22/05/17

VIAGGI 2017: METE DI LUSSO TRA MARE E MONTAGNA

Leggi Articolo
Singapore

Per iniziare al meglio il 2017, ecco le mete di lusso tra mare e montagna, per prenotare i viaggi più esclusivi. 

Hotel a 5 stelle di nuova apertura, location lussuose ed affascinanti e viaggi fra i più elitari, ecco alcune soluzioni di prima categoria, non scontate e che probabilmente ancora non conoscete. 

Il Perù, il Giappone, l’Islanda, Singapore, l’Austria e una nuova proposta ai Caraibi per viaggiare con la sicurezza di una meta indimenticabile.

Suiran, a Luxury Collection Hotel, Kyoto

Uno dei viaggi più esclusivi per il 2017 deve comprendere Kyoto e il nuovissimo Suiran, un hotel dove si può vivere l’atmosfera giapponese a 360 gradi godendo delle comodità moderne. Ubicato in un’affascinante area storica e sacra, fra il fiume e una zona verde curata in ogni minimo particolare, ha interni di lusso e servizi di prima categoria.

Ion Luxury Adventure Hotel, Selfoss

Pluripremiato, anche lo Ion Luxury Adventure Hotel permette di godere di un atmosfera di gran fascino, ma questa volta in Islanda. Immerso in un meraviglioso scenario dell’UNESCO fatto di montagne di lava, offre una vacanza all’insegna delle meraviglie della natura illuminata dall’Aurora Boreale. L’hotel, unico per architettura e design, offre un ambiente dal design nordico caratterizzato da materiali naturali, un gusto sobrio e ampie aperture per godere appieno del magico paesaggio circostante.

Baoase Luxury Resort, Curaçao

Una delle mete di lusso al mare per il 2017 è il Baoase Luxury Resort nelle Antille Olandesi, una struttura a 5 stelle con spiaggia privata e ville con piscina propria. Ubicata a poca distanza dalla città Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO Willemstad, vanta ambienti eleganti in stile asiatico e servizi lusso quale il ristorante sulla spiaggia e un centro benessere.

Belmond Hotel Monasterio, Cuzco

Il 2017 può essere l’anno giusto per un viaggio diverso dalle mete scontate, per esempio nell’affascinante Perù, A Cuzco vi può accogliere il Belmond Hotel Monasterio, una delle location più belle del Paese perchè ubicato in un ex monastero e monumento nazionale della fine del 1500. Al fascino del luogo e della struttura è associato il lusso degli arredi completati da una ricca collezione di opere d’arte che adornano gli ambienti dell’hotel.

Raffles Hotel, Singapore

Fra le metropoli asiatiche più interessanti dove programmare un viaggio nel 2017 c’è Singapore, una città futuristica che fra i suoi modernissimi alberghi propone anche il fascinoso Raffles Hotel. Risalente al 1887 e ristrutturato nel 2001, offre servizi esclusivi e un soggiorno ricco di un’atmosfera legata ai tempi passati.

Bio-Hotel Stanglwirt, Going am Wilden Kaiser

Dedicato a chi ama le vacanze in montagna, ecco il Bio-Hotel Stanglwirt immerso fra la natura meravigliosa austriaca ai piedi del maestoso Wilder Kaiser. Dalla Spa al ristorante dove godere di prelibatezze culinarie, dalle attività sportive all’offerta per i bambini come il nuovo mondo acquatico con scivolo da 120 metri, questo 5 stelle in Tirolo permette di vivere un soggiorno davvero esclusivo.

I QUARTIERI PIU' ALTERNATIVI DEL MONDO

Leggi Articolo
USA

Da Londra a Tel Aviv, da New York a Berlino, ecco la nostra selezione di alcuni dei quartieri più alternativi del mondo. 

Ai viaggiatori attratti dalla cultura hipster e alternativa, non resta che prendere carta e penna e segnare questi posti da visitare assolutamente.

Kreuzberg (Berlino)

Berlino è considerata dai giovani una delle destinazioni più cool d’Europa. Una parte non trascurabile del merito è da attribuire a Kreuzberg, il moderno quartiere multiculturale e multietnico, abitato da immigrati, artisti e studenti, che offre la migliore vita notturna nella capitale tedesca. Non è un caso se icone del rock come Iggy Pop hanno vissuto alcuni anni della loro vita proprio qui. Se avete deciso di prendere un volo low cost per Berlino, la piscina gigante galleggiante, che viene installata ogni estate sul fiume Sprea, sarà un motivo in più per visitare e vivere al meglio il vostro soggiorno nella capitale tedesca.

Shoreditch (Londra)

Questo quartiere situato nell’area dell’East End della capitale inglese è senza dubbio una delle zone londinesi più popolari tra i giovani. Come tanti altri quartieri hipster, Shoredicht era in orgine un distretto operaio, che artisti e giovani di ogni tendenza hanno trasformato negli anni in una moderna Mecca per il mondo hipster, in cui uffici di start-up si alternano a locali alternativi e lussuosi negozi di design, tra vicoli e strade abbellite da suggestivi graffiti.

Lower East Side (New York)

Il centro della controcultura newyorkese è una tappa d’obbligo per coloro che amano lo shopping tra negozi di abbigliamento punk e vintage, librerie della controcultura americana, negozi di musica alternativa e i numerosi locali cha animano le serate cool di questo distretto. Un luogo da visitare assolutamente durante il vostro viaggio alternativo nella Grande Mela.

Fitzroy (Melbourne)

Questo quartiere alternativo della metropoli australiana diventa la capitale del mondo hipster in occasione del Melbourne Fringe Festival, che attira ogni anno gli artisti più creativi ed innovativi del mondo. Altro evento imperdibile è il Gertrude Street Projection Festival, durante il quale i palazzi del distretto vengono “rivestiti” con incredibili proeizioni e i giochi di luce. Nonostante il suo carattere alternativo, Fitzroy è un quartiere che pare aver trovato un grande equilibrio tra i suoi abitanti “più hipster” e i suoi residenti “meno alternativi”.

Florentin (Tel Aviv)

La fama di questo distretto inizia con l’omonima serie televisiva degli anni 90, che aveva come protagonisti i giovani abitanti del quartiere. Con la sua architettura Bauhaus, la sua rinomata street art e locali aperti 24 ore su 24, Florentin è diventato un luogo di pellegrinaggio per artisti e musicisti provenienti da tutto il mondo e negli ultimi dieci anni ha visto raddoppiare il numero dei suoi abitanti e il prezzo delle sue case.

Södermalm (Stoccolma)

Situato nella parte meridionale del centro cittadino di Stoccolma, Södermalm è una delle aree più densamente popolate di tutta la Svezia. Il motivo è presto detto: questo distretto a partire dagli anni ’70 si è trasformato da slum operaio molto povero a principale centro bohémien piuttosto costoso del Paese nordico, con locali e negozi alla moda e decine di caffetterie, bar e ristoranti che attraggono tanti giovani svedesi e i viaggiatori più alternativi.

17/05/17

ESTATE 2017: METE LOW COST PER LE TUE VACANZE

Leggi Articolo
Croazia

L’estate 2017 si sta avvicinando e con essa anche le ferie e le vacanze per le quali ci si comincia ad organizzare. 

Ecco le mete low cost e le destinazioni dove è possibile spendere poco.

L’estate 2017 si avvicina e si comincia a pensare alle ferie, a dove passare le vacanze e alle destinazioni economiche dove prenotare. 

Difatti insieme alle ferie non arriva anche l’aumento di stipendio e i soldi per le vacanze sono sempre meno.

Soprattutto per i giovani o per le famiglie numerose scegliere una meta low cost è quindi importante per potersi permettere una vacanza.

Fortunatamente le città, sia di mare che culturali, che offrono prezzi convenienti sono tantissime. 

Facendo poi attenzione a prenotare in anticipo, in orari e giorni strategici è anche possibile scovare delle ottime offerte per i voli e l’affitto della casa.

Non solo la destinazione infatti deve essere economica, ma si dovrà anche fare attenzione a non sprecare i propri soldi per alberghi o biglietti aerei costosi.

Di seguito le migliori mete low cost per l’estate 2017 e le destinazioni economiche su cui puntare per non spendere troppo.

Infine troverete anche alcuni consigli per risparmiare e non spendere troppi soldi per le ferie.

- Portogallo: per chi ama il mare e le spiagge bianche la proposta migliore per l’estate 2017 è il Portogallo. Le spiagge dall’Algarve all’Alentejo sono tra le migliori in Europa e i prezzi della vita in loco sono molto più bassi che in altre città balneari;

- Grecia: sempre nella top ten delle migliori spiagge, ma anche delle mete in cui è possibile risparmiare. Anche per il 2017 le spiagge di Creta e Malta, la movida di Mikonos e Santorini attireranno migliaia di turisti che apprezzano i prezzi contenuti e la vita notturna;

- Croazia: natura, mare e spiagge incontaminate per le famiglie che vogliono rilassarsi, ma anche la movida di Pag per i più giovani. La Croazia ogni anno è tra le mete low cost migliori per giovani e famiglie, che decidono di sfruttare i prezzi bassi e i paesaggi mozzafiato;

- Sicilia: per chi invece volesse rimanere in Italia le soluzioni sono tantissime e soprattutto bellissime. La Sicilia offre non solo un mare cristallino, dei panorami incredibili, ma anche una cucina tra le migliori del mondo. Il tutto per un prezzo esiguo e un’ospitalità che vi farà sentire a casa vostra;

- Calabria: alternativa per chi volesse andare al mare, ma non lasciare lo stivale è la Calabria, che con la sua storia e il suo splendido mare offre un viaggio economico perfetto. Acqua cristallina, spiagge paradisiache e prezzi alla portata di tutti portano la regione italiana tra le mete più belle per il 2017;

- Budapest: non tutti amano il mare e sono molte le persone che preferiscono passare le loro ferie in una città d’arte. Budapest è una delle città migliori per risparmiare, mangiare bene e riempirsi gli occhi delle bellezze artistiche della città;

- Danzica: anche la Polonia offre città stupende, panorami spettacolari e soprattutto costi alla portata di tutte le tasche. A Danzica potrete godere del fresco del Nord, senza però rinunciare ai prezzi che caratterizzano le mete del Sud.

Come risparmiare:

Scegliere una meta low cost non è però sufficiente per evitare di sprecare i propri soldi e salvare lo stipendio. 

Si devono infatti seguire anche degli accorgimenti in modo da non dover investire tanti soldi per il volo e l’hotel.

Il volo è infatti importante prenotarlo mesi prima, in modo da poter usufruire dei prezzi bassi e scontati.

Evitate di imbarcare una valigia per ogni viaggiatore, ma fate una valigia comune e dividete così i soldi della franchigia. 

Fate inoltre attenzione a non prendere voli in orari di punta, ma cercate le offerte nei momenti infrasettimanali e molto presto la mattina o la sera tardi.

Altro importante accorgimento è la sistemazione per dormire, evitate di scegliere alberghi o B&B, che hanno prezzi più elevati di una casa di Airbnb. 

In questo modo potrete affittare un piccolo appartamento, avrete la cucina e potrete così cucinare qualche pasto a casa.

Inoltre potrete affittare un appartamento in centro e risparmiare sui biglietti di metro e mezzi.

Ovviamente con i soldi che riuscirete a risparmiare potrete investirli per una cena in più fuori o per fare un’esperienza diversa (ad esempio a Budapest le terme sono una delle mete più gettonate).

In alternativa potrete anche mettere da parte i soldi, in modo da non tornare a casa con il portafoglio vuoto.

16/05/17

THAILANDIA: COSA FARE E VEDERE A BANGKOK

Leggi Articolo
Bangkok

Punto di partenza per il viaggio in Thailandia, Bangkok sa rivelarsi una città bellissima e ricca di oasi di tranquillità (a dispetto dal primo impatto con traffico e smog). 

Gli alberghi sono centinaia, di ogni categoria e in tutti i quartieri (da ricordare che la parola "Soi" indica la traversa della strada principale, indicata con un numero progressivo). 

Il quartiere di Ratanakosin, con i templi più antichi e il Grand Palace, si trova ad est del fiume (è il più vecchio e il più ricco di cose da vedere), mentre la maggior parte degli alberghi sono concentrati nella vicina Banglamphu e nel quartiere di Khao San Road. 

Thon Buri era un tempo la capitale della Thailandia, prima della fondazione di Bangkok, di cui è oggi parte, è situata sull'altra sponda del Chao Phraya ed è raggiungibile in barca. 

Pur essendo tra le zone meno turistiche, merita una visita per i molti khlong (i canali) a cielo aperto, da percorrere con un'imbarcazione, e per il Wat Arun (il Temple of Dawn), con la sua famosa torre di 82 metri, in stile Khmer. 

Il divertimento notturno, in ogni senso, è infine assicurato dai numerosi locali notturni sparsi per la città. 

MANGIARE BENE 

Bangkok è un un viaggio culinario sensazionale, un'esperienza di gusto che è impareggiabile e garantita per la delizia del vostro palato. 

Oltre alla rinomata cucina tailandese con il suo mix di piccante, aspro, dolce e salato, la città di Bangkok offre ogni altro tipo di cucina del mondo.

Per mangiare le opzioni sono illimitate, notte e giorno. 

Vi e' inoltre un ottimo rapporto qualità-prezzo in ambientazioni differenti e tutte suggestive: ristoranti alla moda e mercati alimentari di vario tipo sono solo alcune delle opzioni disponibili. 

E se desiderate un fast food, potete contare sulle catene di tutte le grandi marche.

NEL TURBINE DELLO SHOPPING 

Lo shopping a Bangkok è un'esperienza da brivido e la gioia dei più esigenti tra gli acquirenti-potrai trovare qualsiasi cosa stai cercando. 

Lo shopping a Bangkok va dalla scintillante cromatura e le imponenti dimensioni dei moderni centri commerciali, con aria-condizionata, al caos e al traffico dei suoi mercati di strada; notoriamente vivace Bangkok ha tutti i tipi di luoghi shopping e per tutte le tasche. 

A Bangkok si puo' trovare proprio di tutto, da antichità e l'ultimo paio di scarpe di designer, ai gioielli.

VITA NOTTURNA DI BANGKOK: UN VIAGGIO PERFETTO PER I DIVERTIMENTI 

A Bangkok la vita notturna ha la reputazione di essere selvaggia e turbolenta. 

Ma allo stesso tempo Bangkok è sempre, rilassante , sicura e divertente! 

La vita notturna di Bangkok offre dalla musica dal vivo nei jazz club, fino ai bar ed i locali alla moda. 

A Bangkok vi sono locali e discoteche aperti fino alle 3 del mattino con musica thailandese ed internazionale.

DIARIO DI VIAGGIO SU BANGKOK

Ecco come un turista descrive la sua prima visita a Bangkok:

"Bangkok fu per me la scoperta della sua magia: la prima volta che qualcosa di una semplicità così disarmante si traduceva per me in una lirica così ammaliante, come se le appartenessi già più di quanto quell’esperienza fosse mia, come se le sirene chiamassero Ulisse.

Lungo le strade di Bangkok si affannava il traffico imperterrito delle macchine stile occidentale tutte uguali e dei tuktuk, piccoli taxi caratteristici a tre ruote, dotati solo di un piccolo tettino di riparo dal sole. 

Ed intanto il caldo rendeva tiepida la mia pelle, umida ed impiastricciata fino a quando non mi immergevo di nuovo al fresco dell’aria condizionata in uno degli enormi centri commerciali.

Le grandi piazze poi non erano mai colme abbastanza di gente, che le attraversava e sgorgava a flotte dagli altopassaggi dello skytrain, in una sorta di fretta che non scadeva mai nel nevrotico.

Bangkok è non solo amministrativamente e politicamente ma anche economicamente e soprattutto culturalmente la vera ed unica capitale della Thailandia. 

A Bangkok vi è della Thailandia tutto: dalla gente di campagna spintasi a Bangkok in cerca di lavoro, ai locali notturni e trasgressivi della vita notturna, la tradizione thai è nei templi buddhisti, le ultime tecnologie thailandesi nell'architettura del centro di Bangkok, i commerci e commercianti dei prodotti in legno di mango dal nord e tanto altro ancora. 

Chi conosce Bangkok e la sua gente conosce tutte le sfumature di cui sono fatti i thailandesi.

Se invece qualcuno mi chiedesse se Bangkok sia o meno una bella città gli risponderei che da un punto di vista architettonico ed estetico forse non lo è ma è bella dentro perché a dispetto delle sue enormi dimensioni, vivendola non avremo mai l’impressione di essere un numero tra i numeri, quella sensazione di dispersione e qualunquismo che caratterizza sempre di più i grandi agglomerati urbani.

So accontentarmi di poco dopotutto: a me basta un sorriso che sappia essere molto di più di se stesso, come ancora avviene appunto camminando nei mercatini tra la folla e la confusione di 7 milioni e mezzo di anime o guardando oltre le vetrine della città degli angeli".

14/05/17

AFRICA: KENYA, VIAGGIO A MALINDI

Leggi Articolo
Malindi

Affacciata sull'oceano Indiano e distante circa 120 chilometri da Mombasa (seconda città più importante del Kenya) Malindi accoglie il visitatore con il suo fascino storico, paesaggistico e turistico.

Storicamente Malindi fu uno dei punti d'approdo di Vasco da Gama al quale venne eretto un pilastro sormontato da una croce, il Vasco da Gama Pilar, situato all'estremo punto del litorale ed attualmente simbolo della città keniota. 

Il viaggio alla scoperta di Malindi può avere inizio con il centro storico (nei dintorni della stazione degli autobus) e con la cittadella araba di Shela caratterizzata da viuzze e stradine, case con cortili e moschee.

Costeggiando il Vasco da Gama Pilar si può ammirare la cosiddetta silversand, ovvero la spiaggia dalla meravigliosa sabbia argentea sulla quale sono disseminati stabilimenti balneari, villaggi turistici, hotel e ristoranti. 

Proseguendo ancora verso sud ci si ritrova nel quartiere residenziale di Casuarina, il quale è caratterizzato da una vivace vegetazione: terreno corallino, palme verdeggianti, grandi baobab e floride buganvillee.

Nella città di Malindi armoniosa è la compresenza di due diversi stili architettonici: 

uno arabo, l'altro risalente alla dominazione portoghese. Altrettanto equilibrata e pacifica è la convivenza tra la religione cristiana e quella islamica. 

A Malindi, infatti, si trovano sia numerose moschee che svariate chiese di culto cristiano cattolico e protestante. 

La fortuna turistica di Malindi è data soprattutto dalla spiaggia da cartolina, con verdi palme e candida sabbia, e dal fantastico oceano, nel quale estasiarsi con immersioni subacquee alla scoperta della barriera corallina.

Lo spettacolo, però, davvero sensazionale lo si può ammirare nel Parco Marino di Malindi: 

meravigliose acque cristalline, dalle fantastiche sfumature che vanno dal blu all'azzurro e dalla coloratissima popolazione. 

Da non perdere il cosiddetto safari blu che regala al turista una visione davvero straordinaria del mondo ittico e corallino del Parco, oltre che una buona grigliata di aragoste da gustare sul posto.

Se si è interessati alla storia di Malindi, si può visitare in qualsiasi giorno il Museo cittadino situato in un antico edificio portoghese in Vasco da Gama Road. 

Se si è, invece, alla ricerca dell'aspetto più commerciale di Malindi, ci si può recare nel versante nord della città dove vi sono banche, centri commerciali, supermercati, negozi, discoteche bar, pizzerie e il casino.

Lo spettacolo continua anche a pochi chilometri da Malindi nella splendida laguna Mida Creek, nel sensazionale canyon di Marafa (denominato Hell's kitchen o, dai locali, Nyari) e nella misteriosa città perduta di Gedi.

12/05/17

ESTA: L'AUTORIZZAZIONE PER VIAGGIARE NEGLI USA

Leggi Articolo
ESTA USA

L’ESTA, Electronic System for Travel Authorization, è l’autorizzazione al viaggio del Governo degli Stati Uniti e fa parte del programma Visa Waiver Program (VWP), e consente di entrare negli Stati Uniti senza bisogno di chiedere un visto.

L’ESTA per gli Stati Uniti consente di recarsi nel Paese via mare o per via aerea per un massimo di 90 giorni, e solamente se si vuole entrare nel Paese per turismo o affari. 

Il procedimento per ottenere un’autorizzazione elettronica al viaggio per gli Stati Uniti è semplice e veloce. 

L’autorizzazione si ottiene compilando un semplice modulo online: 

per compilare il modulo è sufficiente recarsi sul sito ufficiale del Governo degli Stati Uniti https://esta.cbp.dhs.gov/esta/ e inserire i dati richiesti.

Per poter richiedere l’ESTA sono necessarie poche cose. 

La più importante è il passaporto, senza il quale non è consentito entrare negli Stati Uniti, nemmeno richiedendo un visto. 

L’unico tipo di passaporto ammesso per il viaggio senza visto è quello elettronico, ovvero con un microchip inserito nella copertina contenente i dati biometrici del titolare. 

I dati contenuti al suo interno sono riassumibili in: 

- informazioni generali (quali identità, cittadinanza, residenza e via dicendo), impronte digitali e foto. 

Grazie a questi dati l’agente di sicurezza statunitense potrà verificare la vostra identità all’arrivo nel Paese. 

- È inoltre fondamentale che il passaporto sia valido per almeno 6 mesi oltre la data di arrivo negli Stati Uniti, quindi è consigliabile fare molta attenzione alla scadenza del passaporto.

- Per poter ottenere un’ESTA è necessario avere la cittadinanza di uno dei paesi aderenti al Visa Waiver Program, tra cui è compresa l’Italia. 

Al termine della procedura di compilazione verrà richiesto il pagamento di 14 dollari tramite una carta di credito. 

Quindi se avete una connessione a Internet, cittadinanza italiana, una carta di credito e passaporto elettronico valido avete tutto ciò che vi serve per richiedere un’ESTA.

Terminata la procedura, nella maggior parte dei casi si riceve la propria “Autorizzazione approvata” in pochi minuti, o al massimo entro 72 ore se sono necessari maggiori controlli. 

È possibile però che l’autorizzazione venga negata. In questo caso l’unico modo per poter entrare negli Stati Uniti è ottenere un visto presso un’ambasciata o un consolato. 

Il Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti consiglia di richiedere l’ESTA non appena si decide di fare il viaggio, o almeno 72 ore prima della partenza, onde evitare spiacevoli inconvenienti. 

Nel caso l’autorizzazione venga approvata rimane valida per 2 anni, oppure, se il passaporto scade prima, fino alla scadenza del passaporto. 

L’ESTA consente di poter soggiornare nel paese per 90 giorni al massimo, trascorsi i quali sarà necessario lasciare il paese. 

Durante i due anni di validità dell’ESTA è possibile fare quanti viaggi si vuole negli Stati Uniti, a patto che ogni singolo viaggio duri meno di 90 giorni e che non si faccia insospettire l’agente di sicurezza portandolo a pensare che si stia tentando di eludere le leggi statunitensi per risiedere negli USA. 

L’autorizzazione al viaggio non garantisce di poter entrare nel Paese, ma da solamente l’autorizzazione ad imbarcarsi su un aereo o su una nave diretti verso gli Stati Uniti. 

Una volta arrivati negli Stati Uniti sarà necessario affrontare i controlli degli agenti di sicurezza che decideranno se farvi entrare nel Paese. 

Solamente dopo aver passato quest’ultimo controllo sarà possibile entrare negli Stati Uniti e godervi il vostro viaggio. 

Se avete bisogno di maggiori informazioni sull’ESTA visitate il sito estastatiuniti.org