VACCINAZIONI PER CHI VIAGGIA



Informazioni generali
Le vaccinazioni necessarie per chi viaggia oltre a quelle utili anche nel nostro Paese, possono esser molte altre. E’ molto importante, quando si programma un viaggio, informarsi ed eseguire per tempo le vaccinazioni che sono necessarie per il viaggio che si intende fare.


Malattia
Rischio per i viaggiatori
Indicazioni per la vaccinazione
Epatite A
Per i viaggiatori il rischio di epatite A è presente in tutti i Paesi in via di sviluppo. Aumenta con la durata del viaggio, è molto alto in quelli che mangiano cibi senza un elevato standard di sicurezza, visitano aree rurali o fanno treking , i campeggiatori e le persone che soggiornano all’estero.
Indicata per tutti i viaggiatori con l’esclusione di quelli che si recano nei Paesi sviluppati dell’Europa, in Giappone, Australia, Nuova Zelanda, USA e Canada.
Epatite B
Rischio generalmente basso. Aumenta con la durata del soggiorno ( >6 mesi). Il rischio è molto maggiore per le persone che hanno rapporti sessuali a rischio nei Paesi ad alta endemia.Indicata per coloro che compiono viaggi lunghi ( durata superiore a 6 mesi ) in Paesi dove la prevalenza di epatite B è intermedia o elevata e per i viaggiatori di breve durata che possono avere contatto con sangue e fluidi corporei ( es. lavoratori della sanità, "turisti del sesso") se non già vaccinati.
Colera
Le persone che seguono i normali intinerari turistici e osservano le raccomandazioni di sicurezza alimentare non sono a rischio.Non è raccomandata quasi per nessuno
Febbre tifoide
Il rischio è basso soprattutto per le persone che possono osservare le raccomandazioni per la sicurezza alimentareIndicata per coloro che sono esposti a potenziali contaminazioni di cibi e bevande. Viaggiatori in piccole città o villaggi, aree rurali al di fuori degli intinerari turistici.
Meningite meningococica
La malattia meningococcica è rara nei viaggiatori.Devono essere vaccinate le persone che si recano nella stagione secca (dicembre-giugno) nell’Africa sub- Sahariana soprattutto se hanno prolungati contatti con la popolazione locale.
Febbre gialla
La febbre gialla si verifica raramente nei viaggiatori. Rari casi in turisti non vaccinati che hanno visitato zone rurali endemiche.Fortemente raccomandata per tutti i viaggiatori che si recano nelle zone rurali delle aree dove la malattia è presente.
Rabbia
La rabbia si verifica raramente nei viaggiatori. Si sono verificati casi (tutti mortali) in turisti morsi ( soprattutto da cani o gatti). Un caso in Italia nel 1997.La vaccinazione pre-esposizione è raccomandata per le persone ad alto rischio di contagio come veterinari, guardie forestali, ecc.
La vaccinazione post-esposizione è indicata dopo morso o leccamento con animali potenzialmente infetti.
Encefalite giapponese
Il rischio nei viaggi brevi è molto basso a meno che le persone non rimangano a lungo all’esterno di notte. Le persone che vivono per un periodo prolungato nelle aree rurali endemiche sono ad alto rischio.Il vaccino non è disponibile nel nostro Paese. Usate repellenti per insetti per ridurre il rischio.
Le persone che soggiornano per periodi prolungati devono essere vaccinati all’arrivo nel Paese.
Tetano
Il tetano in ogni parte del mondo si verifica solo nelle persone non vaccinate.Dopo l’esecuzione del ciclo primario deve essere somministrata una dose ogni 10 anni.
Difterite
Il rischio dei viaggiatori è molto basso e presente solo nei Paesi dove per i livelli di vaccinazione bassi esiste un rischio epidemico.Persone che si recano in Paesi dove è in corso una epidemia.
Polio
La trasmissione di poliovirus continua in molti Paesi in via di sviluppo dell’Africa, Asia e Medio oriente.Dopo il completamento del ciclo primario una singola dose di IPV negli adulti che vivono o lavorano in Paesi dove la malattia è endemica
Influenza
Il rischio di esposizione all’influenza dipende dalla stagione dell’anno e dalla destinazione. Nelle aree tropicali l’influenza è presente tutto l’anno nell’emisfero sud l’attività maggiore si verifica tra aprile e settembre.Persone ad alto rischio di influenza devono esser vaccinate se non lo sono state nella precedente stagione invernale se si recano in viaggi di gruppo nei tropici o nell’emisfero sud da Aprile fino a Settembre.
Parotite
In pochi Paesi in via di sviluppo si usa il vaccino antiparotite, per cui la parotite è una malattia dell’infanzia molto comune in molti Paesi del mondo.Devono essere vaccinate tutte le persone non immuni soprattutto adolescenti e giovani adulti nei quali la malattia può essere più grave.
Morbillo
Anche se la vaccinazione contro il morbillo è compresa nei programmi di tutti i Paesi la malattia è ancora presente.Devono essere vaccinate tutte le persone non immuni (per precedente malattia o vaccinazione) nate dopo il 1960. Escluse le donne in gravidanza e le altre persone cui la vaccinazione è controindicata (es. soggetti con severa immunodeficienza)
Rosolia
In pochi Paesi in via di sviluppo si usa il vaccino contro la rosolia, per cui la rosolia è una malattia dell’infanzia molto comune in molti Paesi del mondo.Devono essere vaccinate tutte le persone non immuni ( per precedente vaccinazione o con IgG documentate) nate dopo il 1960. Escluse le donne in gravidanza e le altre persone cui la vaccinazione è controindicata (es. soggetti con severa immunodeficienza)
Malaria
E’ il più importante rischio infettivo per i viaggiatori che si recano nei Paesi tropicaliNon esiste un vaccino. Effettuare scrupolosamente la chemioprofilassi consigliata e le altre misure preventive che riducono il rischio di esposizione.


Posta un commento