si trovano anche nel fast-food specializzati in cibo brasiliano, alle stazioni di servizio, e nelle varie barracas, delle bancarelle mobili, vetrinette montare su grosse biciclette. Ma il modo migliore per gustare una empadinha è certamente farlo in spiaggia, straiati al sole a godersi le meravigliose spiagge locali.

5 – Souvlaki ad Atene. Questi sono ormai abbastanza diffusi anche in altri Paesi, dove la cucina greca si è fatta conoscere ed apprezzare, sono spiedini di carne di maiale oppure di pollo, pezzi spesso piuttosto grassi, accompagnati da insalate, meglio se condite con salsine cremose. Serviti anche a strisciette, pezzetti piccoli tagliati al momento che andranno a riempire, insieme all’insalata, una buona pita, il tipico pane piatto greco. La città di Atene in particolare offre diversi punti dove guastare un buon Souvlaki on-the-go, con una birra Mythos e magari vista sull’Acropoli. All’angolo tra Metropolis St e Monastiraki Sq, si trovano diversi venditori, che vi offriranno Souvlaki fatti al momento. Il posto leggendario è Spiro’s, con porzioni decisamente abbondanti.

6 – Po’Boys in New Orleans. In USA non si mangiano solo tramezzini, e la prova è questo Po’Boy tipico degli Stati più a sud. Una sorta di baguette da trenta centimetri, servita calda, croccante fuori, soffice dentro, ripiena di gamberi fritti ed ostriche, oppure di roast-beef, cucinato ad hoc secondo le ‘regole’ locali: ‘finché di sbriciola al solo sguardo’. Tipico da gustare ai bordi di una delle stradine di questa tranquilla ma vivace cittadina della Louisiana, seduti magari all’ombra in uno dei suoi tanti locali all’aperto.

Artikel Terkait