11/01/11

LA GRECIA: CRETA

Grecia

Normalmente la Grecia si visita da fine aprile in poi, siamo a gennaio e non c’e’ periodo migliore per cercare qualche offerta per visitare uno dei luoghi più belli della Grecia: Creta, nel Mar Egeo.

Ho avuto la fortuna di vivere su questa bellissima isola e la trovo assolutamente ‘completa’ per quel suo perfetto mix di paesaggi mozzafiato e divertimento.

Indubbiamente un’isola che merita di essere visitata, consapevoli però del fatto che le spiagge bianchissime ed immense non esistono, o quasi. Questa isola assomiglia in gran parte alle coste della Sicilia, mare tipicamente mediterraneo, fitta vegetazione in molti punti ed aree aride in altri. Ci sono però alcune calette nascoste che vi sorprenderanno per la trasparenza del mare, ed in particolare la spiaggia più bella è certamente Elafonissi, conosciuta anche come “La spiaggia rosa”. 

 
Di rosa c’era la sabbia, diversi anni fa, adesso noterete ancora una certa tonalità di rosa, ma sempre molto meno intenso rispetto a quando questa spiaggia era meno frequentata. Il particolare colore deriva, infatti, dalle conchigliette rosa frantumate sulla battigia. Nonostante ci sia il divieto di portarle via come souvenir, questo divieto viene ignorato dalla maggioranza dei visitatori... Si trova a sud-ovest dell’isola, raggiungibile in meno di tre ore di auto se partire dalla costa nord. I chilometri non sono molti, ma per arrivarci dovrete percorrere strade sulle colline dell’interno dell’isola, che rallentano molto il tragitto. 

La costa nord è indubbiamente la parte più turistica, dove il centro della vita notturna è Hersonissos, con una lunga via davanti al mare dove si susseguono locali, bars, ristoranti. Se invece vi spostate di pochi chilometri più verso l’interno, potrete invece gustare un’ottima cena in una taverna a conduzione famigliare, dove assaggiare i tanti piatti tipici greci, come il mussaka (una sorta di parmigiana di verdure) oppure i formaggi fritti, il giro (uno spiedino di carne) e tante altre prelibatezze. Tenete però presente che pur essendo un’isola, i piatti tipici non sono a base di pesce, ma di carne. Il motivo è di origine storica: i primi abitanti dell’isola vivevano nell’interno, e svilupparono la loro cucina sulle carni anziché sul pescato.

Vi è poi una parte di costa che molti definiscono una sorta di “piccola Portofino”. Si tratta della località di Agios Nikolaos, ad est dell’isola. Qui ci sono gli alberghi più lussuosi, molti di questi con piscina privata a picco sul mare blu. Il paesino di Agios Nikolaos è un piccolo gioiellino, un villaggio di pescatori veramente adorabile.

La costa sud dell’isola è meno battuta dal turismo, perché è più frastagliata, più a picco sul mare, più selvaggia. Non vi è pertanto stato lo sviluppo turistico inteso come costruzione di grandi strutture ricettive.

L’interno dell’isola è ricco di vegetazione, qualche montagna che raggiunge anche i 2400mt (come il Monte Ida) e storia. Laboratori di creta, vallate di vigneti, scavi archeologici, anche piccolissimi ma di valore. Come il famoso Knossos che si trova nella parte nord dell’isola. In questa zona si trova anche la capitale, Heraklion. 

Cittadina abbastanza grande, di basso interesse storico, piacevole per una bella passeggiata nelle vie centrali. Proseguendo però sulla costa nord verso ovest, non possiamo non fermarci a Chania. Un posto indimenticabile, una fortezza sul mare, i vicoli che si intrecciano nel centro storico, la passeggiata vicino alle spiagge, i ristorantini tipici. Una tappa obbligatoria per chi decide di avere Creta come meta delle proprie vacanze.

Auto a noleggio? Si, quasi un must per vedere l’isola, facilmente percorribile in auto. E se avete tempo e voglia non dimenticate la bella isoletta di Crissi, a sud di Creta nel Mar di Libico. Un territorio piatto, privo di colline, solo spiaggia. 

Artikel Terkait