23/12/10

DOVE SEDERSI IN VOLO

Compagnie aeree

Dove stare seduti durante il volo pare essere una delle preoccupazioni più frequenti, anche per voli brevi.

Partiamo con una premessa: se fino a pochi anni fa bastava essere gentili con l’addetto al check-in per avere un buon posto, oggigiorno non è più possibile. Solo esibendo la carta di credito potremo ottenere i posti con maggior spazio per le gambe. E non parlo di “mance sottobanco”…ma un preciso e legale tariffario che molte compagnie aeree stanno introducendo per avere pre-assegnati i posti nelle file con l’uscita d’emergenza.

Sappiamo, infatti, che queste file hanno uno spazio più ampio e che quindi si sta decisamente più comodi. Non sono rimaste molte compagnie che ci assegnano questi posti gratuitamente, diverse infatti consentono di avere questi posti solo dopo un pagamento extra, che varia dai 12€ ai 30€ circa, per persona, a tratta.

Và però sottolineato che sia nel caso il posto venga assegnato gratuitamente, o con un extra, non tutti possono avere queste file. Da regolamento internazionale, infatti, non possono occupare questi posti i:
Passeggeri diversamente abili o con limitazioni motorie, visive o uditive o che non sono in ottimo stato di salute ( necessitano assistenza);

- Passeggeri con evidenti problemi di sovrappeso e con relativa difficoltà di movimento rapido nel raggiungere o passare attraverso l’uscita di emergenza;

- Passeggeri con altezza superiore ai 2 metri;

- Donne in stato di gravidanza;

- Passeggeri di età inferiore ai 15 anni;

- Passeggeri che viaggiano con bambini con meno di due anni di età;

- Passeggeri che viaggiano con animale a seguito;

- Passeggeri che non parlano italiano o inglese.

Non si tratta di discriminazione, ma di sicurezza. Infatti, in caso di bisogno, chi occupa i posti di emergenza, deve essere in grado di assistere ed intervenire, eventualmente aiutando (dietro indicazioni) gli assistenti di volo.

Nei posti in uscita di emergenza non è consentito tenere con sé durante decollo ed atterraggio alcun tipo di bagaglio a mano, tutto dovrà essere disposto nella cappelliera.

NEONATI.

I bambini di età inferiore ai 2 anni vengono chiamati INFANT (INF) e non hanno diritto al posto a sedere, ed inoltre non è consentito avere più di un INF per fila. Se un adulto viaggia con due neonati, deve acquistare un biglietto per il secondo neonato, e verrà consegnato all’adulto una seconda maschera d’ossigeno per neonati, infatti, il motivo per cui non si può alloggiare più di un INF per fila, è perché vi è già pre-installata una sola maschera d’ossigeno per neonati.

PRIME FILE.

Nelle prime file si dà priorità ad anziani con difficoltà motorie, adulti con un neonato, questo perché lo spazio per le gambe è normalmente leggermente più ampio rispetto allo spazio in altre file. Alcune compagnie aeree permettono la pre-assegnazione di questi posti con un supplemento. In caso l’assegnazione fosse gratuita, nessuno vi vieta di richiedere questi posti al check-in, ma se dovessero esservi negati, sappiate che molto probabilmente è perché sono stati comunque pre-assegnati gratuitamente a persone con precedenza e che hanno segnalato la motivazione (difficoltà motorie, etc).

CHECK-IN ONLINE.

Alcuni credono che facendo un check-in online possono riservare le uscite d’emergenza (in modo gratuito o a pagamento) pur non avendone i requisiti. Sbagliato. Nel momento in cui “cliccate” sulle uscite di emergenza per selezionarle, prima che vi vengano confermate, dovrete dichiarare di non avere le caratteristiche sopra indicate. E queste potranno essere verificate in aeroporto, addirittura non è impossibile che l’assistente di volo (se occupate l’uscita d’emergenza) verifichi che voi parliate inglese, è suo diritto farlo.

FINESTRINO O CORRIDOIO?

E’ indubbiamente una preferenza personale, non esistono reali motivi per consigliare uno o l’altro. In linea di massima però và ricordato che occupando il posto sul lato corridoio possiamo stendere le gambe ogni tanto quando non vi è il passaggio del personale di bordo. Dal lato finestrino invece sappiamo che non dovremo mai alzarci per fare passare qualcuno.

In diversi voli dove ogni sedile dispone di un proprio monitor per la visione di film, la “battery box” ovvero il sistema di alimentazione di questi piccoli schermi, si trova sotto al sedile accanto al finestrino, questo ne limita chiaramente lo spazio per i nostri piedi o per inserire anche un nostro bagaglio a mano.

IL POSTO PEGGIORE.

A mio modesto parere si tratta dell’ultima fila, lato corridoio. I sedili non sono reclinabili, ed inoltre si è accanto alla toilette, con inevitabile “via-vai” soprattutto a metà e fine volo.

CURIOSITA’.

Vi è mai capitato di salire su un volo che doveva poi fermarsi in un altro aeroporto per fare scende e/o salire altri passeggeri? Vi siete mai chiesti perché a volte vi fanno restare sul volo, ed invece in altre occasioni siete obbligati a scendere per 50 minuti circa?

Ci sono diverse motivazioni, le principali sono:

1) Quando vi siete imbarcati voi, il volo arrivata da altra destinazione e non hanno atteso il necessario tempo per pulirlo, dovrete quindi scendere affinché venga sistemato, e nel frattempo faranno l’imbarco dei nuovi passeggeri che si uniranno con voi per il resto del volo a destinazione.

2) Deve fare rifornimento di carburante. Se sono disponibili i Vigili del Fuoco normalmente non vi viene chiesto di scendere, potrete stare ai vostri posti, ma con le cinture slacciate. Mentre se non vi è l’assistenza dei Vigili del Fuoco durante la fase di rifornimento carburante, vi verrà chiesto di scendere per motivi di sicurezza.

Artikel Terkait