Ogni anno, per due settimane, Monaco di Baviera diventa la capitale mondiale della birra con l'Oktoberfest, nata nel 1810 per festeggiare le nozze del principe ereditario Ludwig che nel 1825 salirà al trono come Ludwig I con la principessa Therese von Sachsen-Hildburghausen ed in seguito diventata la festa popolare più grande del mondo.

Più di 6 milioni di persone affollano gli enormi stand situati a Theresienwiese (prato di Therese), una grande zona all'aperto nella periferia di Monaco circa 1 km a sud-ovest della stazione centrale che da sempre ospita l'Oktoberfest.

I vari stand, ognuno decorato ed allestito in maniera diversa (si consiglia di visitarli tutti per gustarne colori, musica e atmosfera), hanno una capienza enorme 7.000 posti a sedere solo in quello della Hofbräu ed appartengono alle principali fabbriche di birra che da secoli hanno la sede a Monaco.

Quanto dura?

Da sabato 19 settembre a domenica 4 ottobre 2015. La tradizione vuole che il giorno dell'inaugurazione il sindaco di Monaco alle 12 in punto apra la prima botte di birra del nuovo anno con la celeberrima frase "O'zapft is!" ("E' spillata"). La cerimonia si svolge nello stand Schottenhamel davanti a migliaia di festanti monacensi, turisti e telecamere delle tv di tutto il mondo.

Come raggiungere la festa

La fermata più comoda della metropolitana per arrivare direttamente all'Oktoberfest è "Theresienwiese" (linee U4 e U5). Come alternativa c'è la fermata "Goetheplatz" (linee U3 e U6).

Dall'Italia vengono organizzati diversi viaggi in bus all'Oktoberfest con partenze il venerdì sera e rientro la domenica in mattinata (2 notti in bus), con prezzi a partire da 55 Euro. Sono disponibili soluzioni che prevedono il pernottamento in hotel.

Si paga un biglietto d'ingresso?

No, perchè l'Oktoberfest è una festa pubblica, aperta a tutti, come una sorta di enorme luna park. Si può fare liberamente un giro nei vari tendoni con l'eccezione dello stand storico che è a pagamento (v. sotto) e si paga solo se ci si siede ad un tavolo, posti liberi permettendo, per bere e mangiare. Gli stand delle diverse fabbriche di birra sono enormi e possono ospitare migliaia di persone in grandi tavolate di legno.

Orari di apertura

L'Oktoberfest è aperta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 23.30, sabato, domenica e festivi (3 ottobre) dalle 9 alle 23.30. La birra viene servita fino alle 22.30.

Eccezione: gli stand "Käfers Wiesnschänke" e "Weinzelt" chiudono all'1 (la birra viene servita fino alle 0.30). Questi stand sono più eleganti e spesso frequentati dai vip.

Gli stand più belli

Da non perdere i grandi tendoni che appartengono alle fabbriche di birra più antiche e famose: Löwenbräu, Hofbräu (nel centro di Monaco si trova la birreria Hofbräuhaus, la più famosa del mondo!), Paulaner, Spaten, Hacker-Pschorr e Augustiner. La bellezza di questi stand deriva anche dalle belle decorazioni che ornano pareti e soffitti e dalle cameriere che vestono secondo i tipici costumi bavaresi.

Per prenotare un posto nei tendoni clicca qui (è necessario rivolgersi ai singoli stand).

Stand storico

Dal 2010, in occasione dei 200 anni dell'Oktoberfest, viene allestita un'area amarcord nella zona sud di Theresienwiese gestita dalla Augustiner. Lo stand storico - Oide Wiesn - permette di vivere la festa come nell'Ottocento, con una cura particolare dell'enogastronomia e dell'accompagnamento musicale. Oltre al tendone è presente un'area dedicata ai bambini con giochi storici. Ingresso: 3 euro, gratuito fino a 14 anni.

Quanto costa un boccale di birra?

Prima di tutto un'informazione tecnica: con boccale di birra si intende 1 bicchiere che contiene 1 litro di birra e che si chiama "ein Maß" (si pronuncia "ain mass"). Il prezzo è intorno ai 10 Euro. Ovviamente si possono anche ordinare boccali da mezzo litro ma praticamente tutti partono da 1 litro.

Parcheggi per i camperisti

Il parcheggio speciale Oktoberfest Camping (De-Gasperi-Bogen, Monaco) si raggiunge prendendo l'autostrada A99 fino all'incrocio München-Ost e poi la A94 fino all'uscita Feldkirchen-West, seguendo le indicazioni Messe/ICM (Fiera di Monaco). Da qui l'Oktoberfest si raggiunge in circa 20 minuti con la metropolitana U2 fino a Innsbrucker Ring, poi U5 fino a Theresienwiese.

Si segnala un secondo parcheggio per camper, vicino all'area della festa, allestito nella Westendstraβe 208. Da qui l'Oktoberfest si raggiunge con la metropolitana U4/U5 scendendo alla terza fermata (Theresienwiese).

Altre possibilità di parcheggio per i camper sono i campeggi della città.

Statua della Baviera

Nella grande spianata di Theresienwiese si erge la monumentale Ruhmeshalle con al centro la Bavaria, la statua in bronzo che personifica la Baviera. Questo tempio neoclassico è stato realizzato a metà dell'Ottocento su volere di Ludwig I per onorare i grandi bavaresi, rappresentati da una serie di busti in marmo. Dall'alto si ammira una bella vista sull'Oktoberfest e si può anche salire all'interno della statua, scrutando la festa e Monaco dagli occhi della Baviera.

Domenica 27 settembre, ai piedi della statua della Baviera, si svolge il consueto concerto delle bande musicali impegnate nei vari stand. Inizio alle ore 11; in caso di maltempo rinviato al 3 ottobre.

Sfilate

La sfilata con l'ingresso degli osti, che vede la partecipazione di circa 1.000 persone, si svolge sabato 19 settembre 2015 a partire dalle 10.50 lungo questo itinerario: Josephspitalstraße, Sonnenstraße, Schwanthalerstraße, Hermann-Lingg-Straße, Theresienwiese. Durata: 1 ora.

La sfilata dei costumi tradizionali e dei tiratori (Schützen), con la partecipazione di circa 8.000 persone, si svolge domenica 20 settembre a partire dalle 10 lungo questo itinerario che tocca il centro storico e il quartiere della festa: Maximilianstraße, Residenzstraße, Ludwigstraße (fino alla Galeriestraße), Odeonsplatz, Briennerstraße, Amiraplatz, Kardinal-Faulhaber-Straße, Promenadeplatz, Pacellistraße, Lenbachplatz, Stachus, Sonnenstraße, Schwanthalerstraße, Paul-Heyse-Straße, Georg-Hirth-Platz, Kaiser-Ludwig-Platz, Theresienwiese. Durata: 2 ore.

La sfilata in costume venne organizzata la prima volta nel 1835 per festeggiare le nozze d'argento di Re Ludwig I e della Regina Therese ed in seguito in occasione di eventi e ricorrenze particolari. Solo dal 1948 si svolge annualmente ed è uno degli eventi più attesi dell'Oktoberfest.

Giornata della famiglia

Durante la "giornata della famiglia", tradizionalmente il martedì, si applicano prezzi ridotti dalle 12 alle 18. L'appuntamento per quest'anno è fissato nei giorni 22 e 29 settembre.

Altri eventi

Durante le due settimane dell'Oktoberfest, le birrerie e i locali di Monaco organizzano serate speciali, feste e after party. In particolare nella storica Löwenbräu (Stiglmaierplatz) ogni giovedì, venerdì e sabato dalle 18.30 fino all'alba viene ricreata nella Wiesnzelt l'atmosfera dei tendoni della festa della birra con musica dal vivo, rinomati dj, specialità della cucina bavarese e boccali di birra a volontà. Per informazioni e prenotazioni, visitate il sito ufficiale della manifestazione.

Avvertenze per i turisti

Prima di partire per la Baviera, si consiglia di leggere attentamente le avvertenze fornite dal Consolato Generale d’Italia di Monaco ed elaborate in collaborazione con la Polizia bavarese.
Continua

Dal Mediterraneo, all’Atlantico, passando per il Mar Rosso. Ecco alcune delle migliori spiagge dove praticare surf e sport velistici in Europa e dintorni. Un articolo imperdibile per tutti gli amanti di questi sport acquatici.

In Italia

Torbole (Lago di Garda)

Questa località, decantata persino da Goethe nel suo viaggio in Italia, si affaccia sul golfo settentrionale del Lago di Garda ed è considerato uno dei migliori luoghi in Europa per fare surf ed sport velistici , grazie alle correnti create ai venti Ora e Pelèr.

Maremma (Toscana, Lazio)

La regione geografica che si estende fra Toscana e Lazio presenta innumeravoli località di mare adatte al windsurf e al kitesurf, grazie alla particolare conformazione della costa e al vento sempre presente.

Capo Vieste (Puglia)

A Vieste il vento non manca mai e rappresenta senza dubbio la località del Gargano più attrezzata per praticare surf, windsurf e kitesurf.

L’Isola dei Gabbiani (Sardegna)

L’isola dei Gabbiani è in realtà una penisola collegata alla terraferma da una striscia di terra nel nord della Sardegna. Qui il vento soffia per buona parte dell’anno, richiamando surfisti da tutta Europa a prescindere dalla stagione.

Mediterraneo e dintorni

Isole Canarie (Spagna)

Un clima ed un vento ideale tutto l’anno: è questo che rende le isole spagnole dell’Atlantico tra le destinazioni preferite dai surfisti di tutto il mondo. Non a caso qui hanno sede diverse competizioni del PWA (Professional Windsurfers Association). Tra le migliori spiagge pre praticare windsurf e segnaliamo Butihondo a Fuerteventura, Playa de Vargas nell’isole Gran Canaria, Playa Honda a Lanzarote, Playa del Médano a Tenerife.

Nazaré (Portogallo)


Se siete appassionati di questi sport acquatici, dovete assolutamente volare a Lisbona. Il Potogallo è infatti considerato da molti il paradiso del surf: da nord a sud tutta la costa lusitana è bagnata dalle acque dell’Atlantico che spesso regalano onde così grandi da lasciare a bocca aperta persino i surfisti più esperti. Tra le località migliori da questo punto di vista vi consigliamo Viana do Castelo, Peniche, Costa do Caparica e soprattuto Praia do Norte, presso Nazaré, dove un dislivello del mare chiamato appunto Canyon de Nazaré, produce alcune delle onde più alte del mondo.

Corsica (Francia)

Se il vostro obiettivo è surfare nel Mediterraneo, la Corsica può rappresentare una destinazione ideale, dove coniugare l’amore per il surf con una vacanza in una delle isole più belle d’Europa.

Dakhla (Marocco)

La località marocchina del Sahara occidentale offre un clima eccellente tutto l’anno con acque ad una temperatura media annuale di 25° C, il che ne fa uno dei rifugi invernali preferiti dagli appassionati di windsurf e kitesurf, in fuga dalle fredde acque europee.

Mar Rosso (Egitto)

Chi cerca buoni posti per surfare ha solo l’imbarazzo della scelta tra le tante località egiziane, sia vicine che lontane dalle grandi destinazioni turistiche, che si affacciano sul Mar Rosso, tra cui le più celebri sono senz’altro Hurghada Hamata e Safaga.
Continua