11/02/10

ASSICURAZIONE VIAGGI

Assicurazione viaggi

1) Assicurazione contro gli infortuni e le malattie in viaggio

Cosa copre l‘assicurazione?

Tale assicurazione copre in genere le seguenti spese, che risultano da un infortunio o da una malattia: l’assistenza medica, il trasporto ospedaliero, i medicinali, gli interventi chiurgici, le spese ospedaliere generali, il prolungamento del soggiorno (se necessario), il rimpatrio (anche anticipato) dell’assicurato ed il trasporto, sia di andata che di ritorno, di un famigliare.

A chi si rivolge?

L’assicurazione contro gli infortuni e le malattie in viaggio è consigliabile alle persone che si recano in posti con condizioni sanitarie che non hanno un certo standard o dove un’eventuale prestazione costerebbe quasi un patrimonio (p. es. negli Stati Uniti le prestazioni mediche sono molto care, un’operazione di appendicite costa anche a volte più di 10.000 Euro).

Il modello E 111 dell' Azienda sanitaria

Per tutti i viaggi all'interno dell’UE (compreso la Norvegia) è consigliabile portare con se il modello E111 (da ritirare all’Azienda sanitaria prima della partenza!). Consigliamo di portare un modello per ogni paese che visitate. Questo modulo Vi dà diritto all’assistenza medica di base, nel Paese che Vi ospiterà, per tutte le prestazioni urgenti e improrogabili. Il turista-paziente viene trattato come i cittadini del paese (se è previsto una franchigia per i cittadini, vale anche per il turista). Non è però compreso il rimpatrio della persona! Inoltre l’Italia ha firmato delle convenzioni speciali con diversi paesi nel mondo (p.es. Australia, Brasile), sempre per prestazioni urgenti e improrogabili. Il consumatore può informarsi presso la sua azienda sanitaria sulle varie convenzioni.

Consigli utili

Se stipulate un’assicurazione contro gli infortuni e le malattie in viaggio fate attenzione:

- alle esclusioni: Sono esclusi dall’assicurazione le malattie psichiche e quelle croniche e recidivanti, le malattie causate dall’uso di farmaci o alcolici e stupefacenti, ogni tipo di sport a rischio e le catastrofi naturali;

- se avete intenzione di partecipare ad attività sportive organizzate come p.es. immersioni sub, verificate prima se sono comprese nella polizza;

- garanzia di rimpatrio (molto importante!): Fatte attenzione se siete Voi a decidere quando è necessario il rimpatrio in Italia o se la scelta spetta al medico curante all‘estero!

- il sito http://www.viaggiaresicuri.mae.aci.it/ dell’ACI contiene informazioni utili sulle malattie e sulle vaccinazioni necessarie nei diversi paesi del mondo! Altri siti utili a proposito delle malattie in viaggio sono: http://www.travelclinic.it/ del Centro di Profilassi e Vaccinazioni Internazionali Diagnosi e Cura delle Malattie del Viaggiatore e www.esteri.it/servizi/consigli/index.htm del Ministero degli affari esteri;

- a chi ama viaggiare più volte all’anno per un periodo di qualche settimana, conviene stipulare un’assicurazione contro infortuni e malattie in viaggio per tutto l’anno, che è meno costosa piuttosto che assicurarsi per ogni singolo viaggio;

- controllate sempre che le date di partenza e arrivo siano comprese nella durata delle assicurazioni!

- Alcune organizzazioni, prevedono per i loro associati il servizio del rimpatrio sanitario. Anche qui è bene informarsi prima sulle modalità e l’estensione di tale servizio.

Quanto costa l’assicurazione?

I consigli sul costo e le compagnie più convenienti saranno comunicati in occasione dell’analisi sul fabbisogno assicurativo. Questa analisi personalizzata Vi darà un’attenta valutazione delle proprie esigenze dal punto di vista del consumatore, evitando così prodotti assicurativi e sprechi inutili.

Cosa fare in caso di sinistro?

Avvisate subito, in casi gravi la compagnia assicurativa, via telegramma o via fax. RicordateVi di farVi rilasciare tutta la documentazione e le relative ricevute delle spese sostenute.

Leggete sempre bene se le condizioni della Vostra polizza prevedono certe formalità per le communicazioni in caso di sinistro: è sempre opportuno adempierle per non perdere i diritti!

2. Assicurazione per il recesso dal contratto di viaggio

Avete prenotato un viaggio, ma non Vi è possibile partire per un banale influenza dell’ultim’ora oppure perché Vi siete fatti male o sfortunatamente avete subìto la perdita di una persona cara? Attenzione: Per ottenere il rimborso del costo del viaggio già anticipato si può stipulare un’assicurazione per il recesso dal contratto di viaggio. Il tour operator può chiederVi fino al 100% del costo complessivo del viaggio. Il contratto dev’essere stipulato non oltre 8 giorni dalla data di prenotazione del viaggio, fra prenotazione e viaggio dovranno intercorrere almeno 28 giorni.

Cosa copre l’assicurazione per il recesso dal contratto di viaggio?

Copre le spese di storno nel caso di morte, infortunio o malattia dell’assicurato o di un suo familiare, sempre se un medico ha certificato l’impossibilità di partecipare al viaggio. Se tali persone non sono iscritte al viaggio insieme all’assicurato le spese sono coperte solo in caso di malattia grave o infortunio; inoltre l’assicurato dovrà dimostrare che è necessaria la sua presenza. Altri motivi per i quali l’assicurazione, di regola, è valida sono: motivi professionali (p.es. licenziamento, variazione del periodo di vacanza determinato dall’azienda), danni materiali all’abitazione (p. es. incendio, furto), impossibilità di raggiungere in tempo il luogo di partenza per calamità naturali, scioperi dei mezzi pubblici, guasti od incidenti . Verificate sempre nella Vs. polizza quali rischi sono coperti!

A chi si rivolge?

Noi consigliamo le polizze per il recesso da contratti di viaggi soprattutto a chi fa viaggi costosi e a chi li prenota tanto tempo in anticipo e non si sa che cosa succede nel frattempo. È consigliabile quindi sia a chi viaggia in Italia che all’estero!

Consigli utili

Fate attenzione alle esclusioni: normalmente tale polizze non coprono il recesso, quando questo è dovuto ad una malattia cronica, ad una malattia che è stata oggetto di cura già 6 mesi prima della partenza o ad una malattia causata da uso di farmaci o alcolici e nel caso di furto, rapina, smarrimento dei documenti di riconoscimento. La gravidanza non è considerata malattia, perciò di solito l’assicurazione non copre il recesso; 

franchigie: di solito queste polizze prevedono un c.d. scoperto o una franchigia, a carico dell’assicurato, pari a ca. il 10-20% del costo coperto; 

attenzione ai pacchetti assicurativi acquistati nelle agenzie viaggi: costano poco, ma spesso le prestazioni contenute sono scarse.

Quanto costa un’assicurazione di recesso dal contratto di viaggio?

I consigli sul costo e sulle compagnie più convenienti saranno comunicati in occasione dell’analisi sul fabbisogno assicurativo. Questa analisi personalizzata Vi darà un’attenta valutazione delle proprie esigenze dal punto di vista del consumatore, evitando così prodotti assicurativi e sprechi inutili.

Cosa fare in caso di sinistro?

Contattate subito (meglio se per iscritto) l’agenzia viaggi e la compagnia assicuratrice. La denuncia dovrà esser fatta entro il termine previsto nella polizza.

3) Assicurazione per il bagaglio

Cosa copre l'assicurazione?

L’assicurazione comprende l’intero bagaglio e tutto ciò che ci si porta addosso e/o si tiene nei vestiti. Quando le Vostre valigie arrivano a destinazione dopo di Voi o con almeno 24 ore di ritardo, l’assicuratore Vi consente di acquistare vestiti ed altri oggetti necessari di uso quotidiano, fino ad un certro massimale. È importante documentare ogni spesa con ricevuta o scontrino.

A chi si rivolge?

Non consigliamo di stipulare polizze per il furto del bagaglio, sono troppo costose, contengono troppe esclusioni ed il bagaglio è in parte assicurato dal tour operator. Inoltre le compagnie sono pronte a contestarVi in maniera molto drastica il modo in cui avete custodito il Vostro bagaglio, p.es. la valigia dev‘essere custodita tra le gambe e non vicino!

Consigli utili

esclusioni: l’assicurazione non copre la perdita di denaro, assegni, libretti di risparmio, biglietti, documenti, armi e accessori di vetture. Anche danni dovuti ad un cattivo imballaggio o ad una chiusura non adeguata sono normalmente esclusi; 

cose di valore: gioielli, orologi, macchine fotografiche o telecamere sono assicurati solo se vengano portati addosso o a mano; 

alcune carte di credito comprendono assicurazioni per il viaggio: anche qui dovete leggere bene le condizioni al fine di evitare di stipulare „doppie“ assicurazioni.

Cosa fare in caso di sinistro?

Dovete subito avvisare l’albergo presso cui alloggiate o l’azienda responsabile del trasporto. Se il bagaglio è stato perduto o danneggiato per un furto o un incidente stradale, è necessario avvisare anche l’autorità di pubblica sicurezza. In ogni caso va sempre informata la compagnia assicuratrice entro il termine previsto di 3 o 5 giorni.

Custodite con attenzione le cose di particolare valore invece di stipulare una polizza per il bagaglio!

Artikel Terkait