03/12/10

SHARM: IN CHE ZONA ALLOGGIARE?

Sharm El Sheik

Diversi anni fa Sharm El Sheik era una meta per pochi, conosciuta per essere destinazione di vacanza di personaggi famosi che andavano a godersi il suo bellissimo mare cristallino. Oggigiorno Sharm è alla portata di tutti, o quasi. I pacchetti turistici che la vedono protagonista, spesso abbinata come seconda settimana dopo un soggiorno in crociera sul Nilo, sono veramente tanti, e per tutte le tasche. Dall’hotel 5 stelle con tutti i comfort, agli hotel più economici con la sola prima colazione inclusa, per chi ama godersi le giornate a fare snorkeling.

Se decidiamo di andare in vacanza in questa località per godere del suo bellissimo mare, scegliamo l’hotel che sia collocato nei tratti di costa più belli. Quando diciamo “Sharm” intendiamo la destinazione, ma in realtà questa si divide in aree, che sono quelle che fanno la vera differenza.

 
“Old Sharm” è il quartiere più antico che ha dato poi il nome a tutta l’area su cui sono distribuiti i tantissimi hotel. In realtà il ‘centro’ vitale di questo luogo è la conosciutissima Naama Bay. Zona dai mille ristoranti e negozi, e la sua Kasbah ricca di vicoli resi sempre più stretti dalle tante bancarelle e botteghe.

Indubbiamente una bella area se ci piace poter essere liberi di uscire la sera, passeggiare e stare in mezzo a tanta gente. Probabilmente l’area peggiore se il nostro obiettivo era immergerci nelle acque chiare della penisola del Sinai. Naama Bay è appunto una baia, ricca di hotel che, senza rigidi controlli, scaricano in mare almeno una piccola parte dei loro avanzi delle cucine. Vi siete, infatti, mai chiesti come mai ci sia una quantità decisamente maggiore di pesci coloratissimi proprio in baia rispetto a quelli presenti nella famosa area naturalistica “Ras Mohammed National Park”? Le motivazioni sono ovvie: gli scarichi attirano i pesci.

Se vogliamo godere di uno spettacolo decisamente più naturale, le aree più belle sono quella di Fanara, vicino a “Old Sharm” e l’area vicino all’aeroporto: Shark’s Bay. Sono indubbiamente tratti di costa che ospitano diversi villaggi turistici e strutture di vario tipo, ma conservano ancora colori più belli e punti più puliti, se così possiamo dire.

Se poi vogliamo goderci veramente punti di una bellezza mozzafiato, dobbiamo comunque spostarci nel già citato “Ras Mohammed National Park”. Forse i pesci che vedremo saranno meno, ma lo spettacolo sarà decisamente più ‘vero’, ed indimenticabile.

Ricordatevi che è vietato danneggiare la barriera corallina e portare a casa souvenirs presi direttamente da noi stessi sul fondo del mare…rovinando per sempre questo patrimonio naturale. La barriera corallina inizia direttamente dalla riva delle spiagge, e per fare delle belle immersioni di snorkeling sarà necessario tuffarsi dai tanti pontili che vi permetteranno di andare oltre la barriera, oppure camminare con le apposite scarpette, sui tratti di barriera solo dove consentito.

Detto questo, chiedetevi cosa cercate veramente dalla vostra vacanza a Sharm El Sheirk, tenete comunque conto che i taxi sono economici e sempre a vostra disposizione, pertanto anche le aree più belle sono facilmente raggiungibili da chi non alloggia in una delle strutture che si affacciano su questi bellissimi tratti di costa.

Artikel Terkait